CALCIO

Serie B. Virtus Lanciano-Sassuolo 2-2: il punto vale mezza salvezza per i frentani

Ottimi i frentani. Grande sofferenza nel finale poi l'urlo liberatorio del Biondi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2472

Serie B. Virtus Lanciano-Sassuolo 2-2: il punto vale mezza salvezza per i frentani




LANCIANO. Con grinta e cuore la Virtus Lanciano strappa il 2-2 al Biondi col Sassuolo e rimanda all'ultima giornata sia il discorso salvezza sia la promozione diretta in Serie A dei neroverdi. Nel primo tempo vantaggio dei frentani al quarto con Vastola poi uno-due micidiale del Sassuolo con Berardi e Chibsah rispettivamente al 18esimo e 27esimo. Al 41esimo il sigillo finale di Piccolo.
Pareggio di importanza colossale per i frentani che approfittano delle sconfitte di Cittadella ed Ascoli, avversarie nello scontro diretto sabato prossimo. Al Lanciano sabato col Novara potrebbe bastare un pareggio per festeggiare la salvezza storica nel suo primo campionato di Serie B.
Splendido avvio dei frentani, che nel primo quarto d'ora hanno schiacciato un Sassuolo irriconoscibile e lontano parente dell'undici che ha dominato il campionato dalla prima giornata. Dopo il vantaggio ed una ghiotta occasione da gol sprecata, 2 episodi su altrettante disattenzioni della retroguardia di Gautieri consentono ad un Sassuolo non in giornata di portarsi in vantaggio. Il Lanciano però non muore mai ed ha trovato la forza di riequilibrare la contesa e di giocare alla pari col più quotato avversario fino a 25 minuti dalla fine, quando il maggior tasso tecnico degli ospiti è venuto fuori. Ultimi 20 minuti in apnea totale per gli abruzzesi, con il Sassuolo che ha più volte sfiorato il terzo gol. Al triplice fischio urlo liberatorio del Biondi, con il Lanciano che ora vede più vicina la salvezza.
Abruzzesi che a fine gara hanno parecchio recriminato a buon ragione per la direzione di gara di Irrati per la somministrazione tutt'altro che equanime dei cartellini gialli e per i gol del Sassuolo, entrambi viziati da irregolarità.

PRIMO TEMPO
Nel Lanciano nessuna sorpresa con il tecnico Carmine Gautieri che si affida all'undici tipo delle ultime settimane. Lo squalificato Almici viene rimpiazzato sulla linea di difesa da Di Cecco. Per il resto 4-3-3 con Leali in porta, Amenta, Mammarella ed Aquilanti a completare il pacchetto arretrato. A centrocampo D'Aversa regista insieme a Volpe e Vastola. In attacco largo alla velocità ed alla tecnica di Piccolo, Falcinelli e Turchi. Panchina per Plasmati e Falcone.
Nel Sassuolo Di Francesco sceglie uno speculare 4-3-3 con il compito di offendere affidato al tridente Berardi-Catellani-Pavoletti. Quest'ultimo ex frentano e grande protagonista della cavalcata vincente del Lanciano l'anno scorso in Prima Divisione. A centrocampo spazio per Missiroli e Chibsah.
Atmosfera incredibile al Biondi, tutto esaurito e vestito a festa. Arbitra Irrati della sezione di Pistoia.
Avvio subito veemente del Lanciano. Al primo minuto Turchi da posizione decentrata calcia sull'esterno della rete.
Al quarto il Lanciano passa in vantaggio con Vastola, che di testa brucia nel cuore dell'area di difensori ospiti e finalizza uno splendido cross da destra di Mammarella. Sassuolo in bambola e Virtus padrone della gara e vicina al raddoppio al 12esimo con Piccolo, che ben imbeccato in profondità da Turchi conclude alto sopra la traversa.
Al 17esimo il pareggio del Sassuolo con Berardi, che direttamente su calcio di punizione dal limite insacca all'angolino a Leali immobile. Da rivedere il piazzamento dell'estremo difensore dei frentani. Punizione generosa fischiata da Irrati.
Al 27esimo il raddoppio del Sassuolo complice l'ennesima disattenzione difensiva della Virtus. Calcio di punizione da fuori area, deviazione della barriera ed uscita disperata di Leali ad anticipare Berardi. Sulla corta respinta del portiere però Chibsah è il più rapido di tutti a scaraventare in rete il pallone a porta sguarnita. L'avvio dell'azione però è viziato da un netto fuorigioco non segnalato dalla terna arbitrale.
Al 38esimo occasione Sassuolo ancora per Chibsah, che riceve un pallone a da posizione decentrata schiaccia troppo il destro col pallone che sfila in fallo di fondo.
Al 40esimo il pareggio della Virtus Lanciano con Piccolo, che dal limite dell'area insacca all'angolino basso alla destra di Pomini.
Finale di frazione molto nervoso, con i giocatori frentani che hanno protestato molto per la direzione di gara tutt'altro che casalinga di Irrati. Impietoso il tabellino con 6 ammonizioni per i rossoneri e solo una per il Sassuolo.

SECONDO TEMPO
In avvio di ripresa subito grande occasione per il Lanciano con Vastola, che prova il diagonale senza fortuna da buona posizione. Al sesto botta da fuori troppo debole e centrale di Volpe tra le braccia di Pomini.
All'ottavo chance colossale ancora per il Lanciano. Falcinelli da 2 passi non trova mai il tempo per la battuta dopo una splendida intuizione di Piccolo.
Al 14esimo la grande occasione è per il Sassuolo con Bianco, che di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione non inquadra di un nulla lo specchio della porta.
Al 16esimo il neo-entrato Boakye sfiora il palo in azione di contropiede. Al 20esimo ancora il centravanti di colore protagonista e nel cuore dell'area di rigore esalta i riflessi di Leali. Un minuto dopo azione di alleggerimento del Lanciano e conclusione a giro dal limite di Falcinelli: alto.
Al 24esimo è il turno di Berardi che da fuori trova ancora una volta attento l'estremo difensore rossonero.
Al 28esimo Boakye prova la botta a colpo sicuro deviata in corner dalla retroguardia di casa.
Al 35esimo girata imprecisa di Chibsah che sfiora il bersaglio grosso.
Al 36esimo botta da fuori di Berardi che termina fuori.
Al 42esimo occasionissima per il Lanciano con Vastola, che entrato in area di rigore prova un tiro-cross nel mezzo sul quale nessun frentano si avventa.
Al quarto minuto di recupero incredibile retropassaggio di un difensore del Sassuolo per il portiere, interviene Pomini e nel contrasto con Vastola pallone sul fondo. Al triplice fischio gioia in campo e sugli spalti per un punto che vale tantissimo in ottica salvezza. Sabato prossimo ultima giornata in casa del Novara a caccia del punto che manca alla salvezza matematica.

TABELLINO
VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Leali; Di Cecco, Aquilanti, Amenta, Mammarella; Vastola, D'Aversa (15'st Minotti), Volpe; Piccolo (19'st Fofana), Falcinelli, Turchi (30'st Paghera). A disposizione: Aridità, Rosania, Scrosta, Plasmati. Allenatore: Gautieri.
SASSUOLO (4-3-3): Pomini; Laverone (1'st Marzorati), Terranova, Bianco, Longhi; Magnanelli, Chibsah (39'st Laribi), Missiroli; Berardi, Pavoletti (14'st Boakye), Catellani. A disposizione: Pigliacelli, Antei, Troiano, Laribi, Masucci. Allenatore: Di Francesco.
ARBITRO: Irrati della sezione di Pistoia.

Andrea Sacchini