Basket. L'Amatori Pescara supera in casa il Fondi 93-68

Gara a senso unico per il quintetto pescarese

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1279

Basket. L'Amatori Pescara supera in casa il Fondi 93-68


PESCARA. Sulla carta era una partita da uno fisso, ma coach Trullo dopo gli innesti tra le fila della Virtus di Gottini e Cappiello, aveva avvisato i suoi a non prendere sottogamba l'impegno casalingo con Fondi. E la squadra l'ha accontentato. L'esito della prima sfida del girone di ritorno non è mai stato in discussione e Pescara ha controllato la gara dall'inizio alla fine, mantenendo tra se e gli avversari sempre un margine di dieci o più punti già dalla fine del primo quarto, per poi chiudere la contesa già a metà del terzo allorquando il gap si è allargato ulteriormente (58-38 al 25'), fino al conclusivo 93 a 68.
Più che i due punti, era importante dare un segnale di ripresa mentale e fisica dopo gli ultimi stop esterni, e in questo senso la squadra ha fornito una prova rassicurante giocando con intensità dalla palla a due fino alla sirena del 40'. A referto con tutti gli effettivi – compreso il giovane Mastrodomenico autore di 4 punti – i biancorossi hanno segnato 93 punti, ma solo tre giocatori sono andati in doppia cifra: Mlinar, che ha chiuso con 21 punti, 15 rimbalzi e 38 di valutazione in 24', Gilardi, 14 e 3 assist, e Pepe, 16, 8 rimbalzi e 22 di valutazione. Dagli altri oltre che punti anche prove significative, come quella del rientrante Di Donato, in campo per 22' (8 punti, 5 rimbalzi e 16 di valutazione), di Morè, che ha dato respiro e minuti agli esterni pescaresi, e di Lagioia che, a discapito dei soli 4 punti segnati, ha lavorato intensamente in difesa su Gottini, limitandolo finché è rimasto in campo, poi l'ala pescarese è stata lasciata in panca per qualche minuto di più di riposo.
Ovvia la soddisfazione di coach Trullo che a fine gara ha sottolineato gli aspetti positivi della prestazione dei suoi ragazzi: “questa squadra aveva inserito due giocatori importanti nel proprio roster – ha detto il tecnico dei pescaresi al termine dell'incontro – e pur perdendo aveva disputato delle buone prove nelle sue ultime uscite, quindi siamo stati bravi a non sottovalutarli ed a giocare con intensità. Queste sono le classiche partite in cui si rischia la brutta figura”. “Fisicamente e mentalmente stiamo lavorando per tornare ad essere quelli di un mese fa – ha poi aggiunto Trullo – e per farlo è necessario che allunghiamo la striscia di vittorie approcciando bene ai prossimi impegni”.
Si comincerà a Bernalda domenica 20 alle 18, mentre il prossimo turno casalingo sarà il 27 gennaio contro l'Assigeco Ostuni.

STATISTICHE