Basket. Il Lanciano fa 81-76 col Cus Taranto e pareggia la serie play-off

Per il passaggio alla finale decisiva gara 3 domenica in Puglia

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2174

Basket. Il Lanciano fa 81-76 col Cus Taranto e pareggia la serie play-off




LANCIANO. Discorso rimandato a gara3. Il Cus Jonico non chiude i conti in anticipo e a Lanciano perde una partita lottata punto a punto fino alla fine ma persa sul filo di lana. Pesa come un macigno nell’economia della partita, finita 81-76 per gli abruzzesi, l’assenza per infortunio che mette fuori causa Sarli grande protagonista in gara1 con i suoi 29 punti e toglie anche un uomo alle rotazioni di coach Leale. A prendersi le luci della ribalta è invece Di Emidio (29 punti) praticamente immarcabile per Greco e compagni. Anche Fanelli non è al meglio ma iscrive 19 punti al pari di Leonacavallo. Ma non bastano. Ed ora ci si gioca tutto domenica alle 19.30 al PalaMazzola.
Il primo colpo di scena è come detto l’assenza di Sarli che Leale rimpiazza in quintetto con Greco mentre non viene ripresentata, almeno inizialmente, la soluzione del doppio pivot, mossa vincente di gara1. Primo quarto all’insegna del netto equilibrio. Parte bene Leoncavallo (4 punti), a cui risponde per i padroni di casa Martelli. Primo timido allungo proprio della Bls con Di Emidio ma è solo +4 subito ricacciato indietro dal buon impatto di capitan Greco; i suoi 5 punti valgono il primo sorpasso ionico (12-13) al 7’. Buona risposta anche da Moliterni; il finale di quarto se lo prende però Castelluccia che infila il canestro del vantaggio abruzzese, 24-21 sulla prima sirena con Leoncavallo già a quota 9.


Entra Valentini nel Cus ma anche Salerno a inizio 2° quarto quando le mani di Giuffrè e Fanelli segnano il primo break del match: una tripla ciascuno, 8-2 e punteggio sul 29-26 Taranto al 13’. Scavongelli segna 3 punti e rimette Lanciano col naso davanti ma solo per un attimo quello che serve a Leoncavallo per segnare due canestri di fila: 30-35 al 16’ e time-out Salvemini. Castelluccia ci prova da ogni posizione per ricucire lo strappo; Moliterni, Salerno e Fanelli provano a mantenere il tesoretto cussino e ci riescono solo per due punti prima dell’intervallo: 43-45 Taranto.
Al rientro Leale ripresenta il doppio pivot: Valentini-Leoncavallo. Sul 47-47 altro tentativo di forzare per gli ionici: 7-0 a firma Fanelli, Giuffrè (tripla) e Valentini. Salvemini ricorre ancora alla sospensione che fa bene a Martelli e Castelluccia che riportano la gara sull’equilibrio: 55-56 al 27’. Il finale di quarto vede scatenato Blaskovic, due tiri per il sorpasso e il primo canestro di Salerno serve solo a limitare i danni, 64-62.
Ultimo quarto avvincente e al cardiopalma. Si gioca punto a punto, Greco infila la tripla del 67-66 Taranto. Giuffrè, Salerno e Fanelli provano a incrementare ma Di Emidio e Di Sante non ci stanno. A 120 secondi dal termine è parità a quota 74. La differenza la fa la tripla di Scavongelli, il Cus segna con Giuffrè da due ma perde lucidità negli ultimi possessi che sorridono a Lanciano. Finisce 81-76, appuntamento a domenica, alle 19.30 per gara3 al PalaMazzola.

BLS LANCIANO - CUS JONICO TARANTO 81-76 (SERIE 1-1) - (24-21, 43-45, 64-62)
BLS LANCIANO BASKET: Di Emidio 29, Scavongelli 9, Martelli 7, Castelluccia 14, Carosella ne, Bomba 4, Muffa ne, Blaskovic 13, Di Sante 5, Di Matteo ne. Coach: G. Salvemini
CUS JONICO BASKET TARANTO: Leoncavallo 19, Fanelli 19, Prisciano ne, Moliterni 10, Giuffrè 12, Greco 8, Valentini 2, Stola ne, Salerno 6, Appeso ne. All: N. Leale
ARBITRI: Federico Marinelli di Rieti (RI) e Giuseppe Cardano di Roma.
Fonte: www.tuttobasket.net