calcio

Serie B. La Virtus Lanciano perde 2-0 a Livorno: ora la classifica fa più paura

Frentani privi di 5 titolari e puniti dai gol di Belingheri e Paulinho

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1396

Serie B. La Virtus Lanciano perde 2-0 a Livorno: ora la classifica fa più paura




LIVORNO. Non riesce l'impresa alla Virtus Lanciano che perde 2-0 al Picchi contro il Livorno seconda forza del torneo. Un gol per tempo. Vantaggio al 36esimo del primo tempo con Belingheri e raddoppio definitivo al 22esimo della ripresa con Paulinho.

Prestazione generosa ma sfortunata dei frentani, che privi di ben 5 titolari hanno giocato per lunghi tratti della contesa alla pari contro un avversario forte tecnicamente e fisicamente che non ha lasciato nulla al caso.
Classifica ulteriormente accorciata con la vittoria pesante della Reggina ed il pareggio del Vicenza. Virtus che ora ha soltanto un punto da difendere dalla zona play-out.
I rossoneri, al secondo ko consecutivo, si giocheranno parecchie delle proprie chance di salvezza nel match del Biondi di giovedì contro il Vicenza.

LA PARTITA
Nel Lanciano mister Gautieri è costretto a fare la conta degli indisponibili. Fuori 5 titolarissimi (Leali, Almici, Vastola, Volpe e Piccolo, ndr), fiducia al consueto 4-3-3 per non snaturare gli equilibri. In porta largo ad Aridità mentre indifesa dentro Rosania che completa il reparto insieme a Mammarella, Amenta ed Aquilanti. A centrocampo Paghera, Di Cecco e D'Aversa, con il compito di pungere affidato a Falcinelli, Turchi e Plasmati. Rientro nei convocati di Fofana che va in panchina insieme al terzo portiere Amabile.
Nel Livorno fuori Siligardi e spazio in attacco a Belingheri trequartista alle spalle delle punte Dionisi e Paulihno. Difesa a 3 scelta da Nicola, con Luci, Duncan e Schiattarella a centrocampo.
Arbitra Pasqua della sezione di Tivoli.
Avvio di gara equilibrato. Al terzo il primo tentativo è di Falcinelli che dalla distanza non sorprende Fiorillo. Al nono minuto Dionisi nel cuore dell'area di rigore gira verso la porta: sicuro Aridità.
Al 17esimo conclusione di Turchi da fuori area e palla sul fondo non di molto. Al 19esimo chance per i labronici con Duncan, che dal limite sfiora il palo.
Al 28esimo ottima risposta dell'estremo difensore della Virtus, che dice di no a Dionisi ben innescato da un compagno di squadra.
Al 33esimo la ghiotta occasione è per il Lanciano. Falcinelli ben imbeccato da Plasmati supera in dribbling Fiorillo e da posizione decentrata non inquadra di pochissimo lo specchio della porta.
Al 36esimo però arriva la doccia fredda del vantaggio dei toscani. Schiattarella dal limite lascia partire un gran destro, respinta centrale di Aridità e seconda conclusione vincente di Belingheri.
Reazione poco convinta dei frentani, che però al 44esimo costruiscono i presupposti del pareggio con Falcinelli, che palla al piede supera la metà campo ed ostacolato da un difensore conclude debole e centrale tra le braccia di Fiorillo.
Nella ripresa avvio frizzante del Lanciano, con Turchi vicino al punto dell'1-1 al minuto 2 con una conclusione velenosa dal limite: palla fuori. Al quarto Falcinelli in piena area non trova il tempo per la battuta a rete su bel pallone di Turchi.
Al quarto d'ora tentativo pericoloso di Paulinho, che da posizione molto difficile non inquadra di poco il sette. Al 21esimo Ceccherini sfiora il bersaglio grosso.
Il raddoppio del Livorno però è soltanto rimandato di un minuto. Ottimo spunto in progressione di Emerson che trova il corridoio giusto per Paulinho che a tu per tu con Aridità salta il portiere e deposita nel sacco: 2-0 per i padroni di casa.
Alla mezz'ora rossoneri vicini al gol della bandiera con un autogol di Ceccherini su traversone velenoso nel mezzo di Falcinelli.
Lanciano mai arrendevole e nuovamente vicini alla rete al minuto 42 con D'Aversa, che dal limite spara sul fondo di pochissimo. 60 secondi dopo Livorno vicino al terzo gol con Belingheri che da 2 passi cestina una ghiotta chance. Al terzo minuto di recupero ancora il numero 7 del Livorno al volo da posizione decentrata conclude sul fondo della rete.
In classifica frentani bloccati a 38 punti, con una lunghezza di vantaggio sulla zona play-out. Per la Virtus Lanciano giovedì turno importantissimo allo stadio Biondi contro il Vicenza. Gara assolutamente da non perdere visto che la classifica ora comincia a far paura.

TABELLINO
LIVORNO (3-4-1-2): Fiorillo; Bernardini, Emerson, Ceccherini; Schiattarella (39'st Salviato), Luci, Duncan, Gemiti (31'st Lambrughi); Belingheri; Dionisi (32'st Bigazzi), Paulinho. A disposizione: Mazzoni, Gentsoglou, Cellerino, Dell'Agnello. Allenatore: Nicola.
VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Aridità; Aquilanti, Rosania, Amenta, Mammarella; Paghera (16'st Falcone), D'Aversa, Di Cecco; Falcinelli (39'st Spinazzola), Plasmati, Turchi (28'st Fofana). A disposizione: Amabile, Minotti, Marceta, Scrosta, Falcone. Allenatore: Gautieri.

ARBITRO: Pasqua della sezione di Tivoli.

Andrea Sacchini