Basket. In gara 1 semifinale dei play-off il Lanciano cede 87-76 a Taranto

Gara 2 decisiva in terra frentana mercoledì alle 21

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1870

Basket. In gara 1 semifinale dei play-off il Lanciano cede 87-76 a Taranto




TARANTO. Una vittoria costruita nel primo quarto. Il Cus Jonico Bk Taranto fa sua gara1 della semifinale playoff battendo un coriaceo Lanciano davanti ad un PalaMazzola mai così pieno per una partita di basket maschile. Alla fine l’87-76 racconta dei primi 10’ perfetti dei rossoblu trascinati dalle triple di Sarli e dai rimbalzi di Leoncavallo e Valentini, intuizione a sorpresa di coach Leale nel quintetto base. La guardia ex Francavilla fa 7/9 da tre chiudendo a 29 punti. Trenta rimbalzi in tre è invece il bottino dei due pivot a cui si unisce un Giuffrè in versione centro “d’occasione”. Per il resto la solita prova di squadra che resiste anche al ritorno abruzzese (Castelluccia 22, Martelli 17) e traguarda mercoledì prossimo come match-point per la finale.
Mano fredda in avvio per entrambe le squadre ma trova terreno fertile la scelta di Leale di partire col doppio pivot, Valentini e Leoncavallo, con Giuffrè, Fanelli e Sarli. I rimbalzi sono tutti rossoblu così come i punti dei due centri pareggiati dalla tripla di Martelli, 5-5. Poi un monologo cussino della durata di 6’ in cui Valentini sale in cattedra catturando rimbalzi e dispensando assist. Ne beneficia Sarli, mano rovente (4/5 da tre) per il 21-5 all’ottavo. Coach Salvemini prova a scuotere i suoi cambiando il quintetto più volte ma non ottiene niente di meglio perché il Cus è carico così come Leoncavallo e Fanelli mentre ancora Sarli segna da lontano il 28-11 del primo quarto.


Leale fa rifiatare Valentini e nel secondo quarto punta su Moliterni che risponde subito presente con un paio di canestri e un paio di assist per il “cecchino” Sarli. Massimo vantaggio Taranto sul 38-18 al 13’ ma la flessione, fisica soprattutto, è in agguato. Lanciano trova i rimedi a rimbalzo e aggiusta le percentuali soprattutto con Castelluccia e Di Sante. Gli abruzzesi restituiscono parte del parziale, 14-4 e tornano a -10. Una sveglia per Fanelli la cui tripla vale il 45-32 all’intervallo. In cui diventano protagonisti i ragazzi dell’under 13 della Virtus Pallacanestro, società satellite del Cus Jonico, freschi campioni provinciali. Il tutto sotto gli occhi, tra gli altri, di Lillo Basile (esortato a non lasciare il Cras con tanto di striscione e cori), Mino D’Antona, Fabio Prosperi, Marta Masoni.
Giuffrè esordisce nella ripresa con il suo primo canestro. Vantaggio a elastico con Lanciano che si affida alle sue famose triple, Martelli e Castelluccia per il ritorno a -10 prima del capolavoro di Valentini anche lui dai 6,75. La partita cala molto di intensità e il penetra-scarica degli ospiti trova maggiore spazio di esecuzione. L’ennesima azione di Castelluccia-Martelli segna il -10 ed allora ci vuole l’assist di Giuffrè per Sarli, la sua tripla ed i liberi di Leoncavallo per andare all’ultimo quarto sul 68-55.
Ultimi 10’ davvero brutti cestisticamente parlando, la palla pesa e tanto. Gli errori aumentano così come diminuiscono i tiri segnati. Tanti anche i falli. Cus e Lanciano esauriscono il bonus quasi subito e si affidano alla lunetta. Vantaggio che resta in doppia cifra per Taranto (77-65 al 35’) che assesta il colpo vincente nel finale. Giuffrè, dopo una gara di sacrificio trova la penetrazione, il canestro e il 5° fallo di Blaskovic. La panchina di Lanciano si becca il tecnico. Liberi convertiti e partita messa in ghiaccio prima da Giuffrè e poi da Sarli. Gara 2 a Lanciano mercoledì 22 maggio alle ore 21,00.

CUS JONICO TARANTO – BLS LANCIANO 87-76 (28-11; 45-32; 68-55)
CUS JONICO BASKET TARANTO: Leoncavallo 20, Fanelli 16, Sarli 29, Moliterni 6, Giuffrè 8, Greco 3, Valentini 5, Stola, Salerno, Appeso. All: N. Leale
BLS LANCIANO BASKET: Di Emidio 12, Scavongelli 2, Martelli 17, Castelluccia 22, Carosella 2, Bomba, Muffa 3, Blaskovic 7, Di Sante 11, Di Matteo. Coach: G. Salvemini
ARBITRI: Gianluca Leonelli di Narni (Tr) e Antonio Errico di Perugia (Pg).
NOTE: usciti per falli Blaskovic, Bomba; Spettatori: circa 1000.
Fonte: www.tuttosporttaranto.com