Calcio a 5 Femminile. L'Az Gold Chieti supera 3-0 il Real Statte ed è Campione d'Italia

Grande festa per il primo scudetto nella storia delle teatine

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1390

Calcio a 5 Femminile. L'Az Gold Chieti supera 3-0 il Real Statte ed è Campione d'Italia





CHIETI. Va a Chieti lo scudetto 2012/13 del futsal femminile. In gara 2 della finale dei playoff, l’AZ Gold Women conquista la seconda vittoria di fila contro l’Italcave Real Statte e si laurea con merito campione d’Italia, al termine di una partita giocata su ottimi livelli e grande intensità: sono i gol di Gayardo, Marranghello e Reyes a stendere al Pala S.Filomena le tarantine di Tony Marzella, già sconfitte 8-3 in gara 1 a Montemesola e costretta dunque a inchinarsi per il secondo anno di fila in finale.
È lo Statte ad avere a tutti i costi bisogno della vittoria, ma la partenza dell’AZ – che teoricamente potrebbe giocare per due risultati su tre – è a tratti incontenibile. Dopo 10 secondi Moroni, schierata in quintetto da Tony Marzella, salva con una provvidenziale scivolata il tiro a colpo sicuro di Blanco, che poco dopo sfiora il vantaggio con una punizione. Al 2’46’’, però, si materializza l’1-0 per le padrone di casa, che porta la firma di Gayardo: la sua puntata, millimetrica, non dà scampo a Marangione.
La reazione dello Statte è tutta in un tiro dalla distanza di Moroni, che per poco non trova l’incrocio. A fare la partita e collezionare occasioni è però l’AZ, che o trova sulla sua strada il numero 1 avversario – bravissima su Blanco e Gayardo – o pecca di precisione, come al 14’40’’ quando il destro di Blanco, probabilmente “sporcato” da una deviazione, termina fuori di un niente. Nel finale escono fuori le tarantine, ma Mascia è brava a salvarsi prima sul tiro di Dalla Villa e poi, con l’aiuto del palo, su quello di Nicoletti.
Nella ripresa la squadra di Marzella parte bene e costruisce due buone opportunità con Dalla Villa, che però non riesce a trovare lo spunto vincente. Le padrone di casa alleggeriscono la tensione con la puntata di Gayardo, questa volta a lato, e la conclusione di Reyes, su cui fa buona guardia Margarito. Lo Statte aumenta i giri del possesso palla, l’AZ è una spina nel fianco sulle ripartenze con Reyes e Gayardo ma a metà frazione ha già quattro falli al passivo. Dalle Villa, la migliore per distacco tra le ospiti, lancia una ripartenza fulminante ma viene fermata in extremis da una generosissima Blanco, che però poco dopo commette il quinto fallo ed esaurisce il bonus per la squadra di casa. Silvetti si divora il gol del raddoppio, ma poco dopo Marranghello è brava a inserirsi su un lancio dalle retrovie e realizzare il 2-0. E’ il gol che suona come una liberazione per l’AZ, che un minuto dopo firma il definitivo 3-0 con una prodezza di Reyes: finta di suola a rientrare e sinistro secco che fulmina Margarito.
Marzella a 2’30’’ dalla fine si affida a Di Pierro portiere di movimento, ma ormai è troppo tardi: l’AZ Gold Women vince 3-0, chiuda la serie in due partite e si laurea campione d’Italia. Lo Statte, degno avversario trascinato da un pubblico da applausi, deve inchinarsi per il secondo anno di fila in finale.

AZ GOLD WOMEN- ITALCAVE REAL STATTE 3-0 (p.t. 1-0)
AZ GOLD WOMEN: Mascia, Pastorini, Gayardo, Blanco, Reyes, Silvetti, Marranghello, Maione, Mincarelli, Di Marcoberardino, Nobilio, Vuttariello. All.: Iodice
ITALCAVE REAL STATTE: Margarito, Nicoletti, Pedace, Moroni, Dalla Villa, Russo, Di Pierro, Convertino, D’Ippolito, Bianco, Marangione, Castellano. All.: Marzella
MARCATRICI: 2’46’’ Gayardo del p.t.; 14’45’’ Marranghello, 15’55’’ Reyes del s.t.
ARBITRI: Emanuela Rea (Roma 1), Simonetta Romanello (Padova) CRONO: Daniele Intoppa (Roma 2).