CALCIO

Serie A. Da Budan a Caraglio: cambiano le strategia d'attacco del Pescara

L'esplosione di Celik dopo mesi difficili: «ho pensato di andare via ma ora sto bene»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1842

Serie A. Da Budan a Caraglio: cambiano le strategia d'attacco del Pescara

Celik



PESCARA. Quella di ieri doveva essere la giornata della fumata bianca per il passaggio di Budan dal Palermo al Pescara. È stato invece il giorno di Milton Caraglio, oramai ex centravanti del Rangers Talca, che avrebbe già trovato l'accordo con il Ds Delli Carri su cifre e durata del contratto. Il Pescara, se la trattativa dovesse andare in porto, avrebbe vinto la forte concorrenza del Catania che monitorava il giocatore da oltre 2 anni. A breve sono previste le visite mediche anche per fugare ogni dubbio sulla salute del calciatore che neanche 3 mesi fa ha subito un infortunio non di poco conto al ginocchio.
Per il resto giornata interlocutoria sugli altri fronti. Il Pescara, che ha già trovato l'accordo con D'Agostino e col club titolare del cartellino, ha dato tempo fino ad oggi al calciatore per sistemare tutte le pendenze relative al contratto col Siena. Se D'Agostino ed il sodalizio toscano non dovessero trovare un punto d'incontro, il Ds Delli Carri potrebbe addirittura decidere di abbandonare la trattativa per cercare un altro centrocampista dai piedi buoni e dall'esperienza concreta in serie A.
Con l'arrivo di Caraglio, mancano solo le firme e l'ok da parte del medico, si ridurrebbero sempre più gli spazi per Abbruscato, chiuso in biancazzurro ormai da Jonathas, Celik, Vukusic ed appunto Caraglio. Per lui si parla di un interessamento di Novara e Cesena. Sempre per quanto riguarda il mercato in uscita, nelle ultime ore si segnala un deciso interessamento da parte del Livorno su Romagnoli. Lo stesso difensore ha già fatto sapere che sarebbe disposto al trasferimento dopo essere stato scavalcato nelle gerarchie nel corso della stagione da Capuano, Terlizzi, Cosic, Bocchetti e dall'acquisto di Bianchi Arce per il quale però dall'Argentina ancora non è arrivato il transfert.
Inter infine sempre interessata a Quintero. Il talento biancazzurro è stato al centro ieri di un proficuo incontro di mercato tra i dirigenti del Pescara e del club nerazzurro.

L'ESPLOSIONE DI CELIK: «BERGODI OTTIMO ALLENATORE. STROPPA? NON PARLO...»

I 2 gol con Catania e Fiorentina e soprattutto le 2 vittorie consecutive hanno cambiato il destino del Pescara ed anche di Mervan Celik, riscoperto titolare da Bergodi dopo essere stato accantonato per mesi da Stroppa: «il vecchio mister? Non voglio parlarne, non giocavo e non so neanche il perché... posso solo dire ora che Bergodi è un ottimo allenatore, è molto diretto e capisco bene cosa vuole in campo».
«Il mercato?» - prosegue l'attaccante biancazzurro – «ho un contratto qui e voglio rimanere a Pescara anche se nei mesi più difficili ho pensato di andare via. Sono arrivato in Italia per giocare ed è chiaro che se avessi fatto altra panchina avrei chiesto al club la cessione».
Difficile ma prevedibile la serie A per Celik: «la serie A è sempre importante e sto dimostrando di essere all'altezza. Tra le squadre che ho affrontato quella che più mi ha impressionato è stata la Fiorentina. Giocano un calcio meraviglioso».
Passata la sbornia con Catania e Fiorentina è ora di dedicarsi al match con l'Inter: «giocare a San Siro con l'Inter è sempre affascinante. Scendo e scandiamo in campo sempre per vincere ma se dovesse arrivare un pareggio certo non sarebbe da buttare. Faremo la nostra partita senza avere paura».
Intanto ottime notizie per il tecnico Stroppa, che in vista del match di sabato a San Siro con l'Inter ha recuperato tutti i giocatori a sua disposizione eccezion fatta Cosic. Si sono allenati in gruppo Blasi e soprattutto Terlizzi e Weiss che si erano fermati mercoledì per lombalgia. Oggi allenamento di rifinitura in mattinata e partenza nel primo pomeriggio per Milano.

Andrea Sacchini