CALCIO

Under 19. A Francavilla al Mare l'Italia supera 1-0 la Bulgaria

Decisivo un gol di Ciurria. Sugli spalti Marino

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1763

Under 19. A Francavilla al Mare l'Italia supera 1-0 la Bulgaria




FRANCAVILLA AL MARE. La prima delle due tappe sulla strada che porta alle qualificazioni europee manda segnali positivi. Il nuovo ciclo dell’Under 19, sotto la gestione del neo tecnico Alessandro Pane, si apre infatti con una vittoria nell’amichevole di Francavilla al Mare contro la Bulgaria (1-0) firmata da una rete di Patrick Ciurria, centrocampista dello Spezia. Primo tempo tattico con un paio di occasioni per l’Italia, entrambe sui piedi di Ciurria; ripresa con gli Azzurrini più convincenti in fase conclusiva e con più personalità, mentre la Bulgaria, molto corta e abile nel palleggio, accusa la stanchezza. E infatti l’Under ne approfitta subito, quando non è scattato ancora il primo minuto di gioco: azione sulla sinistra con cross basso di Voltan e piatto vincente di Ciurria.
Poi ampio spazio alle sostituzioni, con la possibilità per il tecnico federale di valutare tutti gli elementi a disposizione in vista della prima fase del Campionato Europeo che si svolgerà ad ottobre in Israele e dove l’Italia, oltre ai padroni di casa, affronterà nel girone anche Danimarca e Liechtenstein.
Al fischio finale, Pane sottolinea la buona prestazione della squadra: “Questo è il calcio internazionale, dobbiamo imparare che incontreremo tutte squadre organizzate, che giocano un buon calcio e che hanno voglia di vincere. E’ stato un test importante, perché ci fa capire dove dobbiamo migliorare e su quali aspetti spingere. Mi premeva vedere l’atteggiamento dei ragazzi e la risposta si è vista: spirito di sacrificio e voglia di fare bene. Di sicuro dobbiamo migliorare dal punto di vista qualitativo-tecnico, i margini ci sono”.
Martedì prossimo l’Under 19 tornerà di nuovo in campo per la seconda amichevole in casa dell’Olanda, ad Alphen: “Sarà un altro banco di prova importante – dichiara ancora Pane – giocando acquisiremo in sicurezza, personalità e geometrie di gioco. Quello che conta è che le basi sono buone. Oggi, per esempio, abbiamo avuto troppa frenesia quando eravamo in possesso palla, per questo non siamo riusciti a gestire al meglio alcune situazioni: lavoreremo anche in questa direzione”.
Presente sugli spalti il tecnico del Pescara, Pasquale Marino, che ha potuto osservare alcuni dei giovani più interessanti della nazionale azzurra.