Calcio a 5. Nell'AcquaeSapone brilla la stella di Chaguinha: voglio vincere il derby

Oggi il derby con il Montesilvano

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

905

Calcio a 5. Nell'AcquaeSapone brilla la stella di Chaguinha: voglio vincere il derby


CITTÀ SANT'ANGELO. Sempre a segno gol nelle ultime tre partite. Dopo una lunga attesa, l'Acqua&Sapone sta scoprendo finalmente il vero Chaguinha. Il laterale di Fortaleza, 24 anni, arrivato in estate dagli spagnoli del Santiago de Compostela, per questo chiamato scherzosamente da coach Bellarte “el Gallego”, ha dovuto passare quattro mesi in sala d’attesa per via di un transfer che non arrivava. Dopo la sosta per il Mondiale, la sua avventura è iniziata.
Bruno Rocha Cavalcante ha carburato come un diesel: dal debutto di Bologna alle grandissime giocate di Bassano, si è trasformato da oggetto misterioso a fenomeno. “Spero di far vedere a tutti chi è il vero Chaguinha: sto lavorando forte ogni giorno per riuscirci”, dice il numero 2 nerazzurro. La sua miglior partita contro la Luparense. L’incantesimo che lo bloccava sembra essersi spezzato. “Adesso ho più fiducia in me, con l'aiuto di tutto il gruppo che mi ha sempre sostenuto. Ho avuto bisogno giocare alcune partite per conoscere bene questo campionato, ora mi sento bene e sono più consapevole delle mie possibilità”. Ambientarsi in un campionato diverso dopo parecchie stagioni vissute nella Liga spagnola non è stato facile. “Il campionato italiano è molto livellato: le prime nove squadre sono divise da pochissimi punti. Il livello è alto in ogni partita, è un bel campionato da giocare. Io mi sto ancora adattando perché è molto diverso da quello spagnolo: qui c’è troppa forza fisica e si corre”.
Dove può arrivare l'Acqua&Sapone ora che è esploso che Chaguinha? “Con molta umiltà e molto lavoro possiamo arrivare lontano”. Venerdì il suo primo derby in campo, contro il Montesilvano, affrontato nel precampionato in amichevole. Che pensa dei cugini? “Sono una squadra molto forte, davvero non lo dico per retorica. Hanno qualità, carattere e forza”. La famiglia Barbarossa sogna un altro gol come quello segnato a Bassano sabato scorso contro la Luparense. El Gallego segna da tre gare consecutive, lecito attendersi il poker. “Io sono pronto per segnare ancora – chiude – ma preferisco che vinca la squadra. In cambio di una vittoria, rinuncerei volentieri ad un altro gol. Se poi segno e vinciamo… ancora meglio”.