CALCIO

2°Div/B. Domenica derby tra Teramo e Chieti per un posto al sole

I due tecnici pronti alla battaglia: «gara importante in chiave play-off»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

919

2°Div/B. Domenica derby tra Teramo e Chieti per un posto al sole






ABRUZZO. L'attesa cresce per il derby d'Abruzzo di domenica allo stadio di Piano d'Accio tra Teramo e Chieti. Le due squadre arrivano all'appuntamento con stati d'animo completamente diversi ma con lo stesso obbiettivo: cercare con un eventuale successo di puntellare o avvicinare un posto al sole, in questo caso i play-off. Il Chieti, che viene da un buon periodo di risultati e prestazioni, domenica ha superato in scioltezza 4-1 l'ostacolo Aversa Normanna mentre il Teramo, con molto amaro in bocca, si è fatto acciuffare sull'1-1 dall'Hinterreggio all'ultimo secondo di recupero. Pareggio originato da una sciocchezza di Chovet commessa però nettamente fuori dall'area di rigore. La società teramana però, con in testa il suo allenatore, in settimana non ha voluto assolutamente gettare benzina sul fuoco ed ha minimizzato come è giusto che sia l'accaduto: siamo rammaricati per la vittoria sfumata all'ultimo minuto ma allo stesso tempo soddisfatti della prestazione. La squadra ha fatto bene in tutti i reparti, peccato per distrazione successiva al nostro contropiede andato male che ha originato il pareggio dell'Hinterreggio. Siamo stati ingenui».
Sul futuro e sul derby col Chieti: «sarà difficile ma vogliamo vincere per cullare l'obbiettivo play-off. Certo non possiamo perdere punti come quelli persi con l'Hinterreggio a tempo quasi scaduto. Ci manca ancora qualcosa per fare un campionato diverso da quello attuale, nonostante al primo anno in Seconda Divisione stiamo facendo bene».
Di contro il Chieti arriva all'appuntamento in condizioni psico-fisiche decisamente migliori: «stiamo crescendo giornata dopo giornata e non posso che elogiare i miei ragazzi. Non possiamo più nasconderci ora: l'obiettivo sono i play-off dopo aver brillantemente raggiunto la salvezza con largo anticipo. Manteniamo la calma e potremmo toglierci importanti soddisfazioni da qui alla fine del campionato.
«Sicuramente un Chieti così in alto in classifica non se lo aspettava nessuno» – «prosegue il mister neroverde – perché siamo partiti in estate con tante scommesse, tanti giovani e pochi giocatori esperti che sono rimasti in questa squadra. Restiamo umili nonostante i risultati e le prestazioni siano dalla nostra parte. Possiamo essere la sorpresa di questo campionato».
Vicino in casa Chieti inoltre l'acquisto dell'attaccante Petagine, reduce da un lungo infortunio e pronto a dare una mano importante al gruppo in questo finale di stagione difficile. Le due squadre sono separate in classifica da 5 punti.
Andrea Sacchini