Basket. I Roseto Sharks perdono 78-66 sul parquet del Gaeta

Interrotta la serie di 9 vittorie consecutive

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

977

Basket. I Roseto Sharks perdono 78-66 sul parquet del Gaeta




GAETA. La Mec Energy, dopo una serie di ben nove successi consecutivi, perde per 78-66 sull’ostico campo del PalaMarina di Gaeta, a seguito di una vera giornata storta. Roseto, che per questa 20° di DNB ha dovuto fare a meno degli infortunati Caruso e Marcante, parte con Stanic in regia, Petrucci e Marini esterni e la coppia Leo-Amoroso sotto le plance. I pontini rispondono con Macaro, Lilliu e De Fabritiis fuori dall’arco, oltre Marrocco e Mirone in area pitturata. Primo quarto che scorre sui binari dell’equilibrio, con i biancazzurri che si scuotono in attacco con le soluzioni da fuori di Petrucci e Leo. Gaeta, archiviata una prematura fase di timidezza, inizia a fare il suo gioco, tradotto in tanto pressing all’interno dell’area, lasciando invece spazio al tiro da fuori. Al termine del primo parziale, Gaeta discute in panchina durante il primo mini intervallo avanti di un punto (16-15). Nel secondo quarto, i locali effettuano il primo vero allungo del match, portandosi sopra di qualche possesso, grazie al top scorer di squadra Lilliu, mattatore già nel match di andata. Gli abruzzesi soffrono la zona laziale, con le percentuali al tiro che, di certo, non saranno classificate come le migliori stagionali (29% al tiro totale nei primi 20 minuti). Al rientro negli spogliatoi per l’intervallo lungo, lo strappo casalingo nei confronti degli ospiti si incrementa: 35-28. In avvio di ripresa, gli Sharks tornano in campo con un piglio decisamente diverso, con Petrucci e compagni palesemente intenzionati a capovolgere il risultato parziale, tanto che a metà frazione i biancazzurri si rifanno sotto di soli 4 punti. Tuttavia, Gaeta respinge il tentativo di rimonta degli adriatici alzando le percentuali dai 6.75, mandando così in black out la zona issata da coach Melillo. 56-44 al suono della terza sirena. Negli ultimi e decisivi 10 minuti, Melillo le prova tutte, mandando in campo 4 esterni (Stanic, D’Arrigo, Petrucci e Marini) ed Amoroso, nel tentativo di far fronte ad un avversario prettamente perimetrale. Malgrado la buona volontà, Roseto, comunque, non riesce ad impostare ed a far prevalere la sua pallacanestro ragionata, ostacolata, in tutti i modi, da una squadra ben messa in campo da coach Fabio Nardone. Si chiude, dunque, con il punteggio finale di 78-66, tra gli applausi di incoraggiamento dei tifosi rosetani giunti in trasferta al PalaMarina per assistere alla gara. Da segnalare, i 20 punti a testa di Leo e Petrucci, mentre, sponda Serapo, Lilliu sigla il suo massimo stagionale con 33 punti. La Mec Energy tornerà in campo domenica prossima, 17 febbraio, quando affronterà Scauri al PalaMaggetti.

SERAPO GAETA - MEC ENERGY ROSETO: 78-66
GAETA: Marrocco 10, Lilliu 33, De Fabritiis 13, Macaro 5, Mirone 2, Pietrosanto 10, Addessi 5, Pitton, Ferraiuolo, Vellucci n.e., all. Nardone.
ROSETO: Stanic 6, Petrucci 20, Leo 20, Amoroso 2, Marini 7, D’Arrigo 5, Di Giuliomaria 6, De Vincenzo n.e., Papa, Faragalli n.e., all. Melillo.
PARZIALI: 16-15, 19-13, 21-16, 22-22.