Basket. Il Penta Teramo vince 91-72 col Pescara e pareggia gara 1 persa

Domenica a Pescara decisiva gara 3 per il passaggio del turno

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1632

 Basket. Il Penta Teramo vince 91-72 col Pescara e pareggia gara 1 persa









TERAMO. È un grande Penta Teramo quello che nel momento della verità si è messo alle spalle la sconfitta di domenica scorsa e, in Gara 2 ha battuto nettamente con il punteggio di 91-71 il Pescara Basket rimandando tutti i discorsi a Gara 3 in programma domenica prossima nel capoluogo adriatico.
La formazione biancorossa, pur priva di Assogna, infortunatosi martedì sera nell’ultimo allenamento pre-partita, ha ritrovato energia e convinzione sfoderando una prestazione maiuscola per tutti i 40’, non lasciando praticamente mai il pallino del gioco nelle mani degli ospiti
Il Pescara Basket se si esclude il +4 iniziale (2-6 al 2’) prontamente rintuzzato da 6 punti in fila di Maggioni (8-8 al 3’), non è stato mai in vantaggio rincorrendo praticamente sempre Lulli e compagni (16-11 al 7’30”). Dopo aver chiuso il primo quarto sul 16-16, i biancorossi, che potevano contare sulle ottime prestazioni di Pappacena (17 punti), Lulli (16 punti +19 rimbalzi), Maggioni (21 punti) e Piccinini (11 punti + 12 rimbalzi) nel secondo quarto mettevano il turbo portando il vantaggio sulla doppia cifra (32-22 al 16’), grazie anche ad una difesa, che prese le misure a D’Alessandro e Febo, subiva la miseria di 8 punti. Il vantaggio toccava il massimo (40-24) proprio alla scadere della prima metà gara, grazie ad un tripla sulla sirena di Pappacena che marcato da due giocatori scagliava da centrocampo il classico tiro della disperazione.

Al ritorno in campo dopo la pausa lunga il Penta non rallentava, anzi aumentava il ritmo portandosi subito sul +20 (44-24 al 21’30”) e allungando sul +22 (57-35 al 26’20), grazie alle ottime giocate di Maggioni e di un positivo Cufari. Sul più bello però qualcosa si inceppava e gli ospiti, in tre minuti e mezzo confezionavano un parziale di 7-16 che li riportava sul -13 (64-51 al 30’) riaccendendo così qualche speranza.
Come con quarto precedente, anche nell’ultimo parziale era il Penta Teramo che iniziava meglio: gioco da tre punti di Piccinini e biancorossi sul +18 (69-52 al 31’). Il Pescara comunque non mollava trovando il proprio faro in Febo, il quale disputava una partita di ottimo livello, ma il quinto fallo di D’Alessandro al 33’ faceva in pratica calare il sipario sulla partita (75-58). Negli ultimi minuti gli ospiti provavamo il tutto per tutto ma il Penta Teramo, grazie ad un positivo Pappacena, con le mani ormai ampiamente sulla partita gestiva il punteggio fino al 91-71 che rimandava ogni discorso a Gara 3.

Raffaele Sannicandro, presidente del Penta Teramo, ha commentato: “Oggi abbiamo giocato da Penta e si è visto. Abbiamo difeso forte e rispetto alle altre partite anche in fase offensiva abbiamo segnato con continuità. Adesso la priorità è recuperare Assogna e preparare al meglio Gara 3 perché, sembra inutile dirlo, ma è la gara senza prove di appello. O si vince o si va fuori”.
Prossima partita per il Penta Teramo, domenica prossima sul campo del Pescara Basket per la decisiva gara 3 dei quarti di finale dei Play-off.


PENTA BASKET TERAMO – PESCARA BASKET 91-71 (parz 16:16, 40:24, 64:51)
PENTA BASKET TERAMO: Casasola 6, Cufari 10, Maggioni 21, Diop, Lulli 16, Piccinini 11, Piersanti 2, Pappacena 17, Sacchini 2, Del Zoppo 6. All. Stirpe
PESCARA BASKET: D’Alessandro 11, Cantatore 10, Febo 20, De Luca 4, Fulgenzi 9, Stilla 12, Marchionni 2, Servadio NE, Venturoli 3, Prognoli NE. All. Bartoccini