Basket Femminile. In serie A1 perde il Cus Chieti. Vince l'Adriatica che raggiunge i play-off

Weekend in agrodolce per le 2 formazioni abruzzesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2191

Basket Femminile. In serie A1 perde il Cus Chieti. Vince l'Adriatica che raggiunge i play-off



CHIETI. Decima vittoria in campionato su tredici incontri disputati per un Lavezzini Basket Parma scatenato anche oggi sul Cus Chieti. Al PalaCiti punteggio finale di 75 a 48 che la dice tutta sulla diversità dei valori in campo. Kireta MVP del match con 19 punti siglati e 14 rimbalzi (34 addirittura i punti di valutazione). La croata non ha rivali quest’oggi sotto canestro. Una partita senza storia fin dal primo minuto.
In un match così l’unico pericolo può essere quello di prendere l’impegno sottogamba, ma le ragazze di Mauro Procaccini non lo fanno ed hanno facilmente la meglio sulle ospiti. Il neo acquisto Lyndra Weaver è così potuta starsene tranquillamente seduta in panchina tutto il tempo. Ora ha un’altra settimana per poter recuperare lo stato di forma ottimale. Probabile il suo esordio in quel di Lucca domenica prossima. Un match che può essere decisivo per la griglia playoff. Procaccini schiera dall’inizio Zara, Franchini, Harmon, Corbani e Kireta e dopo soli cinque minuti Parma è già avanti 14 a 4 coi canestri di Kireta. Il primo parziale si fissa sul 16 a 8 col canestro di Ajdukovic. Le ducali nella seconda frazione partono col piede pigiato sull’acceleratore, decise a chiudere anzitempo la contesa. Il risultato è presto detto: 23 a 8.
Harmon non è nella sua serata migliore (solo 9 punti, si fa per dire), complice anche un po’ di sfortuna, ma ci sono Corbani, Zara e la stessa Ajdukovic a fare la differenza. Quando si rientra negli spogliatoi il parziale è di 35 a 12. Alla ripresa delle ostilità le gialloblù chiudono definitivamente la pratica. In tre minuti il vantaggio sale a 45 a 12. Mentre le ducali iniziano ad amministrare le forze ed il gap favorevole, cresce fra le teatine Sepulveda che alla fine ne farà 27 di punti con due triple all’attivo. Ma fra le neroverdi nulla più. 59 a 28 all’ultimo miniriposo con le parmensi che schierano Margherita Panza, classe 1996, da oltre un minuto. Ancora Zara da tre ed ancora Kireta, prima d’essere sostituita, ad inizio del quarto periodo ed il Lavezzini avanza ancora nel punteggio. C’è spazio allora per un'altra delle giovani del roster parmigiano. Al sesto minuto entra anche Rita Montanari. Jill Harmon segna l’ultimo canestro per le padrone di casa.

L'ADRIATICA PESCARA SUPERA IL PERUGIA E VA AI PLAY-OFF

In scioltezza, senza affondare troppo il colpo, l'Adriatica Pescara ha sbancato Perugia, sciorinando momenti di assoluto bel gioco e mantenendo per tutta la gara la concentrazione necessaria richiesta da coach Schiazza per mettere in atto i dettami tecnici impartiti.
Partita subito in discesa per le pescaresi che, finalmente con la giusta concentrazione fin dalle prime battute, partono con un primo break di 3 a 14 per poi tenere il vantaggio alla prima sirena sul 10-19. Il secondo quarto vede il dominio netto delle Tigri in Rosa che spingono leggermente sull'acceleratore creando il solco sul 17-34 con un gioco fluido e piacevole. Il terzo parziale è di normale amministrazione e le Adriatiche segnano poco, ma difendono bene concedendo pochissimo alle avversarie. L'ultima accelerata finale consente al Pescara di aumentare decisamente il vantaggio fino al +32 finale, ottenuto in tutta tranquillità.
Da rimarcare la prestazione delle due lunghe Scoglia (18 punti) e Marino (11 punti) non solo per il bottino personale, ma per aver letteralmente cancellato le avversarie attraverso il loro predominio assoluto sotto le plance.
La classifica, a tre giornate dai Playoff promozione, dice che Basket Rosa Pescara è matematicamente prima con 22 punti e 6 lunghezze di vantaggio sul Gualdo Tadino, a sua volta sicuro secondo classificato, dato il vantaggio su tutte le altre.
L'avversaria nella semifinale dei Playoff uscirà fuori dal terzetto Fermo, Senigallia e Perugia M.A., tutte in lizza per il terzo e quarto posto. Al Pescara toccherà la quarta classificata, mentre il Gualdo affronterà la terza classificata. Le semifinali, in programma tra circa un mese, si svolgeranno al meglio di tre match con prima partita ed eventuale bella in casa della meglio classificata al termine dell'attuale seconda fase.