BASKET

Europei di Basket. Italia inarrestabile: domata 81-72 anche la Grecia

Oggi ultimo impegno del girone contro la Svezia

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1228

Europei di Basket. Italia inarrestabile: domata 81-72 anche la Grecia




SLOVENIA. Una gigantesca Italia batte la Grecia 81-72 e si qualifica per la seconda fase con una giornata di anticipo e matematicamente prima nel girone più difficile di tutto l’EuroBasket. Non ci sono più aggettivi per i ragazzi di Simone Pianigiani, anche oggi impeccabili dal punto di vista tattico e mentale. Una vittoria di livello, ottenuta soffrendo ma anche con grande autorità di fronte ad una selezione di campioni (11 su 12 top player di Eurolega, anche se stasera Spanoulis riposa, così come Diener). Una vittoria che fa bene a tutto il movimento cestistico italiano nell’ambito di un’estate a dir poco esaltante e Azzurra come non mai. E’ stato il trionfo del gioco di squadra, del sacrificio, dell’abnegazione per aiutare il compagno e produrre il meglio per la squadra. Belinelli chiude con 23 punti ma è solo la punta di iceberg che fa esultare per le prove solidissime di Datome e Gentile, per la straordinaria vena di un Cinciarini inarrestabile e per la forza di volontà di uomini come Melli, Cusin, Aradori, Poeta e Vitali. Alla fine solo 5 palle perse in un match tra i più belli della storia recente della Nazionale italiana.
La partenza degli Azzurri è tonica, con un Cinciarini formato super: segna tre punti e offre un assist a Cusin facendo passare la palla tra le gambe di Bourousis. La Grecia risponde con un buon Kaimakoglou e con la solita qualità. Per nulla intimoriti, i ragazzi di Pianigiani girano bene palla, trovando pronto Aradori dal lato per la tripla del 10-9 alla metà esatta del primo quarto. Partita bellissima, con tutti gli Azzurri coinvolti e pronti a rubare palla per ripartire in contropiede. Cincia fa il diavolo a quattro e per la difesa greca sono guai seri perché anche Datome è in serata. Il piccolo break viene ricucito dalla tripla di Perperoglou, per il 16-16 che chiude il primo parziale. Come al solito è grande difesa: ogni pallone viene sporcato e per gli uomini di Trinchieri non è mai facile trovare un tiro aperto.


Riapre Gigi e nell’azione successiva i greci spendono tutti i 24 secondi a disposizione senza riuscire a tirare. Lo fa bene Printezis da tre ma Poeta, ormai una sicurezza quando fa il suo ingresso in campo, trova la penetrazione giusta per il punto numero 20 dopo due giri d’orologio. Il break stavolta è ellenico e porta la firma di Sloukas e ancora Printezis, che manda la Grecia a +5 (25-20 al 13esimo). Gentile spezza l’incantesimo con un mini show personale (penetrazione potente e poi bomba): superato il primo momento difficile e 25-25 al 14esimo. Le risorse a disposizione di Trinchieri sono infinite e Bourousis prova di nuovo l’allungo con 4 punti personali ma l’incubo greco ha la faccia di Cincia e l’Italia rimane in scia. Almeno fino al nuovo strappo, che la Grecia costruisce ancora con il centro ex Olimpia (33-27). Nulla da fare anche stavolta perché Beli e Ale accorciano nuovamente (35-33) sfruttando il 2/4 di Sloukas dalla lunetta. Papanikolaou trova la bomba ma Belinelli non è da meno, e da molto più lontano scrive il 38-36 Grecia con cui si va a risposo. Bella la partita e bella l’Italia, che non ha nulla da invidiare alla corazzata di Trinchieri.
Si soffre a rimbalzo (18-8 per gli ellenici) ma si rimedia con 5 palle recuperate e tanto sacrificio. 


