Basket. I Roseto Sharks superano 68-54 la Stella Azzurra Roma

Domenica derby d'Abruzzo contro l'Amatori Pescara

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

923

Basket. I Roseto Sharks superano 68-54 la Stella Azzurra Roma




ROSETO. Con la vittoria sulla Stella Azzurra Roma (68-54), la Mec Energy conquista il 21° successo stagionale, issandosi a quota 42 punti in classifica. Rimane dunque stabile il secondo posto, con i 2 punti ottenuti oggi che lasciano ben sperare per quel che rimane della stagione (3 partite). Alla palla a due, coach Melillo schiera il solito starting five, con Stanic, Petrucci e Marcante esterni, Leo e Di Giuliomaria sotto le plance. D’Arcangeli risponde con Grande, Pappalardo e Leonzio fuori dall’arco, oltre Duranti e Paesano nel pitturato. Contro ogni pronostico, la Stella Azzurra inizia a spingere sull’acceleratore, adoperando un pressing letale a tutto campo che, nei minuti iniziali, manda in confusione gli Sharks. Ad ogni modo, Petrucci e Marcante spingono Roseto sul 15-9 del 4’, ma i capitolini entrano in partita, offensivamente parlando, grazie a Pappalardo e Paesano, con quest’ultimo che causa agli adriatici non poche difficoltà in fase di rimbalzo (14 totali per il giovane romano, 7 dei quali in attacco). Roseto accusa scarsa lucidità in fase offensiva, ne approfitta così la Banda D’Arcangeli, che impatta sul 18 pari in chiusura di primo quarto. Melillo prova a mettere dentro i giovani D’Arrigo e Marini, aumentando l’intensità difensiva, ma i laziali approcciano meglio e bloccano ogni sortita in attacco dei biancazzurri. Roseto subisce i giovani romani soprattutto sotto canestro (9 rimbalzi offensivi lasciati agli avversari nei primi 2 quarti), ma applica comunque un buon contenimento. In fase realizzativa, le cose per Roseto non migliorano, tanto che i primi 6 punti del secondo quarto arrivano dalla lunetta con Marcante e Stanic (6-2 il parziale dopo la prima metà della terza frazione). Quel che resta del secondo quarto va letteralmente a favore degli ospiti, spinti dalle soluzioni di Grande e Pappalardo (migliori marcatori sponda Stella Azzurra). E’ proprio una tripla a fil di sirena di Alessandro Grande, a consentire ai neroazzurri di rientrare negli spogliatoi con il naso avanti (28-30). 


In avvio di ripresa, il piglio con cui Caruso e compagni tornano in campo è decisamente diverso, come testimonia il break rosetano di 7-0, targato proprio Martin Caruso. Sono, di fatti, 7 punti consecutivi del capitano a dare il La al primo vero allungo del match (35-30), che i capitolini, poi, non riusciranno più a colmare. Duranti e Pappalardo provano a restare a galla con iniziative isolate, ed è un mini parziale di 6-0 in favore della Stella Azzurra, che non permette al pubblico di casa di potersi rilassare per i minuti finali. Inoltre, sul punteggio dunque di 50-44, Di Giuliomaria prende un tecnico a gioco fermo, con gli ultimi e decisivi dieci minuti che si aprono con 2 tiri liberi più rimessa per gli uomini di D’Arcangeli. Uno su due per Grande, 50-45. L’ultimo periodo di gioco non è spettacolare, con molti errori da una parte e dall’altra del parquet, ma la maggiore esperienza, alla lunga, premia la Mec Energy, che, facendo leva sulle combinazioni tra Stanic e Leo, trova lo strappo decisivo a cavallo tra il 34’ e il 36’ (65-52 a 4’ dalla fine). Gli ultimi sprazzi in campo sono di puro garbage time, e una tripla di Petrucci sancisce il definitivo 68-54, con i tifosi che applaudono i propri beniamini per il 13° successo casalingo. Dando uno sguardo alle statistiche, ben 5 uomini in doppia cifra tra gli Sharks (dai 12 di Leo - miglior marcatore - ai 10 di Stanic e Petrucci). Tra i capitolini, ennesime buone prestazioni per Pappalardo (17 punti) e Grande (15 punti). Prossimo turno per i biancazzurri, domenica 14 aprile al PalaElettra di Pescara, per la messa in scena del Derby d’Abruzzo.

MEC ENERGY ROSETO - STELLA AZZURRA ROMA: 68-54
ROSETO: Faragalli n.e., Marcante 11, Petrucci 10, D’Arrigo, Stanic 10, Leo 12, Caruso 11, Marini 5, Amoroso 2, Di Giuliomaria 7, all. Melillo
STELLA AZZURRA ROMA: Duranti 8, Grande 15, Buscaglione, D’Ascanio L., Leonzio 1, Fallucca 3, Cucci 2, Paesano 8, Pappalardo 17, Barucca, all. D’Arcangeli
ARBITRI: Vittori Marco e Pazzaglia Jacopo
PARZIALI: 18-18, 10-12, 22-14, 18-10
USCITI PER 5 FALLI: Marini per Roseto e Fallucca per la Stella Azzurra
FALLI TECNICI: Stanic al 17’ e Di Giuliomaria al 30' per Roseto, Barucca al 33' per la Stella Azzurra
NOTE: Roseto, 19/29 da 2, 6/24 da 3, 25/53 tot., 12/25 ai liberi, 40 rimbalzi (31 dif. e 9 off.). Stella Azzurra, 15/45 da 2, 5/18 da 3, 20/63 tot., 9/16 ai liberi, 37 rimbalzi (25 dif. e 12 off.). Spettatori: 1500 circa.