Basket. L'Amatori Pescara torna al successo 75-71 sul Francavilla Fontana

Il quintetto pescarese vince nonostante un ultimo quarto negativo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1295

Basket. L'Amatori Pescara torna al successo 75-71 sul Francavilla Fontana




PESCARA. Dopo due sconfitte consecutive lontana dal proprio campo, torna a sorridere l'Amatori Pescara che si aggiudica lo scontro diretto con Francavilla Fontana con il punteggio di 75 a 71 e stacca in classifica i pugliesi, appaiati prima della sfida del PalaElettra. Partita di fatto decisa a cavallo tra il secondo ed il terzo quarto, allorquando la difesa dei pescaresi, dopo aver subito 24 punti nei primi 10', ha concesso alla squadra dell'ex Comignani la miseria di 22 punti in 20'. “Abbiamo sofferto nei primi minuti – ammette coach Trullo a fine partita – e nel primo quarto siamo stati contratti, molli difensivamente, ma altrettanto bravi a non perdere la testa. Nei successivi due parziali abbiamo difeso bene, concentrati, ed in quei minuti si è decisa la partita. Se non fosse stato per un paio di fischi che non mi hanno del tutto convinto arrivati nell'ultima frazione, sono sicuro che avremmo portato a casa il risultato senza rischiare”. “Questo successo – chiosa il tecnico – ci permette di mantenerci al quarto posto e di guardare al futuro con ottimismo. Già questo sarebbe un ottimo risultato, ma non dobbiamo e vogliamo accontentarci: per questo è importante giocare da qui alla fine tutte le partite dando sempre il massimo”.
A fare da eco alle parole dell'allenatore biancorosso il massimo dirigente della società, il presidente Luca D'Onofrio. “Sapevamo che ci attendeva una partita difficile – ammette ai microfoni di Tv6 – noi arrivavamo da due sconfitte e da un momento psicologico non facile, loro viceversa sono una squadra solida e difficile da affrontare. Siamo stati molto bravi, ma adesso è fondamentale continuare perché Pescara vuole consolidare quel quarto posto che ora occupiamo in classifica, che ci siamo meritati sul campo con i risultati e che all'inizio della stagione poteva non essere pronosticabile”.


Partita dunque dai due volti e che in avvio sembra arridere decisamente a Francavilla Fontana, entrata in campo con le idee apparentemente più chiare: sigillare il proprio pitturato e sfidare l'Amatori da fuori. I pescaresi non tirano male da dietro l'arco (2/3 di Maino), tuttavia concludono meno degli avversari (12 tiri totali a 20), perdono più palloni (6 a 2) e non riescono a garantirsi extra possessi (un solo rimbalzo in attacco). Nella seconda frazione coach Trullo mischia le carte in tavola, sceglie un quintetto più difensivo e comincia ad invertire il trend puntando sulla concretezza di Pepe (8 punti, 5 rimbalzi e 15 di valutazione nel quarto), Gilardi e Di Donato, che chiudono entrambi a +10 di plus/minus. Nella propria metà campo Pescara costringe gli avversari a soli 9 punti segnati, mentre in attacco, seppur non brillando, si mantiene sulla falsa riga di quanto fatto vedere nel primo quarto: 19 punti sono sufficienti per ribaltare il punteggio ed andare al riposo lungo avanti di due lunghezze (35-33).
Al rientro dagli spogliatoi l'Amatori continua a spingere e lentamente inizia a costruirsi il proprio vantaggio facendo leva su un exploit balisticamente quasi perfetto di Andrea Lagioia (10 punti e ¾ da 3 punti) e sulla voglia di capitan Di Carmine, molto attivo sui due lati del campo. Il vantaggio dei padroni di casa arriva così in doppia cifra (+13 al 31') proprio grazie ad una schiacciata a difesa schierata del numero 5 biancorosso. Un gesto pregevole che, nonostante un ritorno di Francavilla Fontana nei minuti finali e qualche brivido di troppo a partita già chiusa, è di fatto la giocata che suggella il ritorno alla vittoria.
Adesso per Pescara arriva un banco di prova importante: la trasferta in terra di Puglia contro la capolista Basket Nord Barese, uscita con le ossa rotte dal PalaMaggetti e sul groppone la terza sconfitta negli ultimi 5 incontri. Si giocherà al Palacolombo di Ruvo di Puglia domenica 10 marzo con inizio alle ore 18.
*** STATISTICHE