SERIE B

Finisce il momento magico della Virtus Lanciano. Al Biondi il Brescia vince 2-0

Frentani in inferiorità numerica dal 40esimo del primo tempo per rosso a Fofana

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1329

Finisce il momento magico della Virtus Lanciano. Al Biondi il Brescia vince 2-0




LANCIANO. Dopo 8 partite senza sconfitte si interrompe al Biondi col Brescia la serie positiva della Virtus Lanciano. Decisiva nella ripresa una doppietta di Corvia tra il 28esimo ed il 40esimo minuto per il 2-0 delle rondinelle. Risultato tutto sommato giusto per quanto fatto vedere in campo, anche se il match è stato fortemente condizionato dal cartellino rosso rifilato a Fofana per un brutto gesto nei confronti di un avversario nel corso del primo tempo. Gara nervosa con diversi cartellini gialli ed accenni di rissa tra le 2 squadre.
Nel primo tempo meglio il Brescia, più propositivo e determinato di un Lanciano contratto e poco incisivo. Per i frentani da segnalare soltanto una doppia occasione importante quasi a chiusura di frazione. Rondinelle invece che hanno fatto la partita, forti di un possesso palla maggiore e migliori verticalizzazioni per le punte.
Nella ripresa, complice la superiorità numerica, il Brescia ha spinto con forza sull'acceleratore per trovare il vantaggio, poi concretizzatosi al 28esimo. Reazione sterile della Virtus che subito l'1-0 non è stata capace come altre volte di raddrizzare l'incontro con grinta e determinazione.
Sconfitta però quasi indolore per la Virtus, che mantiene inalterate le chance di salvezza grazie al pari ottenuto dalla Reggina quintultima.

LA PARTITA
Il tecnico della Virtus Carmine Gautieri conferma le indiscrezioni della vigilia e da fiducia all'oramai collaudato 4-3-3. Rientrano dalla squalifica nell'undici base Volpe ed Almici, mentre sono out per lo stesso motivo Rosania e Turchi. Quest'ultimo, decisivo col suo gol nel pareggio di martedì col Modena, viene rimpiazzato da Fofana in un tridente tutto tecnica e velocità insieme a Piccolo e Falcinelli. Per il resto Leali in porta protetto da Almici, Aquilanti, Amenta e Mammarella. A centrocampo confermato Minotti nel mezzo con Vastola e Volpe mezze ali di spinta. Panchina tra gli altri per Plasmati e Di Cecco.
Nel Brescia lo stop per squalifica del centravanti Caracciolo costringe Calori ad un piccolo cambio tattico. No alle 2 punte e spazio ad un 4-3-2-1 con Scaglia e Sodinha alle spalle di Corvia. A centrocampo Finazzi, Budel e Rossi dal primo minuto. Arbitra Irrati della sezione di Pistoia davanti a circa 4.500 spettatori.
Avvio di gara equilibrato con nulla da segnalare se non una buona chance per Fofana che tira troppo debole tra le braccia di Arcari sugli sviluppi di un corner.
Al 18esimo la prima vera occasione della gara è per la Virtus. Mammarella da posizione decentrata chiama al difficile intervento Arcari.
Al 27esimo Brescia vicino al vantaggio con Sodinha, che su calcio di punizione dalla distanza colpisce il palo a Leali battuto. Alla mezz'ora ancora il trequartista delle rondinelle pericoloso: il tiro dal limite viene alzato in corner da Leali.
Al 37esimo protagonista ancora l'estremo difensore del Lanciano che con un colpo di reni ha chiuso lo specchio della porta a Corvia.
Un minuto dopo solare chance per i rossoneri con Fofana, che lanciato in profondità da Falcinelli a tu per tu con Arcari sparacchia malamente addosso al portiere. Sul corner seguente altra grande risposta di Arcari su tentativo da 2 passi di Piccolo. Finale di frazione nervoso con zero chance create ma importante per l'espulsione di Fofana al 40esimo per un brutto gesto nei confronti di Daprelà.
Ripresa con ritmi bassi con il Lanciano a protezione del risultato di partenza e Brescia più convinto poter far propria l'intera posta in palio.
Al quarto d'ora Scaglia da 2 passi non sfrutta un bellissimo assist di un compagno. Al 17esimo colpo di testa debole di Corvia tra le braccia di Leali.
Al 20esimo è il turno di Rossi che ci prova da buona posizione: ancora sicuro l'estremo difensore rossonero.
Al 27esimo ancora pericoloso il Brescia con Sodinha il cui tiro termina di un nulla sul fondo a Leali superato.
Al 28esimo rondinelle in vantaggio con Corvia, che di testa finalizza a meraviglia un bel cross di Rossi. Lanciano sotto di un gol ed in inferiorità numerica.
Al 34esimo Sodinha nel cuore dell'area spedisce il pallone fuori non di molto. Pochi secondi dopo Di Cecco prova il tiro dal limite con sfera anche in questo caso fuori di un nulla.
Al 40esimo il raddoppio del Brescia che chiude l'incontro ancora con Corvia, che da pochi passi insacca dopo uno scambio nello stretto con un compagno. Nel finale nulla da segnalare.
Con questa sconfitta la Virtus Lanciano resta a quota 34 in classifica con ancora 3 lunghezze di vantaggio sulla Reggina quintultima, che oltre il 90esimo ha strappato un prezioso 1-1 a Novara.
Per i frentani sabato prossimo scontro diretto in casa della Pro Vercelli penultima in graduatoria.

TABELLINO
VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Leali; Almici, Aquilanti, Amenta, Mammarella; Vastola (21'st Paghera), Volpe (29'st Plasmati), Minotti; Piccolo (1'st Di Cecco), Falcinelli, M. Fofana. A disposizione: Aridità, D'Aversa, Scrosta, Falcone. Allenatore: Gautieri.
BRESCIA (4-3-2-1): Arcari; Zambelli, De Maio, Caldirola, Daprelà (48'st Rosso); Finazzi (24'st Mitrovic), Rossi, Budel; Sodinha (38'st Benali), Scaglia; Corvia. A disposizione: Cragno, A. Caracciolo, Maxi Arias, A. Fofana. Allenatore: Calori.
ARBITRO: Irrati della sezione di Pistoia. Presenti sugli spalti circa 4.500 spettatori.

Andrea Sacchini