Pallavolo. La Sieco Service Ortona supera 3-2 il Loreto al tie-break

Decima vittoria in campionato per gli abruzzesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2859

Pallavolo. La Sieco Service Ortona supera 3-2 il Loreto al tie-break




ORTONA. Un'Impavida non bellissima, a cui va dato merito però di aver ripreso in mano un match che, ad un certo punto, sembrava compromesso in favore della Pallavolo Loreto. Con questo
successo i ragazzi di Nunzio Lanci salgono a quota 29 punti in classifica, ed ora neanche più la matematica può opporsi alla salvezza.
Ortona anche nella prossima stagione farà parte del campionato di serie A2. Un onore per tutta la squadra, i tifosi, la città e per l'intero movimento pallavolistico abruzzese.
Ma passiamo alla partita. La Sieco scende in campo con Lanci al palleggio, Cetrullo opposto, Muagututia e Di Meo schiacciatori, Simoni e Sborgia al centro, Zito libero. Dall'altra parte per Loreto Marchiani in regia, Spescha opposto, Peda e Ranghieri schiacciatori, Polidori e Moretti al centro, Gabbanelli libero. Loreto parte bene, ma l'Impavida è altrettanta brava a rispondere colpo su colpo. Al primo tempo tecnico la squadra ospite è avanti +1 (7/8); il sostanziale equilibrio continua a manifestarsi, ma al secondo time-out tecnico è la Sieco ad essere avanti nel punteggio (16/14). Ortona prende il largo e coach Fracascia chiama a raccolta i suoi (19/16). I marchigiani si rifanno sotto, ed è così subito mister Lanci a chiamare un time-out discrezionale (20/19). Ma al
rientro l'ace di Peda riporta le squadre in parità (20/20). Si torna a giocare punto a punto, ma il servizio vincente di Di Meo chiude il parziale (25/23). Il secondo set vede la novità Piccinini dall'inizio al posto di Polidori tra le fila del Loreto. Ancora equilibrio tra le due squadre: dopo il time-out tecnico Loreto è avanti +2 (6/8), ma la Sieco è più viva che mai e torna in vantaggio. Al secondo tempo tecnico Ortona guida 16/14, ma il parziale è ancora apertissimo: Loreto recupera lo
svantaggio e si riporta avanti (20/21). I marchigiani allungano (20/23), Lanci chiama un time-out, ma è ancora Loreto ad avvicinarsi alla vittoria del set. Ortona recupera nel finale, ma gli ospiti fanno loro il parziale (23/25).
Nessun cambio di formazione tra le due squadre al rientro per il terzo set, e la partita non sembra sbloccarsi da quell'equilibrio che la contraddistingue. I due sestetti si danno battaglia in campo (8/7-15/16). Ma nel finale Loreto distanzia gli Impavidi. Lanci toglie Cetrullo ed inserisci Orsini (17/22), ma ormai la squadra marchigiana può gioire per la vittoria del set (19/25). La Sieco risente del parziale perso e, nel quarto, fa fatica a carburare. Diversi errori per la formazione ortonese, permettono alla squadra ospite di gestire il vantaggio (4/8). L'Impavida tuttavia non si arrende e,
attraverso una serie di scambi combattutissimi, accorcia le distanze (14/16). Ortona tra tanta fatica trova la parità sul 21/21, e coach Fracascia chiama un time-out per spezzare il ritmo. Ma il muro di
Sborgia regala il primo set-point all'Impavida, immediatamente annullato dalla compagine ospite, che nonostante tutto non può nulla sul secondo tentativo (26/24).
E' di nuovo tie-break. Come per tutta la partita, anche il quinto set viaggia sulle ali dell'equilibrio. E' un testa a testa spasmodico, che vede la Sieco portarsi +3 (10/7). E' questo l'allungo decisivo, che
permette ai padroni di casa di poter poi chiudere 15/12. E' di nuovo festa al Palasport per una grande vittoria, per il successo che vale la matematica salvezza, per il traguardo raggiunto. La tenacia della squadra ha permesso di ottenere questi altri due punti importanti, in una partita non proprio perfetta da parte degli Impavidi.

SIECO SERVICE ORTONA-PALLAVOLO LORETO 3-2 (25/23-23/25-19/25-26/24-15/12)
SIECO SERVICE ORTONA: Cetrullo 24; Simoni 7; Guidone n.e.; Lapacciana n.e.; Muagututia 19; Scio n.e.; Pappadà n.e.; Sborgia 16; Di Meo 12; Lanci 1; Lipparini; Zito (L); Orsini 1.
PALLAVOLO LORETO: Spescha 25; Sarnari n.e.; Gabbanelli (L); Peda 19; Polidori 1; Piccinini 5; Caporaletti n.e.; Belcecchi; Ranghieri 20; Marchiani 6; Moretti 5; Nobili n.e.