Vasto Basket. Di Salvatore: «da secondi in classifica ai play-off dipende tutto da noi»

Il coach dei vastesi non si sbilancia: «Lanciano o Venafro 2 ottime squadre»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1957

Vasto Basket. Di Salvatore: «da secondi in classifica ai play-off dipende tutto da noi»






VASTO. Primo obbiettivo stagionale centrato per il Vasto Basket che vincendo sul difficile campo del Barletta ha approfittato del capitombolo del Benevento a Molfetta ed ha conquistato il secondo posto matematico in classifica. Il piazzamento più prezioso in ottica play-off in quanto da la possibilità di giocare gara 3 tra le mura amiche. Vantaggio certo non di poco conto per il Vasto che in questa stagione ha sempre vinto al PalaBCC.
«Vincere sempre in casa come abbiamo fatto fin'ora significherebbe vincere i play-off» – racconta a PrimaDaNoi.it Sandro Di Salvatore, allenatore del Vasto Basket – «quindi molto dipenderà da noi perché il secondo posto ti da la possibilità di giocare gara 3 in casa. Stiamo molto bene fisicamente ed abbiamo superato il nostro piccolo momento di crisi».
La squadra è stata capace nell'ultimo turno di vincere piuttosto agevolmente col Barletta senza mai perdere la testa in una situazione ambientale tutt'altro che tranquilla e contro una squadra all'ultima spiaggia per salvarsi, dimostrando grande forza e soprattutto maturità: «abbiamo giocato in una bolgia e la partita è stata molto dura dal punto di vista fisico. Questo perché i nostri avversari ovviamente hanno voluto così per prendersi 2 punti fondamentali per la loro salvezza. In qualche circostanza l'arbitraggio ha un po' concesso il loro gioco duro, ma nel complesso non possiamo lamentarci anche perché è normale subire interventi duri al cospetto di una squadra pronta a tutto per salvarsi praticamente all'ultima spiaggia».
«Siamo stati bravissimi a prendere quei 25 punti di vantaggio» – prosegue il coach dei biancorossi – «che ci hanno permesso di sorvolare su alcuni falli tosti e di non cadere magari in provocazioni. Abbiamo dimostrato grande maturità e non è stato facile mantenere la calma in certi momenti».

PLAY-OFF E LA POSSIBILE SFIDA AL LANCIANO DI SALVEMINI
Archiviato o quasi il campionato (domenica ultima fatica della stagione, ndr) per Di Salvatore è già tempo di preparare i play-off. A seconda dei risultati dell'ultima giornata il Vasto incontrerà il Lanciano o il Venafro: «sono 2 ottime squadre e chi per un motivo o chi per l'altro sarebbero difficili da affrontare. Del resto siamo ai play-off e chi vi partecipa ha già dimostrato di essere una squadra forte e valida».
«Quale delle 2 preferisco?» - continua Di Salvatore pensando già ai quarti – «nessuna perché non sarà facile in nessun caso. Nei play-off subentrano tante altre variabili fisiche e psicologiche. Ogni squadra che incontreremo ci darà filo da torcere. Negli spareggi non ci vuole molto ad essere eliminati, basta una gara storta in casa e poi si è costretti a vincere fuori».
Il Lanciano è sulle ali dell'entusiasmo dopo il play-off storico raggiunto un paio di settimane fa: «hanno giocatori di spessore e sono ottimamente allenati da un coach che è anche un amico (Giorgio Salvemini, ndr) e con il quale ho giocato tante volte da avversario. È un allenatore che stimo tantissimo ed il Lanciano in campo è messo molto bene in campo».

DOMENICA AL PALABCC ARRIVA IL BENEVENTO
Prima della coda play-off c'è l'ultima giornata di campionato domenica al PalaBCC contro il Benevento. La gara in ottica classifica non ha alcun valore né per i vastesi né per i campani, che hanno già raggiunto la matematica salvezza e che non hanno nessuna chance di raggiungere i play-off, ma sarà l'occasione ideale per festeggiare una stagione regolare ben al di là di ogni più rosea aspettativa: «chiederò ai giocatori di divertirsi perché per noi sarà una festa e sarà soprattutto l'occasione migliore per salutare il nostro pubblico. Sarà una bella partita contro una squadra molto forte che non è riuscita ad arrivare ai play-off ma sulla carta era stata costruita per arrivare tra le prime quattro».
«Vogliamo mantenere imbattuto il PalaBCC» – prosegue Di Salvatore – «ed inoltre vogliamo onorare il campionato fino in fondo come ha fatto ad esempio il Molfetta domenica battendo il Benevento nonostante la vittoria già matematica del campionato. Hanno giocato con grande motivazione ed alla grande».

Andrea Sacchini