EVENTI

Al via la nona edizione del Premio Rocky Marciano: quest’anno ci sarà il figlio

Dal 1 al 3 luglio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3674

Al via la nona edizione del Premio Rocky Marciano: quest’anno ci sarà il figlio





RIPA TEATINA. Prenderà il via lunedì 1 luglio “Terra di Campioni”, l’evento organizzato dall’amministrazione comunale di Ripa Teatina in collaborazione con la Pro Loco durante il quale è stata quest’anno inserita la nona edizione del celebre “Premio Rocky Marciano”.
«Un evento – come lo descrive l’assessore allo Sport del Comune di Ripa Teatina Gianluca Palladinetti – interamente dedicato ai personaggi sportivi, abruzzesi e non, che si sono distinti nelle loro discipline e che hanno portato in alto il nome del nostro Paese in tutto il mondo».
Ospiti della prima serata in programma saranno il campione del mondo di pugilato Rocky Mattioli e, soprattutto, il figlio del pugile a cui proprio Ripa Teatina ha dato i natali, Rocky Marciano Junior.
«Sarà un onore per noi poterlo ospitare – commenta in merito il sindaco Ignazio Rucci – e rinsaldare in questo modo il legame tra gli Stati Uniti e l’Abruzzo, una terra dalla quale tanti emigranti sono partiti con una valigia di cartone inseguendo il “sogno americano”. Sarà per noi l’occasione per celebrare nuovamente la figura di Rocky Marciano, che con la sua grinta e la sua voglia di riscatto rappresentava pienamente quella generazione».
Si terrà, invece, martedì 2 luglio “Boxe sotto le stelle”, l’evento che racchiude gli incontri di pugilato regionale e interregionale e il primo Trofeo “Ripa Teatina Terra di Campioni”, durante il quale i migliori pesi massimi si contenderanno il gradino più alto del podio.
La tre giorni si concluderà il giorno seguente, a partire dalle ore 19.00, con la nona edizione del “Premio Rocky Marciano”, che la giuria ha deciso quest’anno di assegnare a Eusebio Di Francesco, il tecnico del Sassuolo Calcio originario di Pescara che molto ha fatto per la promozione della sua squadra nella massima categoria, la serie A.  
«Il premio alla carriera – precisa ancora Palladinetti – andrà invece a Roberto Cammarelle, per essere riuscito a portare in alto il nome dell’Italia alle scorse Olimpiadi. La nostra volontà è infatti quella di utilizzare il “Premio Rocky Marciano” per omaggiare anche coloro che si sono distinti all’estero. Non a caso, una menzione speciale andrà, ad esempio, a Eden Di Sipio, un 18enne partito da Ripa Teatina per andare a collezionare risultati sportivi in Australia. A lui sarà riservato il riconoscimento ‘Emigranti di successo’».