Basket. I Roseto Sharks superano 81-65 in trasferta l'Agropoli

Nona vittoria consecutiva per la formazione rosetana

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1191

Basket. I Roseto Sharks superano 81-65 in trasferta l'Agropoli




ROSETO. Non si ferma la Mec Energy Roseto, che nella insidiosa trasferta di Agropoli conquista la nona vittoria consecutiva e, consolida il secondo posto in classifica riducendo di due lunghezze il distacco con il Basket Nord Barese, sconfitta per la prima volta in questa stagione sul campo di Trapani, con i siciliani che continuano ad affiancare i biancoazzurri all’inseguimento dei pugliesi.
Assente capitan Caruso, coach Melillo ha dovuto fare subito a meno di Fabio Marcante, uscito dopo appena un minuto di gioco per il riacutizzarsi di un problema muscolare. Positivo anche l’esordio del Principe Christian Di Giuliomaria, sembrato già ben integrato con i nuovi compagni ed autentico muro sotto i tabelloni. L’avvio di gara è subito favorevole alla Mec Energy con le iniziative di un grande Amoroso, migliore in campo per i suoi con 16 punti e 100% al tiro, mentre i padroni di casa, dopo aver riorganizzato le idee, tornano in carreggiata e, con due tiri liberi di Stijepovic, chiudono in vantaggio al suono della prima sirena sul 16-15. Una tripla di un positivo Marini, 11 punti e grande impatto dalla panchina, apre il secondo periodo di gioco, con Petrucci, miglior realizzatore della gara a quota 21, che comincia a scaldare la mano, consentendo a Roseto di scavare un primo solco sul 19-34 al 16° minuto, dopo una tripla del solito Leo (doppia-doppia per lui con 10 rimbalzi catturati). Palma e Tagliabue provano a tenere a galla Agropoli, ma un tiro libero di Di Giuliomaria manda le squadre all’intervallo lungo sul 26-37.
In avvio di ripresa i padroni di casa tentano di scuotersi, ma Roseto a suon di conclusioni dalla lunga distanza riesce a mantenere sempre un sostanzioso margine di vantaggio, che al ventinovesimo minuto raggiunge le ventuno lunghezze sul 43-64. Chiuso sul 48-65 al suono della terza sirena, negli ultimi dieci giri di lancette gli uomini di Melillo controllano senza eccessivi patemi fino alla sirena finale, toccando il massimo vantaggio sul 58-81 a poco più di un minuto dal termine e chiudendo in scioltezza sul 65-81. Domenica prossima altro impegno in trasferta sul campo di Gaeta.


BCC AGROPOLI - MEC ENERGY ROSETO 65-81 (16-15; 26-37; 37-54)
AGROPOLI: Marmugi 18, Cacace 9, Stijepovic 11, Di Luccio n.e., Spinelli 1, Di Mauro M. 0, Tagliabue 10, Palma 6, Cuozzo n.e., Ferrara 10. All.: Paternoster.
ROSETO: Di Sante n.e., De Vincenzo n.e., Marcante 0, Petrucci 21, D’Arrigo 3, Stanic 7, Leo 15, Marini 11, Amoroso 16, Di Giuliomaria 8. Coach: Melillo.
ARBITRI: Tellone di Marcianise (CE) e Roca di Avellino.
USCITI PER 5 FALLI: Amoroso e D’Arrigo.