Ciclismo paralimpico: i fratelli Pizzi, campioni olimpici, nel team della Forestale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2061

Ciclismo paralimpico: i fratelli Pizzi, campioni olimpici, nel team della Forestale




LANCIANO. Dopo aver conquistato un oro e un argento nel ciclismo alle Paralimpiadi di Londra, un altro obiettivo, atteso e desiderato a lungo, è stato raggiunto dai fratelli Luca e Ivano Pizzi, di Lanciano: i campioni olimpici, infatti, sono entrati a far parte del team polisportivo del Corpo Forestale dello Stato.  “
«E’ da quando eravamo ragazzi – dice Luca  – che accarezzavamo questo sogno. Adesso, dopo tante nostre ontroversie societarie e non pochi sforzi e sacrifici, l’obiettivo è stato raggiunto. Siamo felici ed orgogliosi di far parte di questo prestigioso gruppo, uno dei più longevi nel settore del ciclismo e che dal 2012 ha aperto al mondo paralimpico, grazie anche all’incolmabile lavoro del nostro presidente Luca Pancalli».
«A questo punto – continuano i “fratelloni d’oro”, come sono stati ribattezzati dopo i trionfi inglesi - vogliamo ringraziare anche i nostri sponsor che nonostante il periodo di crisi, che non risparmia il mondo dello sport, ci sono stati sempre vicini ed hanno creduto nelle nostre possibilità. Parliamo di Selmec, Protecno e Masciarelli».
Pronti a ripartire i Pizzi.
«Dopo una buona preparazione invernale – riprende  Luca - ed archiviato  il primo test  effettuato ad aprile con la Nazionale a Castiglione della Pescaia (Grosseto), ci sono state due mie vittorie individuali tra fine aprile e inizio maggio, rispettivamente a Teramo, nel Campionato regionale di Federazione, e nella fondo di Alberobello (Bari). Ora nel nostro programma stagionale figurano le due prove di Coppa del mondo a Merano (Bolzano) e di Segovia (Spagna) fissate per il mese di giugno e a seguire i Campionati italiani a Brescia di luglio. Infine ci sarà la lunga trasferta canadese (Quebec) che quest’anno ci vedrà impegnati, ad agosto, sia per la terza prova di Coppa del mondo che per il Campionato del mondo: su un circuito abbastanza difficoltoso cercheremo di essere protagonisti”. Anche perché i fratelli Pizzi sono originari del Canada e, precisamente, di Toronto. “E un po’ è come correre… in casa».