Basket. Cuore e grinta non bastano al Roseto che perde 71-64 in finale gara 1 col BNB

Il quintetto di Melillo ha pagato un brutto primo quarto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2279

Basket. Cuore e grinta non bastano al Roseto che perde 71-64 in finale gara 1 col BNB




RUVO DI PUGLIA. Una Mec Energy tutto cuore e grinta non riesce nella difficile impresa di espugnare il PalaColombo di Ruvo di Puglia, consegnando, di fatto, gara 1 alla BNB, che trionfa per 71-64 al termine di un match molto tirato. Alla palla a due, la novità per gli Sharks è Fabio Marcante in campo dal primo minuto (dopo il forfait in gara 3 con Trapani per un problema al polso), affiancato, dietro l’arco, da Stanic e Petrucci, oltre Leo e Di Giuliomaria sotto canestro. I padroni di casa, che nei 4 precedenti nei playoff non hanno mai perso (2-0 su Ostuni e 2-0 su Scauri), rispondono con Stella, Zaccariello e Palombita esterni, Ferraro e Ancellotti nel pitturato.
Avvio di partita contraddistinto dalle polveri bagnate da ambo i lati, con i due quintetti concentrati, più che altro, nel prendere le misure e studiare il rispettivo avversario. Ferraro da una parte e Petrucci dall’altra firmano i primi sigilli di gara 1 (6-5 al 5’), prima che Ancellotti e Palombita non scavino il primo solco tra i le due contendenti alla promozione (15-5 all’8’). Roseto trova un sussulto dalla panchina con Caruso e Marini, valido per il -6, ma il secondo play di casa, Merletto, respinge i biancazzurri sul 22-11 a fine periodo.
E’ nei rimbalzi che gli abruzzesi fanno maggiormente fatica (15 contro 7, di cui 9 in attacco per i pugliesi), e, malauguratamente, nella seconda frazione le statistiche (sempre in termini di lotta sotto le plance) non tendono a migliorare: i ragazzi di Cadeo, di fatti, arpionano altri 15 rimbalzi (7 in attacco, con 10 tiri su seconda opportunità) nel giro di 10 minuti, mantenendo sempre uno strappo intorno alla doppia cifra (dal +14 del 12’ al +10 del 15’). In ogni caso, Marcante e Petrucci riescono quanto meno a ricucire il divario sul -7 (32-25), con Marini che, addirittura, ha la possibilità di portare i suoi sul -4 con un tentativo da 3 sullo scadere della frazione (senza buoni esiti). Quella vista negli ultimi 2 minuti del secondo quarto, è una Mec Energy pimpante, attenta e lucida nel pressing difensivo su Stella e compagni, con il numeroso pubblico rosetano giunto in trasferta (circa 500 tifosi) che accompagna il rientro negli spogliatoi degli Sharks tra gli applausi.
Alla ripresa, coach Melillo, a dispetto dello starting five, riparte da Amoroso e Marini al posto di Di Giuliomaria e Marcante, mentre Cadeo butta nella mischia del secondo tempo Corral (il quale rileva Ancellotti). I primi minuti sono un autentico botta e risposta (41-34 al 22’, stesso differenziale con cui si era chiuso il primo tempo), ma nei seguenti 3 minuti di gioco Pierpaolo Marini infila 7 punti consecutivi (parziale di 0-10 con una tripla di un ispirato Amoroso), validi per il 41-39 che ridà la carica a tutta la batteria rosetana. Merletto e Ancellotti provano a fuggire di nuovo, ma l’urto degli ospiti, spinti da Petrucci e Stanic, è incontenibile, tanto che Roseto si porta in vantaggio di 3 punti (45-48). Il gremito settore ospiti inizia a crederci per davvero, anche se Palombita è protagonista del contro break pugliese, che consente ai locali di tornare in panchina per il secondo mini riposo avanti di 4 lunghezze (55-51).
Negli ultimi e decisivi 10 minuti, l’equilibrio rimane praticamente per pochi minuti, con la BNB che scava il solco decisivo che la Mec Energy non riuscirà più a colmare, nonostante il grande sacrificio profuso in campo. Roseto rimane infatti a contatto fino a 4 minuti dalla sirena finale (66-60), senza però riuscire ad affondare il colpo decisivo per la rimonta. Palombita e Leo fissano il punteggio finale sul 71-64, con le due squadre che, consumato il primo match della serie, si affronteranno in gara 2 mercoledì 5 giugno al PalaMaggetti di Roseto (ore 21.15).


MADOGASBNB – MEC ENERGY ROSETO: 71-64
BNB: Stella 10, Zaccariello 8, Ancellotti 11, Ferraro 7, Corral 11, Onetto, Merletto 9, Palombita 15, De Angelis, Sabbadini, all. Cadeo
ROSETO: Marcante 4, Petrucci 19, D’Arrigo 1, Stanic 15, Leo 6, Caruso 2, Marini 9, Amoroso 8, Di Giuliomaria, Faragalli n.e., all. Melillo
ARBITRI: Canazza Michele, Bongiorni Michele
NOTE: BNB, 22/44 da 2, 2/21 da 3, 21/28 ai liberi, 43 rimbalzi (20 offensivi); Roseto, 15/30 da 2, 7/22 da 3, 13/20 ai liberi, 30 rimbalzi (11 offensivi). Parziali: 22-11, 10-14, 23-26, 16-13). Usciti per 5 falli: nessuno. Spettatori: 1500 (circa 500 rosetani).