CALCIO

Delfino Pescara. Bucchi è il nuovo allenatore del Pescara... per i prossimi 30 giorni

Il presidente Sebastiani annuncia: «Bucchi è il tecnico, poi tra un mese si vedrà...»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2465

cristian Bucchi

Cristian Bucchi






PESCARA. Christian Bucchi è il nuovo allenatore del Pescara e succede all'esonerato Cristiano Bergodi... Almeno per il momento ed al massimo per 30 giorni sempre a patto che il Delfino ottenga (o abbia già ottenuto, ndr) dalla federazione una proroga di 3 settimane visto e considerato che l'attuale mister della Primavera non ha il patentino per allenare in serie A. Bucchi, concluso il “provino” di 30 giorni o nel corso degli stessi, verrà affiancato da un tecnico che ha il patentino. Il tutto fino a giugno ed in attesa del ritorno, possibile ma non certo, di Zdenek Zeman che dovrebbe prima risolvere parecchie grane con la Roma con cui è legato con un contratto fino a giugno 2014 a cifre importanti per se e per il suo staff.
L'ennesimo ed ultimo ribaltone si è verificato nella tarda mattinata di oggi, dopo che Marco Giampaolo non aveva trovato l'accordo definitivo con il Delfino. Resta palese una gestione del caso ai limiti del dilettantismo, con una serie B data ormai per certa anche dai dirigenti, che con la scelta di affidarsi all'ennesimo allenatore senza esperienza certifica quasi l'addio alle speranze di restare in serie A.
«Per ora sarà Christian a guidare la squadra, in questi 30 giorni studieremo il da farsi per trovare una soluzione», ha dichiarato Sebastiani a Sky, che non si è voluto sbilanciare sul possibile ritorno di Zdenek Zeman a Pescara: «Se pensiamo che ogni volta che questa squadra ha dei problemi, Zeman possa essere richiamato, non ne usciamo più. Lui è un grande allenatore e per me è anche un amico, ma il calcio va avanti, e anche il Pescara deve andare avanti».
Bucchi guiderà oggi il suo primo allenamento al Campo Vestina di Montesilvano, con la squadra che preparerà l'impegno delicato di domenica ad ora di pranzo a Bergamo con l'Atalanta.
Andrea Sacchini