CALCIO

2°Div/B. Domenica irta di difficoltà per L'Aquila e Teramo. Impegno facile sulla carta per il Chieti

Martina Franca, Hinterreggio ed Aversa Normanna le avversarie delle abruzzesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1032

2°Div/B. Domenica irta di difficoltà per L'Aquila e Teramo. Impegno facile sulla carta per il Chieti




L'AQUILA. Dopo la giornata negativa di domenica scorsa, nella quale l'unica a sorridere è stato il Chieti, le tre formazioni abruzzesi di Lega Pro tornano in campo per continuare a cullare il sogno promozione in Prima Divisione.
L'Aquila, dopo l'inatteso ko del Fattori contro il modesto Campobasso, cerca l'immediato riscatto fuori casa, dove fin'ora ha collezionato le migliori prestazioni e costruito gran parte della propria classifica. Avversario di turno è il forte Martina Franca, che punta ad un piazzamento nei play-off. In terra pugliese i rossoblù non possono permettersi altri passi falsi anche perché il secondo posto occupato dal Pontedera, che significherebbe promozione diretta alla categoria superiore, dista già 5 lunghezze.
«La sconfitta col Campobasso ha lasciato l'amaro in bocca» – ammette Maurizio Ianni, tecnico dell'Aquila – «ma abbiamo già vissuto un periodo simile quando abbiamo pareggiato 1-1 al Fattori con l'Hinterreggio e poi abbiamo prontamente reagito in trasferta. Ci sono 9 partite ancora da giocare ed il Pontedera secondo può essere raggiunto, anche se dobbiamo sfruttare ogni minimo passo falso dell'avversario senza perdere noi di concentrazione».
Col Martina sarà dura: «sì, per questo voglio vedere una squadra più matura, in grado di non abbattersi o perdere fiducia in caso la partita dovesse mettersi male. Io credo ancora nella promozione diretta ma non possiamo più sbagliare. Mi aspetto un atteggiamento diverso, con maggiore cattiveria e determinazione».
Nei pugliesi mancherà per squalifica Gambuzza. Nessun appiedato invece tra le fila dei rossoblù.
Martina Franca-L'Aquila verrà diretta da Carmine Pierro della sezione di Nola coadiuvato da D'Albore e Manco. Fischio d'inizio domenica alle ore 17,00 perché in precedenza in città è prevista un'importante appuntamento patronale.

IL CHIETI IN CASA CON LA MATRICOLA AVERSA NORMANNA SOLO PER I 3 PUNTI
Dopo il meritato successo di Gavorrano di quattro giorni fa, il Chieti tornerà in campo domenica all'Angelini con l'Aversa Normanna a caccia di altri 3 punti preziosi in ottica play-off.
Per i teatini l'occasione è ghiotta visto che di fronte ci sarà un undici che da questo momento in poi, dopo il ko interno di domenica col Melfi, avrà poco o nulla da dire fino al termine della stagione, con la retrocessione ormai alle porte. L'Aversa Normanna tra l'altro, che già tecnicamente e qualitativamente è nettamente inferiore ai neroverdi, dovrà rinunciare a metà squadra, falcidiata dal giudice sportivo. Salteranno la trasferta in terra d'Abruzzo infatti Manco, De Martino, Gesuele e Peluso. Tra le fila del Chieti stop di un turno per il trequartista Mungo, espulso a Gavorrano.
«Abbiamo vinto meritatamente una gara importante che ci avvicina ai play-off» – ha raccontato il tecnico dei neroverdi, Tiziano De Patre – «questi ragazzi ogni settimana si allenano bene e danno il massimo. Il futuro? Cerchiamo di difendere questo bel piazzamento in classifica fino alla fine e di mantenere sempre lontana la zona play-out».
«Ora con l'Aversa Normanna non voglio cali di tensione» – chiude De Patre – «voglio vedere continuità di prestazioni e di risultati».
Chieti-Aversa Normanna verrà diretta da Daniele Rasia della sezione di Bassano del Grappa. Guardalinee Pellegrini e Lipizer. Fischio d'inizio ore 14,30 allo stadio Angelini di Chieti.

IL TERAMO DOPO LA BEFFA DI DOMENICA FA VISITA ALL'HINTERREGGIO
Delusione forte in casa Teramo per l'immeritata sconfitta nell'ultimo turno di campionato al Piano d'Accio contro l'Aprilia. Sconfitta che ha allontanato la zona play-off ma che ha comunque messo in mostra un diavolo in palla che ha peccato soltanto in precisione e determinazione sotto porta. Per vendicare il ko di domenica il Teramo affronta in trasferta l'Hinterreggio, reduce dall'esaltante 1-1 conquistato all'Arechi contro la corazzata Salernitana, che venderà cara la pelle visto e considerato che i reggini sono coinvolti pienamente nella lotta per non retrocedere.
Per gli uomini di Cappellacci sarà fondamentale non perdere per non vedersi avvicinare dalle squadre ora coinvolte per evitare i play-out.
«Con l'Aprilia meritavamo molto di più ma alla fine abbiamo perso per degli episodi sfavorevoli» – spiega mister Roberto Cappellacci – «sia in occasione del loro gol sia con le occasioni che abbiamo fallito per il pareggio. Volevamo e dovevamo vincere ma purtroppo non è andata così. Lavoriamo per trovare subito il riscatto, anche se con l'Aprilia era importante in ottica play-off».
«Non facciamo drammi però» – chiude Cappellacci – «e concentriamoci sull'Hinterreggio che è buona squadra avendo fermato una formazione forte come la Salernitana».
Hinterreggio-Teramo verrà arbitrata da Vincenzo Todaro di Palermo. Assistenti Tudisco e Pollaci. Orario consueto alle 14,30 nel prestigioso Stadio Granillo di Reggio Calabria.

Andrea Sacchini