Basket. Il Torneo Mosciano Sant'Angelo vinto dalla Russia. Seconda l'Italia

Gli azzurri beffano 69-67 la Germania per la seconda piazza

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3646

Basket. Il Torneo Mosciano Sant'Angelo vinto dalla Russia. Seconda l'Italia




MOSCIANO SANT'ANGELO. La Russia – una Nazionale Sperimentale pronta per le Universiadi più che una Under 20 – vince la 1^ Edizione del Torneo Internazionale di Basket Città di Mosciano Sant’Angelo, precedendo sul podio una Italia che – nonostante le assenze – ha dato buone indicazioni.
Si conclude così, per la piccola ma attivissima città di Mosciano Sant’Angelo, una vera e propria maratona del basket, iniziata domenica 9 giugno 2013 con la Cerimonia di Apertura delle Finali Nazionali Under 17 di Basket Femminile. 15 giorni intensi, vissuti a tutto basket, che hanno visto il susseguirsi prima di 16 squadre femminili in rappresentanza di 9 Regioni d’Italia e poi di 4 Nazionali europee per due manifestazioni di livello nazionale e internazionale.
Una soddisfazione doppia per gli organizzatori della Polisportiva Olimpia Mosciano, che hanno ottenuto unanimi consensi e moltissimi complimenti per come hanno saputo gestire i due eventi, ricevendo – pare – già la richiesta di continuare a essere un centro di attrazione per la pallacanestro che, partendo dall’Abruzzo, sia in grado di interessare sia l’Italia sia l’Europa.
Adesso starà alla Staff creato da Marco Aureli, al Comune di Mosciano amministrato dal Sindaco Orazio Di Marcello, alla FIP Abruzzo del Presidente Francesco Di Girolamo e alla Regione Abruzzo – che ha creduto nel progetto con l’Assessore al Turismo Mauro Di Dalmazio – valutare se Mosciano Sant’Angelo debba essere il piccolo, sereno, confortevole luogo in cui può essere normale trovare anche lo sport ai suoi massimi livelli.
Massimi livelli come è accaduto per la pallacanestro (ieri, per citarne uno solo, sugli spalti c’era Marco Calvani, coach finalista Scudetto 2013).
Massimi livelli come è accaduto – anche e soprattutto – per la pallavolo, con la premiazione che ha assunto una dimensione tanto eccezionale quanto insperata grazie alla amichevole visita di due campionissimi del volley come Valerio Vermiglio e Aleksandr Volkov. Due giocatori che, insieme, sommano 3 medaglie alle Olimpiadi: l’Argento 2004 di Atene di Vermiglio, l’Oro 2012 di Londra e il Bronzo 2008 di Pechino di Volkov. Un onore forse irripetibile per la piccola Mosciano Sant’Angelo, di certo meritato visti gli sforzi fatti da tutti quelli che hanno lavorato per garantire 15 giorni di sport ad alti livelli.
La squadra vincitrice del torneo, giocato con la formula del girone all’italiana, è stata decisa al termine della partita delle ore 18, con la Russia che ha strapazzato la Georgia, vincendo 98-47. Non c’è stata partita fra l’Under 20 georgiana – squadra cenerentola del torneo – e la forte Russia che era ben di più di una Under 20, visto l’organico di vera e propria Nazionale Sperimentale (un po’ come la nostra Nazionale di scena ai Giochi del Mediterraneo), in allenamento per le Universiadi 2013 di Kazan.


ITALIA-GERMANIA 69-67
Il secondo posto del torneo se lo giocano Italia e Germania, nella gara delle ore 20.
Prima della palla contesa, nel momento degli Inni Nazionali, grande emozione grazie all’Inno di Mameli interpretato live da Francesca Di Sante, cantante di Mosciano Sant’Angelo di 23 anni. Grandi applausi e più di qualche lacrima di commozione.
Gara diretta da Guido Federico Di Francesco, Alex D’Amato e Daniele Caruso.
Inizia bene la compagine tedesca, che alla fine del 1° quarto conduce 20-16, dopo che l’Italia aveva iniziato avanti al 5° (6-2).
Per l’Italia, 4 punti in 5 minuti con 1 rimbalzo per Amedeo Della Valle. Per la Germania, 6 punti per il migliore in campo della gara di ieri, il centrone Bogdan Radosavljevic, che in 4 minuti segna 6 punti con 1 rimbalzo e 7 di valutazione.
Alla fine del primo tempo, squadre a bere il the del riposo con l’Italia avanti 37-32, dopo aver rimontato dal 23-29 al 15°.
Fra gli Azzurri, spicca Amedeo Della Valle, che in 7 minuti segna 12 punti, supportato da Tommaso Carnovali (8 punti in 6 minuti). Per la Germania, continua la sua opera il trascinatore Bogdan Radosavljevic, che in 9 minuti segna 13 punti e cattura 4 rimbalzi.
Alla fine del primo tempo, squadre a bere il the del riposo con l’Italia avanti 37-32, dopo aver rimontato dal 23-29 al 15°.
Fra gli Azzurri, spicca Amedeo Della Valle, che in 7 minuti segna 12 punti, supportato da Tommaso Carnovali (8 punti in 6 minuti). Per la Germania, continua la sua opera il trascinatore Bogdan Radosavljevic, che in 9 minuti segna 13 punti e cattura 4 rimbalzi.
L’Italia amministra il vantaggio anche nella terza frazione (47-43 al 25° e 55-51 al 30°), con Della Valle che non segna, ma con Carnovali che sale a quota 11 punti e Chillo e Monaldi a 6.
La gara si conclude in volata, con la Germania che, dopo essere stata in svantaggio al 35° 63-57, rimonta fino ad avere il tiro della possibile vittoria. L’Italia è brava a chiudere in difesa e vince 69-67, conquistando il secondo posto del Torneo.
Miglio realizzatore della gara è il centro della Germania (unico dei suoi in doppia cifra) Bogdan Radosavljevic, che in 23 minuti segna 21 punti e sfiora la “doppia doppia” arpionando 9 rimbalzi, per un totale di 23 di valutazione.
Per l’Italia, miglior realizzatore il riccioluto figlio d’arte Amedeo Della Valle, che in 15 minuti segna 16 punti e cattura 2 rimbalzi, per un totale di 18 di valutazione.
Bene Matteo Chillo, che in 18 minuti segna 6 punti e arpiona 7 rimbalzi, con la seconda miglior valutazione di squadra a quota 16.
Doppia cifra di valutazione anche per Tommaso Carnovali, che totalizza 11, frutto di 14 punti.