CALCIO

Serie A. Prova d'orgoglio del Pescara: finisce 1-1 con la Roma

Ottimo primo tempo dei biancazzurri che resistono nella ripresa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1249

Serie A. Prova d'orgoglio del Pescara: finisce 1-1 con la Roma

 

 

ROMA. Il Pescara con l'orgoglio pareggia 1-1 all'Olimpico con la Roma e torna a fare punti in campionato dopo oltre 2 mesi. Vantaggio dei biancazzurri al 14esimo con Caprari e pareggio al sesto minuto della ripresa di Destro.

In settimana il tecnico Bucchi aveva chiesto onore e coraggio alla propria squadra, che in campo lo ha ripagato sfoderando una buona prestazione soprattutto nel primo tempo. La stessa macchiata, ma non poteva essere altrimenti, dai soliti orrori difensivi di una retroguardia che in stagione ha subito una media di oltre 2 gol subiti a partita. Disattenzioni grossolane che hanno costretto come al solito Pelizzoli agli straordinari.

Dalla metà campo in su invece la squadra non è dispiaciuta, con Caprari un filo più determinato del solito e Sforzini molto abile da solo a sgomitare con l'intera difesa giallorossa per cercare un pallone giocabile. Positivo l'impatto sulla gara del baby Di Francesco, che sul finale di partita è andato addirittura vicino al clamoroso 1-2.

Dopo tante sconfitte (11 nelle ultime 12 partite, ndr) finalmente l'undici di Bucchi ha fermato l'emorragia di sconfitte al termine di una prova certamente dignitosa.

Probabilmente è stato un vantaggio giocare con la testa libera, con la classifica ormai priva di ogni significato in ottica salvezza. Roma invece in avvio troppo molle e con atteggiamento vacanziero. Giallorossi che col passare dei minuti hanno preso in mano il pallino del gioco peccando però più volte di determinazione e precisione sotto porta. Biancazzurri poi nel finale che sono andati vicini al colpaccio.

 

PRIMO TEMPO

 Nel Pescara non ce la fanno Bocchetti, Kroldrup, Zauri, D'Agostino. Perin e Weiss recuperati solo per la panchina mentre è rimasto in Abruzzo Sculli, appiedato per un turno dal giudice sportivo. Bucchi conferma tutte le indiscrezioni della vigilia e schiera i suoi col 4-2-3-1 delle ultime settimane. Pelizzoli tra i pali. In difesa Capuano e Cosic centrali con Modesto e Zanon a presidiare gli esterni. A centrocampo Rizzo-Togni nel mezzo. In attacco Caprari, Cascione e Celik sulla linea dei trequarti dietro l'unico terminale offensivo Sforzini, a caccia del primo gol con la maglia biancazzurra.

Nella Roma recuperato Pjanic. Stop per squalifica per Balzaretti e Burdisso. In attacco Osvaldo preferito all'acciaccato Destro. Spazio nel tridente anche per Lamela e naturalmente Totti. Arbitra Massa della sezione di Imperia davanti una buona cornice di pubblico.

Pronti via e subito clamorosa occasione sprecata da Sforzini, che a tu per tu con Stekelenburg spara incredibilmente alto. Nell'occasione difesa romanista addormentata su invito splendido da oltre 30 metri di Togni.

Inizio troppo soft dei giallorossi ed adriatici più in palla. Al quarto cross dalla trequarti di Zanon per la testa di Cascione che non inquadra lo specchio della porta.

Prima chance della Roma al decimo con Totti, che controlla un buon pallone al limite dell'area e con un destro strozzato sfiora il palo alla destra di Pelizzoli.

Al 13esimo da buona posizione ci prova Zanon. Para in 2 tempi Stekelenburg.

Al 15esimo meritatamente il Pescara va in vantaggio con Caprari, che di testa brucia Marquinhos ed insacca a porta sguarnita su una respinta centrale del portiere giallorosso su tentativo da fuori di Cascione.

