Lanciano Basket. Il patron Flaminio punta il nono posto: «col Salerno conta solo vincere»

Domenica gara da non sbagliare contro i campani: in palio punti pesanti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1449

Lanciano Basket. Il patron Flaminio punta il nono posto: «col Salerno conta solo vincere»




LANCIANO. Vanno avanti i lavori in casa Lanciano in vista del match fondamentale di domenica in casa contro il Salerno ultimo della classe. I campani sono meritevoli della massima attenzione e non rappresentano assolutamente la classica squadra materasso dopo la vittoria a sorpresa di 2 settimane fa tra le mura amiche contro il Vasto secondo.
In casa frentana però non è ancora passata l'amarezza per il ko subito all'ultimo secondo nella trasferta di Trani, come ammette il patron Flavio Flaminio: «pensavamo fosse fatta poi purtroppo abbiamo subito questa sconfitta ed abbiamo perso 2 punti importanti in ottica salvezza. 2 punti in più a noi ed altrettanti meno a loro che avrebbero dato un volto sicuramente diverso alla nostra classifica».
L'occasione del riscatto è subito servita contro il Salerno: «è una gara da non sbagliare perché sono punti sempre preziosi per raggiungere una tranquilla posizione in graduatoria. Sappiamo che i punti negli scontri diretti valgono doppio quindi abbiamo solo 2 alternative: vincere o vincere perché per come è combinata la formula del campionato siamo costretti a far nostra l'intera posta in palio».
Non sarà facile visto e considerato che il Salerno crede ancora alla salvezza: «non dobbiamo perdere anche se squadre deboli non ne esistono ed il Salerno l'ha dimostrato prima della sosta, superando il Vasto seconda forza del torneo ed accorciando la classifica in maniera importante».

FATTO IL POSSIBILE PER CERCARE DI ARRIVARE TRA LE PRIME 9
Sin da inizio campionato l'obbiettivo è sempre stato quello di una salvezza tranquilla: «gli obbiettivi sono sempre stati quelli di mantenere la categoria, anche se ad inizio campionato avevamo visto molto bene la squadra. Poi una serie di difficoltà legate anche ad infortuni gravi di giocatori preziosi ci hanno un po' tagliato le gambe».
«La società ha sempre fatto il massimo» – prosegue il patron Flaminio – «ingaggiando per esempio un allenatore importante come Giorgio Salvemini e giocatori di grande qualità che hanno avuto alle spalle campionati importanti di DNA e DNB. Cerchiamo ora di salvarci con maggiore tranquillità possibile, cercando magari di raggiungere l'ottavo-nono posto che ci garantirebbe la partecipazione ai play-off promozione».

LA CRISI ECONOMICA HA COLPITO ANCHE LO SPORT
Non è affatto facile mantenere a buoni livelli una squadra di pallacanestro, neanche in Divisione Nazionale C. La crisi economica degli ultimi anni ha infatti colpito anche lo sport ed ha ridotto in maniera sensibile gli introiti della società legate alle sponsorizzazioni: «la crisi ha colpito tutto ed in molti hanno diminuito il proprio contributo. È difficile con poche risorse reperire palestre, campi di allenamento etc che hanno un costo. È grazie all'aiuto di tanti collaboratori validi come Maurizio Amoroso, Nico Martelli e Donato Giuliano solo per citarne alcuni, che riusciamo a mantenere vivo il discorso basket a Lanciano».
«Non credo nei mecenati» – chiude Flavio Flaminio – «ma nell'impegno quotidiano, per questo mi sento di ringraziare i miei validi collaboratori».
Andrea Sacchini