CALCIO

Zeman-Pescara: altro slittamento. Sebastiani: «non è una trattativa facile»

Il boemo si allontana. Si valutano le alternative Giampaolo e Marino

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3230

Zeman-Pescara: altro slittamento. Sebastiani: «non è una trattativa facile»




PESCARA. Dopo i tanti rinvii dei giorni scorsi, l'atteso contatto Sebastiani-Zeman previsto per il weekend ha subito l'ennesimo slittamento. Nessuna telefonata e nessun colloquio tra il boemo ed il patron del Pescara, che venerdì in conferenza stampa aveva parlato di massimo martedì come giorno utile per conoscere il futuro di Zeman. L'ex tecnico della Roma, legato ancora al club capitolino fino a giugno 2014, non è ancora del tutto convinto di un suo ritorno a Pescara e starebbe prendendo tempo per valutare eventuali altre proposte provenienti soprattutto dalla Serie A. 


«Non abbiamo avuto nessun contatto» – ha dichiarato il presidente biancazzurro Daniele Sebastiani sul mancato contatto telefonico tra lo stesso e Zeman – «ma Zeman per il momento resta la nostra priorità. Non sarà però facile arrivare ad una soluzione entro pochissimo tempo. Bisogna sempre ricordarsi che Zeman è ancora sotto contratto con la Roma. Bisognerà trovare nell'eventualità un accordo che vada bene a tutte e 3 le parti. Bisognerà attendere ancora un po'...».
Con l'eventualità concreta che i tempi si dilatino a dismisura e soprattutto con la non certezza che poi il boemo dica sì, servono valide alternative: «il Ds Repetto già sta valutando altre strade. Sarà lui ad avere l'ultima parola sul tecnico. In ogni caso non vogliamo farci trovare impreparati. Ribadisco quanto ho detto sabato: nessuno dovrà però sentirsi seconda scelta, perché tutti gli allenatori che stiamo valutando non sono certamente gli ultimi arrivati». 


Infastiditi dal comportamento tutt'altro che chiaro del tecnico della promozione, i dirigenti del Pescara dunque potrebbero guardare altrove, fermo restando che tra le parti è sempre Zeman quello realmente in dubbio. In ogni caso sulla panchina biancazzurra, come confermato dal nuovo Ds Giorgio Repetto, siederà un tecnico esperto e navigato della categoria. Un allenatore che sappia rappresentare una decisa rottura di continuità rispetto l'ultimo disastroso campionato di Serie A, affrontato con ben 3 allenatori al debutto nella massima serie. In cima alla lista ci sarebbe Marco Giampaolo, che già aveva avuto un contatto poco fortunato con Sebastiani a stagione in corso. Leggermente più defilato Pasquale Marino, da mesi in pole per il nuovo anno ma mai davvero vicino alla panchina del Pescara.
Andrea Sacchini