Lega Pro. Chieti e Teramo domenica in campo per “puntellare” la classifica

Chieti vuole il terzo posto, il diavolo a soli 2 punti dai play-off

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

870

chieti teramo calcio




CHIETI. È un momento psicofisico strepitoso per il Chieti che dopo aver raggiunto la salvezza nelle passate settimane, nelle prossime partite cercherà la matematica certezza di partecipare ai play-off.
I teatini sono reduci da una striscia positiva di 8 risultati e soprattutto dal movimentato epilogo del derby vinto 2-1 in rimonta al Fattori contro L'Aquila. Un successo che ha ulteriormente caricato l'ambiente ma ha lasciato anche una pesante eredità. Il tecnico Tiziano De Patre infatti è stato squalificato per 3 giornate dal giudice sportivo e nelle prossime giornate verrà sostituito in panchina dal suo vice. Squalificati invece Del Pinto ed Alessandro.
«Al di là degli episodi arbitrali la vittoria nel derby è stata meritatissima» – ha raccontato il tecnico del Chieti Tiziano De Patre negli spogliatoi a fine gara – «nel primo tempo c'era anche un rigore per noi. Abbiamo fatto una grande gara e soprattutto mi è piaciuta la reazione e la voglia di vincere fino all'ultimo minuto».
Sul futuro: «il Chieti ha fatto un altro importante passo verso i play-off che a questo punto sono il nostro obbiettivo dopo aver centrato la salvezza. Ora però dopo la bella vittoria di L'Aquila è vietato rilassarci».
Con l'obbiettivo di riempire il più possibile gli spalti dell'Angelini, la società ha applicato per domenica prezzi popolari che vanno dai 5 euro della Curva Volpi ai 15 euro della Tribuna per tutti i tagliandi acquistati in prevendita fino a sabato.

IL TERAMO DOMENICA OSPITA L'ARZANESE E GUARDA AI PLAY-OFF
Momento positivo anche per il Teramo, che grazie al successo di domenica a Lamezia per 3-1 ha raggiunto i piedi della zona play-off distante ora soltanto 2 lunghezze. La lotta agli spareggi promozione, riaperta dopo gli ultimi disastrosi risultati dell'Aquila, per forza di cose dovrà passare dal match interno di domenica allo stadio di Piano d'Accio contro l'Arzanese, che certo non rappresenta un ostacolo insormontabile. 


Andrea Sacchini