Calcio a 5. Sabato il Cus Chieti affronta il Modugno. Della Matrice mette in guardia i suoi

Il giovane prodotto del vivaio neroverde presenta la partita

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

747

Calcio a 5. Sabato il Cus Chieti affronta il Modugno. Della Matrice mette in guardia i suoi




CHIETI. Sabato sarà lo snodo cruciale per la stagione del Cus Chieti del presidente e trainer Mario Di Marco. I neroverdi dopo il passo falso nel derby contro Loreto, si preparano ad affrontare un Modugno rinvigorito dalla vittoria di settimana scorsa contro il Palestrina. I cussini riavranno a disposizione Fabiano Di Muzio e Paolo Cesaroni assenti nella scorsa partita per squalifica. Con la squadra al completo il tecnico Di Marco cercherà di allungare il gap dalla zona play out, cercando di tirar fuori dalla sua squadra il meglio. Dopo i tre risultati utili consecutivi accumulati prima del derby, i nero verdi sono usciti momentaneamente dalla zona calda e tenteranno di restarci fino al termine del campionato. A presentare la gara con Modugno è Lorenzo Della Matrice, ennesimo prodotto del Cus Chieti, alla sua seconda stagione e mezza con la casacca nero-verde:” Sabato sarà una partita importante per noi; dopo la sfortunata gara dell’andata vogliamo fare di tutto per poter guadagnare i tre punti. Loro nell’ultima gara hanno vinto e probabilmente verranno qui molto agguerriti. Sicuramente non abbiamo paura di nessuno, come abbiamo dimostrato in tutto questo girone di ritorno. Giochiamo in casa e c’è solo un risultato utile ai fini del nostro obbiettivo.” Sulla sconfitta di settimana scorsa Della Matrice non fa drammi: “Sicuramente a nessuno piace perdere un derby. Abbiamo fatto qualche errore di troppo in fase difensiva, ma c’è anche da dire che il Loreto è una signora squadra e lo dimostrano i risultati e la classifica.” Della Matrice con la sua agilità e rapidità è il più preso di mira dai difensori avversari; questo fa del brevilineo Della Matrice uno dei punti di forza dello scacchiere di Di Marco: “Mi sento molto bene fisicamente, ma d’altronde come tutta la squadra perché stiamo lavorando veramente bene. Siamo anche usciti dalla zona calda della classifica e quindi siamo anche più tranquilli mentalmente. Con questa tranquillità riusciamo a fare delle prestazioni ottime e vediamo di continuare su questa strada perché penso che con la buona volontà possiamo salvarci tranquillamente.”