Basket Femminile. Nelle finali di Mosciano, la Fortitudo Bologna è campione d'Italia

Categoria Under 17: battuto in finale 54-50 il Sesto San Giovanni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2478

Basket Femminile. Nelle finali di Mosciano, la Fortitudo Bologna è campione d'Italia




MOSCIANO SANT'ANGELO. La Finale per il 1° e 2° posto è stata vinta dalla Fortitudo Rosa Bologna, che ha battuto il Geas Basket Sesto San Giovanni con il punteggio di 54-50.
Agli ordini degli arbitri Simone Patti e Michele Centonza, la gara ha visto un avvio comprensibilmente nervoso delle due squadre (3-2 per Bologna al 5° minuto). Poi Bologna ha iniziato a macinare gioco, condotta alla regista – tanto piccola quanto volitiva – Sofia Vespignani, allungando fino al +10 (19-9) della fine della prima frazione. Al termine dei primi 10 minuti di gioco, Bologna – quintetto forte ma rotazioni ridotte all’essenziale – è tutta nel “poker” Vespignani (6), Russo (6), Vitari (4), Cabrini (3). Il Geas ha la stellina Cecilia Zandalasini fuori fase, gravata di 2 falli, con zero punti e -3 di valutazione in 6 minuti di gioco. Tiene botta Carlotta Picco (5 punti in 9 minuti).
Il secondo quarto inizia con Zandalasini che – dopo aver segnato un bel canestro – commette il suo 3° fallo dopo 11 minuti di gioco, tornando in panchina. Coach Cinzia Zanotti fa alternare al suo Geas diverse difese (zona 2-3, uomo, zona 1-3-1, box&one su Vespignani) e con Kacerik rientra a -2 (19-21), prima che salga in cattedra Alessia Cabrini, che prende da Vespignani il “testimone” di protagonista della gara, infilando 3 triple consecutive e consentendo a Bologna di allungare fino al nuovo +10 (21-31), che porta le squadre a bere il the del riposo.
Le statistiche di metà gara della Fortitudo Rosa evidenziano la strepitosa prestazione balistica di Alessia Cabrini (14 punti, con 4/5 da 3 punti e 16 di valutazione in 17 minuti, oltre a 3 rimbalzi), supportata da Sofia Vespignani (6 punti, 5 rimbalzi, 3 assist e 11 di valutazione in 17 minuti). Per il Geas Basket, 6 punti e 2 rimbalzi, con 9 di valutazione in 13 minuti per Martina Kacerik, 7 punti e 2 rimbalzi in 19 minuti per Carlotta Picco e 3 punti per Cecilia Zandalasini, che gioca solo 7 minuti, gravata di 3 falli.
Nel terzo quarto, la zona 1-3-1 del Geas sortisce gli effetti sperati in difesa e le lombarde si distendono in attacco, piazzando un break di 12-2 e impattando al 25° minuto sul punteggio di 33-33. Bologna ha il merito di non disunirsi e tornare avanti grazie alle solite Cabrini, Vespignani e Russo.
Al 30°, Bologna comanda 43-39, con Alessia Cabrini salita a 20 punti in 27 minuti (5/6 da 3 punti), con 4 rimbalzi e 24 di valutazione. Doppia cifra di valutazione anche per Sofia Vespignani, a quota 18, con 9 punti e 6 rimbalzi in 27 minuti.
Per il Geas, grande terza frazione di Cecilia Zandalasini (11 punti nel quarto), che totalizza 14 punti, con 6 rimbalzi e 13 di valutazione in 17 minuti. Doppia cifra di valutazione (10) anche per Martina Kacerik (6 punti, 2 rimbalzi, 3 recuperi e 1 assist in 18 minuti), mentre Carlotta Picco ha 7 punti e Arianna Beretta 5.
L’ultimo quarto di gioco è degno del rango di Finale Scudetto, con le squadre che si equivalgono e la tensione agonistica che cresce, in un palasport che non ha più neanche i posti in piedi liberi.


Il Geas è soprattutto nelle fiammate di Zandalasini, che offre sprazzi di classe attingendo al suo vasto repertorio di conclusioni a canestro. A 3,33 dalla sirena, Bologna comanda 48-49, poi un fallo tecnico comminato alla panchina delle lombarde (che fa infuriare il dirigente Carlo Vignati) manda in lunetta Vespignani, che non sbaglia e porta Bologna avanti 48-51. Il Geas recupera palla sul possesso successivo e Zandalasini si arrampica per il 50-51. Le lombarde hanno anche l’occasione per sorpassare, ma non fanno canestro, mentre Bologna trova il cesto del 50-53 a 21 secondi dal termine, con ben 3 falli ancora a disposizione prima di entrare in bonus. Palla ancora a Zandalasini, ma Landi la anticipa è il pallone è Fortitudo a 13 secondi dal termine. Il fallo delle lombarde manda in lunetta Vespignani (1/2), per il 50-54.
L’ultimo attacco è Geas, con Zandalasini che la passa a Kacerik, che la perde.
Finisce con Francesca Romana Russo con la palla fra le mani, che diventa Scudetto Under 17 Femminile per la Fortitudo Rosa Bologna.
A fine gara, per la Fortitudo ci sono i 22 punti (5/9 da 3 punti) di Alessia Cabrini, che in 37 minuti prende anche 5 rimbalzi, recupera 2 palloni e serve 2 assist, totalizzando 22 di valutazione. Stessa valutazione per Sofia Vespignani, che in 37 minuti segna 14 punti, cattura (lei, alta 166 cm) 7 rimbalzi e smazza 7 assist. Doppia cifra di valutazione per Francesca Romana Russo, che totalizza 11 segnando 9 punti e catturando 2 rimbalzi in 35 minuti. Sfiora la “doppia doppia” il lungo Annalisa Vitari, che arpiona 12 rimbalzi e segna 8 punti. Doppia cifra di rimbalzi anche per Arianna Landi, che ne conquista 10 in 34 minuti, con 4 punti. Il quintetto della Fortitudo gioca circa 35 minuti di media e la squadra bolognese ha zero punti dalla panchina (contro i 14 del Geas): un merito ulteriore per le titolari “stakanoviste” allenate da coach Massimo Annunziata, assistito dall’esperto Maurizio Scanzani.
Per il Geas Basket, miglior realizzatrice Cecilia Zandalasini, che praticamente in “mezza partita” segna 20 punti, cattura 9 rimbalzi e totalizza 19 di valutazione giocando 26 minuti. Doppia cifra di valutazione (13) anche per Martina Kacerik, che in 27 minuti segna 11 punti e cattura 4 rimbalzi, con 2 assist.