SERIE A

Delfino Pescara. Bergodi punta il dito sul mercato: «a gennaio arrivati giocatori non pronti»

Nella sgambata del giovedì il tandem Bucchi-Nobili ha provato il 4-3-3

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

990

Cristiano Bergodi

Cristiano Bergodi






PESCARA. Dopo l'amaro esonero nel post partita con l'Udinese è tornato a parlare Cristiano Bergodi, al quale è stata fatale una striscia negativa di risultati di 7 sconfitte in 8 gare. L'ex tecnico del Pescara ha puntato il dito contro il mercato di gennaio del club, che non ha portato i rinforzi sperati e forse promessi: «la società aveva stilato un programma con rinforzi precisi in tutti i reparti. Poi questi non sono arrivati, o meglio sono arrivati giocatori che non potevano essere utili alla causa sin da subito. Gli italiani non giocavano da troppo tempo mentre gli stranieri come è normale che sia avevano bisogno di troppo tempo per ambientarsi».
«Ho dato tutto nelle prime 6 partite della mia gestione» – conclude l'ex allenatore del Pescara – «e sono venuti fuori risultati anche superiori alle aspettative. Poi da gennaio in poi qualcosa è cambiato anche per il mercato, con gli scontri diretti arrivati nel nostro momento peggiore quando i giocatori italiani erano in ritardo di condizione e gli stranieri non erano ancora pronti a dare un contributo importante».
Parole chiare che mettono in ulteriore evidenza gli errori marchiani della società biancazzurra nel mercato di gennaio.

IL TANDEM BUCCHI-NOBILI PENSA AL 4-3-3 CON SCULLI-WEISS-VUKUSIC DAVANTI
Davanti agli occhi vigili ed attenti di Bruno Nobili, nuovo allenatore del Pescara al fianco di Christian Bucchi, i biancazzurri hanno svolto la consueta sgambata del giovedì contro gli Allievi Nazionali.
Importanti novità per il tandem di tecnici, che tenendo fede alle intenzioni di qualche giorno manifestate da Bucchi ed improntate sulla volontà di vincere, ha provato una formazione decisamente più offensiva concentrandosi in particolar modo sul 4-3-3. Questo lo schieramento scelto in avvio da Bucchi: Pelizzoli tra i pali con Perin a difendere la porta della formazione Allievi; in difesa Cosic e Kroldrup con Zanon e Bocchetti sulle corsie esterne. Centrocampo a 3 formato da Blasi, D'Agostino e Cascione; in attacco tridente formato da Sculli, Weiss e Vukusic. Spazio nella ripresa tra gli altri per Bianchi Arce, Togni, Quintero, Abbruscato e Caraglio. In evidenza Weiss autore di un poker e Sculli, che col passare dei giorni aumenta sempre più di condizione fisica.
Oggi singola seduta nel pomeriggio e presentazione ufficiale di Per Kroldrup, tesserato 2 giorni fa dal Delfino anche per porre rimedio alla grave emergenza infortuni che ha colpito la squadra nelle ultime settimane. Out infatti Capuano, Zauri, Modesto, Sforzini, Caprari, Rizzo e Balzano.
Problemi anche in casa Atalanta, con mister Colantuono che dovrà rinunciare a Bellini e Scaloni, i cui tempi di recupero appaiono al momento incerti. Squalificato Carmone, potrebbe recuperare e giocare dal primo minuto Cigarini in cabina di regia. Per il resto scelte quasi fatte con Lucchini in difesa favorito su Canini ed il tandem offensivo che a meno di sorprese dovrebbe essere composto da Livaja e Denis. Ballottaggio invece tra Giorgi e Brienza con il primo leggermente in vantaggio.
La gara verrà diretta da Domenico Celi della sezione di Bari. Guardalinee Galloni e Rubino.


Andrea Sacchini