CALCIO

Delfino Pescara. Kroldrup nuovo ministro della difesa: «dopo un lungo infortunio sono pronto»

L'ex centrale di Fiorentina ed Udinese rinforza la difesa più battuta del campionato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1057

Delfino Pescara. Kroldrup nuovo ministro della difesa: «dopo un lungo infortunio sono pronto»




PESCARA. La difesa del Pescara è la più perforata della serie A e gli infortuni delle ultime settimane, Zauri, Balzano e Capuano in primo luogo, hanno ulteriormente indebolito un reparto già di per se debolissimo. Da qualche giorno però Per Kroldrup, vasta esperienza nella massima divisione italiana ed inglese, è ufficialmente un giocatore de Pescara. L'ex difensore tra le tante di Udinese e Fiorentina potrà dare esperienza e qualità alla difesa, che fin'ora ha sofferto oltremodo il fatto di essere impacciata e nuova per la categoria: «sono qui per dare una mano importante alla squadra. C'è tanto da lavorare ed il lavoro difensivo è il risultato dell'impegno di tutta la squadra. Bisogna aiutarci tutti e far vedere che abbiamo tutte le possibilità di migliorare».
Dopo 21 mesi di inattività Kroldrup può finalmente sentire l'odore del campo da gioco: «è stato un lungo infortunio ma ora sto bene e sono pronto a giocare già da domenica. È arrivata questa possibilità e ringrazio la società per la fiducia e la disponibilità. Ora penso solo a tornare a giocare anche se la condizione non è ancora ottimale. Mi sento bene ma non so se riuscirò a giocare tutta la partita. Poi toccherà al mister decidere o meno del mio impiego». 


Sull'infortunio grave che lo ha colpito: «a maggio 2011 ho finito normalmente il campionato, poi ho avuto problemi da agosto dello stesso anno. Non mi sono operato e a lungo andare abbiamo capito che il problema al tendine non poteva essere risolto senza operazione. Poi a giugno 2012 è scaduto il contratto con la Fiorentina. Ho rischiato di finire la carriera e ho il rimpianto di non essermi operato in precedenza, evitando un anno in cui non si è capita bene la mia situazione».
Sulla situazione critica del Pescara: «ho visto le ultime partite e non sono andate bene purtroppo. Guardiamo avanti e pensiamo partita per partita per fare punti importanti in ottica salvezza. Una bella prestazione domenica con l'Atalanta può cambiare il nostro campionato. Il risultato è sempre conseguenza del gioco».
Sul futuro personale: «non ha senso pensare a discorsi sul futuro, ora voglio solamente pensare alla salvezza del Pescara, poi a giugno vediamo».


Andrea Sacchini