Pallanuoto Pescara. L'Original Marines cede a Roma. La Bustino perde 14-8 col Tirrena

Weekend negativo per le 2 formazioni pescaresi di serie B

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1946

Pallanuoto Pescara. L'Original Marines cede a Roma. La Bustino perde 14-8 col Tirrena




ROMA. Secondo molti addetti ai lavori, la Black Sharks potrebbe essere una delle favorite per la promozione in A2. E in effetti, alla rimaneggiata Original Marines non è riuscito il miracolo nella vasca romana.
Pescaresi sconfitti per 11-8 – senza Iervese e con Zicolella in panchina per acciacchi vari – ma senza drammi particolari, perché si sa bene che le partite da vincere saranno altre, ad esempio quella di sabato prossimo al Pala-Pallanuoto con la Cagliaritana.
Black Sharks subito avanti, Pescara meno brillante del solito sul piano del nuoto; nei due tempi conclusivi, la squadra di Maurizio Gobbi ha fatto il suo, ma senza riuscire ad agguantare gli avversari.
Miglior marcatore, ancora una volta, D’Aloisio, con tre reti tutte su rigore.
Ora si guarda avanti, come conferma il direttore sportivo Tommaso Cianfrone: “Complimenti alla Black Sharks, è una squadra molto forte e noi non siamo stati in grado di impensierirla specie all’inizio. Poi abbiamo preso confidenza, ma era troppo tardi. Nulla di grave, la prestazione è stata comunque discreta, ora speriamo di centrare punti importanti per la salvezza già sabato prossimo in casa, quando speriamo anche di avere la squadra completa”.
Come si evince dalle statistiche, Original Marines quasi perfetta con l’uomo in più, quindi carente a uomini pari.
Sconfitta anche dell'altra formazione pescarese, la Bustino, che ha ceduto nettamente per 14-8 sul campo del Tirrena. Quattro tempi nei quali il sette di casa ha sempre condotto la gara, portandosi sempre tre o quattro reti avanti.
Protagonista un po’ tutta la vecchia guardia, da Cardaccio a Pagliarini, a Gagiullo, ma la performance più incisiva è risultata sicuramente quella dell’estremo difensore biancoblu Damiano Ricci, che si è espresso al massimo, facendo la differenza in vasca.
TABELLINO
BLACK SHARKS ROMA: A. Onida, Liolli 1, Salvatori, Fiorillo 2, S. Onida 2, D’Attilio, Gatto, Rovetta, Mazzelladibosco 3, Angelini, Turco, Cama 3, De Vecchis. All. Censini.
ORIGINAL MARINES PESCARA: Mambella, D’Andrea, Di Ferdinando 2, Scatozza, De Ioris 2, Dei Rocini, Magnante, Provenzano, Collini, D’Aloisio 3 (3 rigori), E. Gobbi 1, Di Fonzo, Zicolella. All. M. Gobbi.
ARBITRO: Ibba.
PARZIALI: 3-1, 3-2, 2-2, 3-3.
USCITI PER TRE FALLI: Provenzano.
ESPULSI: Enrico Gobbi per proteste (3° t.).
SUPERIORITA' NUMERICA: Black Sharks 3 su 8, Pescara 4 su 5 (+3 rigori).