Basket. In gara 2 play-off nulla da fare per il Roseto che perde 60-54 a Trapani

Decisiva gara 3 in Abruzzo domenica per il passaggio in finale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3236

Basket. In gara 2 play-off nulla da fare per il Roseto che perde 60-54 a Trapani




TRAPANI. Difesa intensa, tanto agonismo e la capacità di rimanere lucidi nel momento di maggiore difficoltà. Così la Pallacanestro Trapani ha superato Roseto in gara 2 al Paladespar (60-54) allungando la serie di semifinale dei play off.
L’avvio del confronto è piuttosto equilibrato, i granata riescono a tenere il naso avanti (8-4 al 5’ e 10-6 al 7’) ed incrementano il margine nel finale del primo quarto: Degregori segna da sotto e subisce fallo, il conseguente tiro libero porta Trapani sul 13-9. Subito dopo va a segno anche Rizzitiello da tre punti. Nel secondo quarto la gara si mantiene su ritmi agonisticamente elevati, la squadra di Priulla si porta a +10 al 12’ con un’altra tripla di Rizzitiello e sembra poter gestire il margine. Sull’altro fronte Roseto sbatte spesso sul muro difensivo della squadra di casa e quando arriva al tiro è imprecisa. Ad 1’ dal riposo lungo un episodio-chiave del match, quando Virgilio parte in contropiede e conclude a canestro ma viene stoppato. La direzione di gara convalida i due punti (27-19 il punteggio) nonostante le veementi proteste abruzzesi, il più imbufalito è l’ex di turno, Fabio Marcante, che spintona Virgilio e viene espulso. Il capitano della Pallacanestro Trapani va per due volte al tiro dalla lunetta riportando Trapani a +10, vantaggio che bene o male resta inalterato prima della pausa. Al rientro in campo entrambe le squadre vanno spesso al tiro senza trovare il canestro, gli ospiti provano la zona e sono duramente puniti dai granata che in 2’, dal 26’ al 28’, mettono di fila un parziale di 7-2 che porta al massimo vantaggio a fine quarto (47-31). Nel quarto decisivo la squadra allenata da Phil Melillo tenta il tutto per tutto e riesce a mettere paura alla Pallacanestro Trapani che sembra contratta. Svoboda è in serata negativa e tutta la squadra ne risente ma più che altro le maglie difensive sembrano allentate. Roseto realizza un parziale di 10-2 e dimezza il gap; i ragazzi di Priulla cercano di scuotersi: Virgilio segna due tiri liberi, al 34’ Trapani conduce ancora di 10 punti (51-41). Stanic prende per la mano la sua squadra, l’azione del playmaker in questa fase è devastante (10 punti realizzati nell’arco di 3’). In mezzo, i canestri importantissimi di Ianes, Svoboda e di Rizzitiello dalla lunga distanza, quando mancano 2’ all’ultima sirena la Pallacanestro Trapani è avanti per 58-51. Sono i minuti più lunghi, resi tali dalla bomba di Petrucci che porta Roseto a -4. Cala il gelo sul Paladespar quando Tardito e Rizzitiello gestiscono male un possesso, a poco più di 1’ dalla fine Roseto ha palla in mano e può tentare la clamorosa rimonta. Ma è il turno degli ospiti, stavolta, di regalare palla agli avversari. I giocatori trapanesi possono gestire il gioco e far trascorrere i secondi, Virgilio subisce fallo e realizza dalla lunetta i due canestri che portano lo score al definito 60-54. Sarà dunque gara 3, in programma domenica prossima a Roseto con inizio alle ore 18, a designare la finalista del campionato di DNB fra Trapani e la formazione abruzzese. Stasera intanto (ore 21.15) è in programma gara 2 dell’altra semifinale fra Scauri ed il Basket Nord Barese con i pugliesi che hanno vinto la prima partita in casa.

LIGHTHOUSE TRAPANI – MEC-ENERGY ROSETO 60-54 (16-9; 33-24; 47-31)

TRAPANI: Virgilio 16, Costantino 3, Rizzitiello 16, Ianes 11, Degregori 4, Svoboda 6, Tardito, Morgillo 4, Tredici n.e, Gentile n.e. Coach Priulla
ROSETO: Stanic 16, Petrucci 12, Amoroso 1, Leo 4, Di Giuliomaria 6, Marini 4, Caruso 9, D’Arrigo 2, Marcante, Faragalli n.e. Coach Melillo
ARBITRI: Del Felice e Poletti.
Fonte: www.trapaniok.it