Basket. L'Amatori Pescara supera meritatamente 70-56 l'Agropoli

Gli adriatici tornano al successo dopo il ko di Roma

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1080

Basket. L'Amatori Pescara supera meritatamente 70-56 l'Agropoli




PESCARA. Era importante ripartire bene dopo la sconfitta di Roma e l'Amatori l'ha fatto nei migliori dei modi battendo la BCC Agropoli con il punteggio di 70-56 al termine di una partita comandata dall'inizio alla fine dai biancorossi. Una prova convincente contro una squadra cestisticamente scorbutica che già all'andata aveva dato un dispiacere ai pescaresi e che si era rinforzata con un paio di innesti. “Siamo andati un po' a sprazzi – ha precisato coach Trullo a fine partita – e in qualche caso loro ci hanno messo in difficoltà, soprattutto quando hanno abbassato il quintetto. Detto questo però siamo stati bravi a giocare concentrati per tutti i 40' ed a mettere in pratica gli accorgimenti che avevamo studiato in settimana, in particolare abbiamo giocato sulle loro caratteristiche limitando i giocatori più pericolosi”. “A noi bruciava ancora la sconfitta con la Stella Azzurra e volevamo a tutti i costi cancellare l'unica macchia di questa stagione – ha proseguito il tecnico – in campo questa voglia si è vista tanto che probabilmente avremmo potuto anche chiudere in anticipo. Consideriamo inoltre che abbiamo dovuto fare a meno del miglior Mlinar che ha avuto la febbre nei giorni scorsi e che sabato ha saltato l'allenamento, fortunatamente abbiamo finalmente recuperato Di Donato che ci ha dato una grossa mano in campo”.
E sull'impiego della giovane ala pescarese si è espresso anche il presidente D'Onofrio: “per noi è un ritorno importante – ha detto il massimo dirigente Amatori ai microfoni di Tv6 – e sono sicuro ci sarà molto utile da qui alla fine”. “L'importante oggi era portare a casa i due punti e recuperare dopo la sconfitta subita a Roma per proseguire con l'ottimo campionato fin qui disputato. Sinceramente – ha chiosato – stiamo facendo quello che ci eravamo prefissati, anzi di più: direi che il quarto posto dove siamo oggi è un ottimo risultato se consideriamo da dove siamo partiti”.


Soddisfazione dunque per il risultato ottenuto, ma anche consapevolezza di aver giocato una partita tatticamente intelligente con fiammate di basket-spettacolo che hanno scaldato il pubblico del PalaElettra e come dimostrato anche dai 12 assist complessivi sui 24 canestri segnati dal campo. Un predominio statistico che si è manifestato sul campo in tutti e quattro i periodi, chiusi con i pescaresi sempre avanti rispetto agli avversari.
Dopo i “classici” primi 10' di studio andati in archivio sul 22-16, Agropoli è arrivata a ridosso dei biancorossi (26-24) che però hanno piazzato un break di 13-0 che ha allontanato gli avversari rimasti distanti di 10 lunghezze (40-30) all'intervallo lungo. Nel terzo periodo il ritorno degli ospiti è arrivato proprio quando per problemi di falli i campani hanno rinunciato all'unico pivot, Tagliabue, scegliendo la strada dei quattro piccoli; Pescara però ha retto l'urto ed al 30' si è trovata sul +13 (57-44) grazie anche ad un gioco da 4 punti di Pepe. Un abbrivio che si è protratto anche in avvio di quarto quarto allorquando i padroni di casa hanno raggiunto il massimo vantaggio (+19 al 33') che gli ha dato modo di condurre in porto la sfida senza patemi di sorta.
Le prossime sfide che attendono l'Amatori saranno quelle che inizieranno a dettare le linee guida per una possibile classifica finale, posto che, come dimostrano i risultati degli ultimi due turni, il campionato è ancora lungo e le sorprese sono sempre dietro l'angolo. Prossimo appuntamento dunque a Martina Franca lunedì 18 febbraio alle 20:30.


*** STATISTICHE