SPORT

A Teramo i giochi senza barriere: torna la sfida all'indifferenza

Appuntamento venerdì dalle 20,30 in piazza Martiri della Libertà

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2119

A Teramo i giochi senza barriere: torna la sfida all'indifferenza






TERAMO. Venerdì 19 luglio, a partire dalle ore 20,30, in piazza Martiri della Libertà, a Teramo, torna “Giochi senza barriere”, la tradizionale manifestazione all’insegna della solidarietà, dell’amicizia e dello sport. La manifestazione è organizzata dal Comune e dal Centro Servizi per il volontariato della provincia di Teramo in collaborazione con la Prefettura di Teramo, il CSI (Centro Sportivo Italiano) e il MASCI (Movimento Adulti Scouts Cattolici Italiani). Le associazioni dei disabili si confronteranno in una divertente gara-spettacolo, pensata per far riflettere oltre che per trascorrere insieme una serata diversa. Lo scopo è infatti quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul rapporto tra sport e disabilità.
In piazza le squadre delle associazioni si cimenteranno in varie discipline. Dal torball (il gioco in cui la squadra teramana dei non vedenti eccelle in campo nazionale) al basket in carrozzina (praticato dai campioni locali degli Amicuccioli, ragazzi disabili tra i 7 ed i 16 anni che partecipano al campionato nazionale di minibasket in carrozzina), dal gioco dell’oca ai classici “rubabandiera” e tiro alla fune, passando per altri divertenti e sicuri appuntamenti con lo svago: il “Barbiere per palloncini”, la “Patata bollente”, la “Mummia” e “Colazione alla Formica”.
A gareggiare, all’interno di una competizione che non prevede premi in palio se non un ideale tributo alla solidarietà e alla gratuità del volontariato, saranno otto organizzazioni locali molto attive nel settore sociale: la Fondazione Anffas Onlus, l’Ente Nazionale Sordi, l'Aism (Associazione italiana sclerosi multipla), l'Unione Italiana Ciechi, la cooperativa sociale la Formica, l’Asi (Associazione sordi italiani), l’Anmil (Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro), la Polisportiva Amicacci. Realtà che da anni sono impegnate nella gestione dei problemi che ruotano attorno al mondo della disabilità. 


All’interno della manifestazione, ad aggiungere occasioni di divertimento, ci penseranno i clown dell’associazione Zupirù e il deejay Daniel Marinelli. A condurre la serata, come sempre, il giornalista Luigi Aurelio Pomante e la simpatica Fabrizia Fascioli.
«Quest’anno – dichiara il presidente del CSV, Massimo Pichini - festeggiamo la quinta edizione di una manifestazione silenziosa ma importante, il cui valore educativo consiste nel cercare di sensibilizzare la cittadinanza e rimuovere i pregiudizi esistenti sul rapporto tra sport e disabilità. Sarà, come tradizione vuole, una sfida all’indifferenza più che una gara sportiva. E le protagoniste saranno come sempre le associazioni con i loro volontari, che non smettiamo mai di ringraziare».
«Giochi senza barriere – sottolinea il Sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi - è uno degli appuntamenti cui teniamo di più, nel cartellone degli eventi teramani. Il significato della manifestazione ed i messaggi che grazie alla sua formula riesce ad inviare, hanno la finalità di sensibilizzare la cittadinanza e rendere i teramani più consapevoli della realtà complessa della disabilità. Verso di essa non dobbiamo più rimanere indifferenti ma, al contrario, dobbiamo farla nostra e coinvolgerci. I disabili, le associazioni, i cittadini, i giovani, per una serata diventano tutt’uno; l’auspicio è che ciò, sempre più, accada ogni giorno. Questo è il fine di Giochi senza barriere. Invito i miei concittadini a partecipare i tanti e con coinvolgimento ».