Belinelli e Datome mettono insieme sei punti in avvio di secondo tempo (gioco da tre e bomba) ma Bourousis sotto il nostro canestro fa male e costringe Cinciarini al terzo fallo, con la Grecia che rimane avanti 45-42 dopo i primi due minuti. Un paio di canestri facili sbagliati da Kaimakoglou e Bourousis danno nuovo slancio agli Azzurri, che non si fanno pregare e passano con Gentile, la tripla superba di Datome e il canestro di Cinciarini. E’ un’Italia cinica, che punisce gli avversari con un break di 9-0 che vale il 51-45. Giusto un intermezzo greco e poi ancora bomba, stavolta Belinelli, ma Perperoglou scuote i suoi anche lui da dietro l’arco. Il match si infiamma e Datome trova l’ennesima tripla. Si va avanti colpi di cannone fino al quarto fallo fischiato a Cincia. Tocca ancora a Peppe guidare l’Italia ma la sostanza non cambia: +10 (61-51 al 29esimo). Perperoglou conferma di essere giocatore sopra la media e poi Trinchieri deve ringraziare il canestro di tabella di Fotsis (!), che chiude la terza frazione 63-56. 10 minuti di un’intensità unica. 


Si riparte col canestro di Zisis e con i due liberi sbagliati da Melli ma in difesa c’è la solita attenzione ai particolari. In attacco perdiamo una palla (solo 5 alla fine, due nel secondo tempo…) che poi si trasforma nel fallo antisportivo fischiato a Datome su Papanikolaou: liberi ok ma possesso strappato alla Grecia e nuovi liberi di Aradori (65-60 Italia al 32esimo). Gli ellenici premono e recuperano il gap fino a -3 e a questo punto la tripla di Ara è aria pura ma Zisis pareggia subito i conti prendendo per mano i suoi segnando a raffica (14 nel quarto) fino al 70-70. E’ di nuovo una fase calda; Belinelli fa 2/2 ai liberi, spedendo il match in un vortice di agonismo. Tante palle perse e tanti errori da entrambi i lati ma poi è sempre Belinelli che con un canestro miracoloso spinge gli Azzurri sul +4 (74-70) a meno di due minuti dalla fine. Sempre lui che prende un rimbalzo d’oro che Gentile trasforma nel +6. Tensione assoluta sul parquet ma Zisis rimane freddo e accorcia con due liberi perfetti. L’Italia risponde col canestro dell’immenso Belinelli, stavolta Zisis forza la tripla e Gentile inchioda la schiacciata del definitivo 81-72. Può esplodere la festa. L’Italia è prima nel girone e accede alla seconda fase dell’EuroBasket 2013 dalla porta principale, conscia di potersela giocare, a questo punto, con chiunque. Oggi ultima gara del girone alle 17,45 contro la Svezia.

ITALIA-GRECIA 81-72 (16-16, 20-22, 27-18, 18-16)
Italia: Aradori* 8 (0/3, 2/2), Gentile 16 (6/10, 1/1), Rosselli, Vitali, Poeta 2 (1/1, 0/1), Melli, Belinelli* 23 (5/8, 2/5), Diener ne, Cusin* 4 (1/3), Datome* 19 (5/8, 3/8), Magro ne, Cinciarini* 9 (4/6, 0/2). All: Pianigiani. Ass: Dalmonte, Fioretti
Grecia: Sloukas 5 (1/3, 0/1), Bourousis* 11 (4/5), Zisis* 16 (4/9, 2/4), Spanoulis ne, Perperoglou* 12 (1/2, 3/5), Fotsis 2 (1/1, 0/2), Papanikolaou* 11 (3/3, 1/1), Kavvadas ne, Mavrokefalidis 2 (1/3), Kaimakoglou* 6 (3/6, 0/2), Bramos (0/3 da tre), Printezis 7( 1/2, 1/2). All: Trinchieri. Ass: Kantzouris
Arbitri: Belosevic (Srb), Geller (Bel), Zashchuk (Ucr)
Tiri da due Ita 22/39, Gre 19/34; tiri da tre Ita 8/19, Gre 7/29; tiri liberi Ita 13/17, Gre 13/17. Rimbalzi Ita 24 (7 Belinelli), Gre 33 (5 Fotsis) Assist Ita 9 (4 Cinciarini), Gre 14 (4 Sloukas e Zisis). Fallo antisportivo a Datome (32esimo, 63-58). Spettatori: 5000