Al 18esimo Totti di prima illumina l'Olimpico e serve in profondità per Florenzi che a tu per tu con Pelizzoli conclude tra le braccia del portiere.

Al 20esimo ancora Roma pericolosa con De Rossi, che sugli sviluppi di un corner in spaccata non inquadra il sette. Al 24esimo Lamela a giro da fuori area conclude sul fondo.

Al 27esimo azione confusa in area del Pescara e tiro finale al volo di Totti nel cuore dell'area che termina altissimo sulla traversa.

Al 33esimo Sforzini addomestica un buon pallone e serve all'indietro per la botta di prima Rizzo, che conclude altissimo.

Al 36esimo colossale palla gol per la Roma. In contropiede ancora Totti serve in profondità De Rossi che a tu per tu con Pelizzoli cerca un improbabile passaggio nel mezzo per Osvaldo, ben anticipato da Cosic.

 

SECONDO TEMPO

 Tra il primo e secondo tempo Dentro Destro per Florenzi e giallorossi a trazione offensiva. Subito al primo grossissima chance per il pari della Roma. Batti e ribatti in area con il Pescara che non riesce a liberare l'area: palla a Totti che dal limite non inquadra di un nulla la porta complice anche una deviazione sfortunata di Destro.

La Roma spinge e al quinto trova il pareggio sull'ennesimo errore della difesa del Pescara. Cosic pasticcia e De Rossi trova l'assist vincente per il tocco da 2 passi di Destro che insacca.

Al decimo Totti dalla distanza ci prova. La potenza è buona, la mira decisamente di meno. Al 13esimo direttamente su calcio di punizione dai 25 metri il capitano giallorosso chiama Pelizzoli alla respinta con i pugni. Al quarto d'ora bel tiro di Pjanic dalla grande distanza e palla fuori non di molto.

Al 22esimo solare chance per i padroni di casa. Salta la trappola del fuorigioco in uscita e De Rossi a tu per tu con Pelizzoli esalta i riflessi dell'estremo difensore abruzzese.

Al 29esimo sciocchezza di Castan che appoggia male per Stekelemburg. Decisivo il portiere giallorosso nel chiudere lo specchio della porta a Sforzini.

Al 32esimo botta di Torosidis ben controllata dal solito Pelizzoli. Pochi secondi dopo Bradley neo-entrato da fuori non inquadra il sette da oltre 25 metri.

Al 41esimo la clamorosa occasione è per il Pescara con il baby Di Francesco, che ha provato con un pallonetto a superare senza fortuna Stekelenburg. Un minuto dopo rasoiata di De Rossi e palla a lato controllata da Pelizzoli. In pieno recupero Totti su punizione chiama alla battuta dal limite Lopez che spara alle stelle.

Prossimo impegno per i biancazzurri sabato alle ore 20,45 allo stadio Adriatico contro il Napoli.

 

TABELLINO

 ROMA (4-3-3): Stekelenburg; Piris (38'st Lopez), Marquinhos, Castan, Torosidis; Pjanic (28'st Bradley), De Rossi, Florenzi (1'st Destro); Lamela, Osvaldo, Totti. A disposizione: Goicoechea, Lobont, Romagnoli, Dodò, Taddei, Perrotta, Ttachtsidis, Lucca. Allenatore: Andreazzoli.

PESCARA (4-2-3-1): Pelizzoli; Zanon, Cosic (47'st Bianchi Arce), Capuano, Modesto; Rizzo, Togni; Celik (19'st Di Francesco), Cascione, Caprari (9'st Balzano); Sforzini. A disposizione: Perin, Falso, Bjarnason, Blasi, Caraglio, Abbruscato, Weiss, Vittiglio. Allenatore: Bucchi-Nobili.

ARBITRO: Massa della sezione di Imperia.

 

Andrea Sacchini