SERIE A

Delfino Pescara. Voci di addio ma Delli Carri resiste: «io capro espiatorio dei tifosi»

Conte intanto non si fida dei biancazzurri: «oggi conta solo vincere»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3338

Daniele Delli Carri

Daniele Delli Carri



PESCARA. Le voci e le indiscrezioni raccolte nelle ultime settimane danno per scontato l'addio a fine stagione di Daniele Delli Carri. L'attuale Ds biancazzurro, nell'occhio del ciclone di critica e soprattutto tifoseria, ieri avvicinato da Tuttomercatoweb ha dichiarato con forza di voler continuare l'avventura col sodalizio adriatico: «non penso al mio futuro. Ho ancora un anno di contratto e sono tranquillo. In questo momento pensiamo soltanto alla salvezza, poi a fine campionato ognuno farà le proprie valutazioni».
«Per quanto mi riguarda voglio continuare il mio progetto qui» – prosegue Delli Carri – «anche perché le contestazioni dei tifosi sono una cosa normale. Quando le cose non vanno bene si cerca sempre un capro espiatorio ed i tifosi l'hanno trovato in me». 


Intanto con l'obbiettivo di limitare i danni, il Pescara è partito ieri alla volta di Torino dove oggi pomeriggio alle ore 18,00 affronterà la Juventus. Il pronostico da per spacciati gli uomini di Bucchi, chiamati quantomeno ad una prova d'orgoglio dopo il clamoroso 6-1 subito all'andata allo stadio Adriatico. L'unico rischio che corre la Juventus, alla vigilia del return match di Champions League col Bayern Monaco, è quello di sottovalutare l'avversario che versa in condizioni sportive drammatiche. Il tecnico dei bianconeri Antonio Conte però alla vigilia ha voluto strigliare i suoi, mettendoli in guardia dai pericoli di un match sulla carta senza storia: «so che ci attende l'importante ritorno di coppa col Bayern, ma oggi parlo soltanto del Pescara che ora è più importante della Champions. Sarà una partita fondamentale contro una squadra ancora in lotta per la salvezza».
«Bisogna evitare scivoloni sempre dietro l'angolo» – prosegue Conte – «la presunzione uccide quindi voglio vedere i miei giocatori in campo aggressivi e con la bava alla bocca. Col Pescara conta solo e soltanto vincere». 


Andrea Sacchini