Basket. Nel campionato regionale vince il Penta Teramo 74-69 a Roseto

Sconfitta casalinga invece per il San Vito Ortona

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1613

Penta Basket

Penta Basket




ROSETO. Terza vittoria consecutiva del Penta Teramo che ha battuto a domicilio il Blue Basket Roseto con il punteggio finale di 69-74 al termine di una gara intensa e molto combattuta.
I biancorossi di coach Stirpe si sono presentati a questa gara in formazione completamente diversa rispetto alla scorse uscite, sia perché il malanno di stagione che ha lasciato a letto Pappacena ha costretto lo staff tecnico a schierare Casasola nell’inedita posizione di play e sia perché c’è stato l’esordio in casacca Penta del neo-acquisto Cristiano Assogna, giocatore che nonostante i pochi allenamenti sulle gambe ha disputato un partita molto buona.
Il Penta Teramo nei primi due quarti di gioco ha espresso una buona pallacanestro offensiva contro una squadra, quella rosetana, nota per curare molto bene il lato difensivo del gioco. I biancorossi ben guidati dalla coppia Maggioni e Lulli, autrice a fine gara di 34 punti in due con il solo Lulli che ha arpionato la bellezza di 15 rimbalzi, dopo aver chiuso il primo quarto avanti di 5 (16-21) nel secondo parziale vedevano ridotto il vantaggio a solo due punti (39-41) lasciando presagire ad una seconda metà gara combattuta ed emozionante.
Al ritorno in campo dopo la pausa lunga si vedeva un Blue Basket più deciso che sfruttando un passaggio a vuoto del Penta riusciva a ribaltare le sorti della partita andando ad aprire l’ultimo parziale in vantaggio sul punteggio di 56-54.
Negli ultimi 10’ di gara però saliva in cattedra il maggior tasso tecnico e l’esperienza dei teramani che negli ultimi giri di lancette, complice anche una tripla di Assogna, si portavano avanti nel punteggio fino al +5 che chiudeva la gara e regalava ai ragazzi di Stirpe la decima vittoria in campionato.
Francesco Di Giorgio, direttore sportivo del Penta Teramo a fine gara ha commentato: “Sembra che dopo il periodo buio che abbiamo vissuto nel mese di dicembre stiamo ritornando ad esprimere un buon basket e soprattutto a vincere che è la cosa più importante. Oggi è arrivata la terza vittoria consecutiva, peraltro su un campo ostico come quello di Roseto ed in condizioni non proprio ottimali perché Pappacena è a letto con la febbre e c’è stato l’esordio di Assogna che con noi ha disputato solo pochi allenamenti. Tutto è andato per il meglio e questo ci consente di preparare con serenità ma con tanta concentrazione le prossime partite”.
Prossimo impegno di campionato per il Penta Teramo domenica 3 febbraio, in casa, contro il We’re Basket Ortona.

SCONFITTA CASALINGA PER IL SAN VITO ORTONA BASKET
Comincia male per We're Basket la permanenza nel palasport di Lanciano, sede delle restanti partite casalinghe per il sodalizio di San Vito e Ortona.
Al termine di una prestazione scialba in attacco e con poca intensità difensiva i ragazzi di coach Di Martino hanno ceduto il passo all'Italcom Campobasso, dopo essere stati sotto nel punteggio per quasi tutto l'andamento del match.
Al primo canestro ospite, firmato da Ranauro, risponde Lungaro con un tiro dalla lunga distanza, e dopo pochi minuti Agostinone sigla il massimo vantaggio per We're Basket sul 12-8.
Campobasso replica con un parziale di nove punti, e da quel momento in poi conduce la partita senza particolari patemi d'animo, grazie anche ai nove punti fatturati da Vera nella seconda frazione di gioco, terminata 29-34 con un mini break di 4 punti per il We're Basket poco prima dell'intervallo.
Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia, con gli ospiti che - pur tra palle perse, infrazioni di passi e tiri liberi sbagliati - toccano il +10 con una realizzazione di Carlone che vale il 39-49, mentre dall'altra parte il solo Borromeo sembra in palla.
A questo punto We're Basket ha una reazione d'orgoglio: opera un parziale di otto punti a zero ed entra nel quarto conclusivo sotto di soli due punti, ma è un fuoco di paglia: il quintetto frentano resta infatti a bocca asciutta nei primi quattro minuti della frazione finale, mentre Carlone e Ranauro dilatano ancora la forbice del vantaggio.
Un tap-in di Bini sblocca i padroni di casa, che poi però non trovano il canestro per altri due lunghissimi minuti.
A quattro giri di lancette dal fischio finale Vera realizza il +12; Claudio “Moses” Capone ci mette l'orgoglio e la classe del campione siglando due bombe ma Campobasso non si fa prendere dalla paura di vincere e, pur sbagliando vari tiri liberi, vanifica la tattica del fallo sistematico messa in atto dal We're Basket, riportando in Molise due punti importanti nella rincorsa ai playoff.
La squadra di coach Anzini vince con merito, e quasi senza sforzarsi troppo: con un gioco ragionato, una difesa attenta e sfruttando le doti realizzative di Carlone, Marino e Vera, si aggiudica la sfida approfittando della serata no del We're Basket, che dal canto suo recrimina sulla scarsa mira dalla lunga distanza – due sole bombe a segno in 36 minuti, le restanti tre sono arrivate quando era troppo tardi per recuperare – e su una intensità difensiva prossima ospite della trasmissione “chi l'ha visto?”.
Da registrare, unica nota positiva della serata per il sodalizio presieduto da Valentinetti e Fulgente, una buona affluenza di pubblico nel nuovo domicilio lancianese.