SERIE B

Virtus Lanciano. Seferovic e Ricchiuti sono gli obiettivi per l'attacco

Il Ds Leone è a Milano per cercare rinforzi in tutti i reparti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1351

Virtus Lanciano. Seferovic e Ricchiuti sono gli obiettivi per l'attacco

LANCIANO. Dopo il doppio successo ottenuto al Biondi con Novara e Padova nel breve volgere di 5 giorni ed in attesa della ripresa del torneo fissata per fine gennaio, il Lanciano dirotta tutta la propria attenzione sul mercato che ha aperto i battenti il 2 gennaio. Il DS Luca Leone è a Milano per chiudere qualche interessante affare perché l'obiettivo della Virtus è quello di rinforzarsi in tutti i reparti in linea col budget a disposizione.
Sembra cosa fatta l'ingaggio dell'attaccante Antonio Piccolo, che arriverebbe a Lanciano in prestito dal Livorno. Con i labronici l'ex Piacenza ha disputato quest'anno solamente 8 presenze, 3 da titolare e 5 da subentrato.
Frentani attivissimi comunque su più fronti. È stato richiesto al Torino il prestito del difensore Migliorini, vicino però all'accordo con il Como in Prima Divisione. Piace tantissimo per quanto riguarda l'attacco Haris Seferovic, chiuso alla Fiorentina da Toni, Jovetic e Liajic. Il giocatore ha già incontrato il gradimento del tecnico Gautieri che spinge per averlo alle sue dipendenze. Oltre all'attaccante viola il sogno si chiama Adrian Ricchiuti del Catania, conteso però da tantissime squadre in serie B.
Per alcune trattative che potrebbero decollare nei prossimi giorni, una nelle ultime ore è naufragata. Augustyn infatti, in scadenza di contratto e mai utilizzato dal Catania, ha declinato l'offerta sia della Virtus sia dell'Ascoli ed ha deciso di concludere il campionato all'ombra dell'Etna.
Ieri intanto ha lasciato i colori rossoneri Loris Bacchetti, di proprietà del Pescara, che è passato in prestito per 6 mesi al Catanzaro. Il Grosseto invece ha chiesto informazioni su Fofana che però difficilmente dirà addio all'Abruzzo in questa finestra di trasferimento invernale.
I frentani dopo le 2 vittorie consecutive hanno scalato la classifica fino ad occupare una posizione ideale per lanciare la volata salvezza da qui a fine campionato. Lo stadio Biondi, che fino al doppio match con Novara e Padova sembrava inespugnabile per i colori rossoneri, si è trasformato in un fortino ed è possibile che da qui a fine torneo possa rappresentare un'arma in più in favore dell'undici di Gautieri.

Andrea Sacchini