CICLISMO

Giro d'Italia. Vince in volata Cavendish. Domani la tappa abruzzese

Traguardo in Corso Vittorio Emanuele II. Arrivo tra le ore 17,00 e le 17,30

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2390

Giro d'Italia. Vince in volata Cavendish. Domani la tappa abruzzese

Mark Cavendish




MARGHERITA DI SAVOIA. Era il favorito numero uno alla vigilia e Mark Cavendish non ha tradito le attese superando in volata rispettivamente Viviani secondo e Goss terzo sul traguardo di Margherita di Savoia in Puglia. 167 chilometri completamente pianeggianti, senza Gran Premi della Montagna e privi di difficoltà per i corridori al termine dei quali Cavendish e la sua squadra, l'Omega Pharma, hanno svolto un lavoro perfetto. Per il britannico è il secondo successo al Giro di quest'anno dopo Napoli.
Tappa senza particolari emozioni fino a 32 chilometri circa dall'arrivo, quando una gigantesca caduta ha coinvolto gran parte del gruppo maglia rosa, risparmiando però la stessa. Biciclette distrutte e diversi feriti, nessuno ovviamente grave, prontamente soccorsi e rientrati in gara. Tra i coinvolti Wiggins e Di Luca. A poco a poco, complice l'andatura ridotta del gruppo di testa, gran parte dei corridori coinvolti nella caduta è rientrata nel gruppone senza particolari problemi. Negli ultimi 4 chilometri cambi continui al vertice fino alla volata finale che ha premiato Cavendish.
In un giro con pochissime opportunità per i velocisti è chiaro che tappe come quella di oggi vengono monopolizzate dalle squadre che hanno la possibilità di approfittarne. Alla vigilia non erano previsti pericoli per la maglia rosa e così è stato, con Luca Paolini protetto anche da eventuali cadute dal prezioso lavoro della propria squadra, la Katusha. 


DOMANI LA TAPPA ABRUZZESE, DA MARINA DI SAN SALVO A PESCARA
Il giro proseguirà domani (venerdì 10 maggio, ndr) con la prima ed unica tappa abruzzese della manifestazione, da Marina di San Salvo a Pescara, di 177 chilometri. La tappa, considerata di montagna a difficoltà media, è l'occasione giusta per alcuni uomini di classifica di guadagnare terreno sui diretti avversari e perché no strappare la maglia rosa dalle spalle di Paolini. La tappa toccherà le province di Chieti e Pescara dopo aver interessato i territori di Cupello, Monteodorisio, Casalbordino, Torino di Sangro, Paglieta, Mozzagrogna, Lanciano, Castel Frentano, Guardiagrele, San Martino sulla Marrucina, Casacanditella, Vacri, Villamagna, Ripa Teatina, Chieti e San Giovanni Teatino, prima di arrivare a Pescara nella centralissima Corso Vittorio Emanuele II, transitando nel tratto finale per via D'Avalos e Viale Marconi. Partenza fissata per le ore 12,40 ed arrivo previsto tra le ore 17,00 e le 17,30. Stravolto ovviamente il piano di viabilità, con scuole chiuse e lunghi tratti di strada interdetti al traffico in varie zone delle città.
Andrea Sacchini