Basket. La BLS Chieti supera 92-66 il San Severo e torna al successo

Tante le assenze ma grande carattere delle furie

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

875

Basket. La BLS Chieti supera 92-66 il San Severo e torna al successo




CHIETI. Superlativa prestazione della BLS Chieti, che supera nettamente l’EnoAgrimm San Severo (92-69 il punteggio finale), nell’anticipo televisivo della giornata. I biancorossi hanno messo in mostra una qualità di gioco ed una concentrazione sorprendenti, tanto da chiudere i conti con larghissimo anticipo.
I quintetti d’avvio sono condizionati dalle pesanti assenze (Diomede e Gatti da una parte, Maggio dall’altra): Sorgentone schiera così Rajola, Severini, Raschi, Micevic e Rossi, mentre Corpaci si affida a Zampolli, Sirakov, Scarponi, Del Brocco e Iannilli. L’incontro resta in equilibrio per un solo quarto, il primo, nel quale San Severo si porta per l’unica volta in vantaggio, subito sopravanzata grazie a 9 punti di Rossi. La formazione pugliese si affida sempre all’individualità più ispirata, Scarponi, protagonista del 18-18 con cui si chiude la frazione.
Da lì in poi, è un monologo biancorosso: i tiratori si scatenano contro la zona, Micevic e Bolletta non sbagliano un colpo mentre Severini mette letteralmente la museruola al temuto Gueye, offrendo un notevole contributo anche in attacco. Le giocate sull’asse Raschi-Rossi non lasciano scampo all’EnoAgrimm, e nonostante i terzi falli di Rajola e Severini la BLS è saldamente avanti all’intervallo: 41-27.
Il solito Scarponi illude i suoi segnando i canestri del -9, ma è troppo solo, mentre dall’altra parte il gioco di squadra fa la differenza. Anche quando Micevic, fin lì mattatore dell’incontro, deve uscire per falli, Gialloreto, Raschi e Rossi si trovano a meraviglia, sostenuti dalla grande energia di Severini e Bolletta, che continuano a non concedere nulla alle bocche da fuoco avversarie.
Si va all’ultimo riposo sul 70-45, l’ennesimo sprazzo di Scarponi evita ai gialloneri il trentello, ma a suon di canestri, rimbalzi ed assist Raschi mantiene sempre a debita distanza gli ospiti. Le Furie continuano a macinare gioco fino alla fine, toccando con uno scatenato Rossi un massimo vantaggio di 26 lunghezze e facendo registrare ben 25 assist (11 del solo Raschi). Dopo le sostituzioni e le standing ovation per i tanti protagonisti l’incontro va in archivio con un meritatissimo 92-69.
Ampiamente ribaltata la differenza canestri nei confronti di San Severo, la BLS resta in corsa per evitare i playout, ma deve ora necessariamente sbloccarsi anche in trasferta, a cominciare da quella della prossima settimana a Latina.

BLS CHIETI – ENOAGRIMM SAN SEVERO 92-69 (18-18; 41-27; 70-45)

BLS CHIETI: Rajola 3, Severini 9, Raschi 18, Micevic 18, Rossi 24; Gialloreto 14, Bolletta 6, Mastroianni, Diomede ne, Spera ne. All. Sorgentone.
ENOAGRIMM SAN SEVERO: Zampolli 18, Sirakov 7, Scarponi 21, Del Brocco, Iannilli 12; Mirando, Liguori ne, Gueye 3, Caccavo ne, De Paoli 8. All. Corpaci.
RIMBALZI: Chieti 38 (Micevic e Rossi 9), San Severo 23 (Zampolli e Gueye 4). Assist: Chieti 25 (Raschi 11), San Severo 8 (Zampolli 5).