Basket. L'Amatori Pescara supera di misura 76-75 il Bernalda fuori casa

Successo sofferto. Domenica prossima impegno interno con l'Ostuni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

849

Basket. L'Amatori Pescara supera di misura 76-75 il Bernalda fuori casa


BERNALDA. La vittoria sembrava cosa fatta a due minuti dalla fine quando l'Amatori era a +11(59-70) ed invece Pescara ha dovuto lottare fino all'ultimo secondo per portare a casa due punti importanti, e non solo per la classifica. La vittoria di Bernalda da infatti morale al gruppo e continua il trend positivo iniziato sette giorni fa con il successo casalingo contro Fondi, nonostante la squadra non abbia ritrovato ancora del tutto lo smalto dell'inizio campionato e debba fare ancora a meno di una pedina come Di Donato.
Con una rotazione più corta e con qualche problema di falli nel corso del primo tempo, coach Trullo si è trovato a variare poche volte il quintetto, senza però far mai scendere l'intensità. Il primo quarto le due squadre l'hanno giocato a viso aperto trascinate da Filloy e Mlinar (dieci punti ciascuno) e non a caso hanno terminato ad un possesso di distanza (18-20). Nel secondo parziale la musica non è cambiata: l'Amatori allungava, la Cestistica inseguiva senza riuscire mai sorpassare gli ospiti, almeno fino all'ultimo minuto del primo tempo. Pescara si è fatta sorprendere in volata venendo sorpassata praticamente sul suono della sirena del 20' per quello che a tutti gli effetti è stato il primo vantaggio dei padroni di casa (37-35).
Con l'inerzia della partita a favore, Bernalda ha iniziato bene anche il terzo quarto portandosi sul +4 (41-37), mentre i pescaresi incassavano il terzo fallo di Lagioa dopo quelli commessi in precedenza da Di Carmine e Pepe, e faticavano a trovare canestri facili e tiri liberi (uno solo tentato e realizzato nei primi 30'). Gli adriatici sono scivolati fino al -7 (47-40) prima di iniziare la risalita grazie ad un parziale di 2 a 12 con cui hanno concluso il terzo quarto (49-52) ed approcciarsi all'ultimo periodo con due triple consecutive di Diener e Maino. I biancorossi hanno iniziato da lì a costruirsi un tesoretto di punti utile per affrontare le fasi finali del match arrivando ad una dote di 11 lunghezze a 3' dalla fine, salvo poi rischiare di dilapidarlo negli ultimi 60”. Una palla persa ed un fallo antisportivo fischiato a Gilardi hanno ridato coraggio a Bernalda che con due canestri da 3 di Filloy e Ginefra si è ravvicinata fino al -2 (73-75 a 12” dalla fine), ma la precisione nei tiri liberi dello stesso Gilardi ha chiuso la contesa sul 75-76.
Ora Pescara si concentrerà sui prossimi impegni: domenica 27 in casa con Ostuni e sabato 2 febbraio a Roma contro la Stella Azzurra.

STATISTICHE