Basket. Impresa della BLS Chieti che espugna 76-72 Firenze

Teatini avanti nel punteggio dall'inizio alla fine

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1439

Basket. Impresa della BLS Chieti che espugna 76-72 Firenze

FIRENZE. Una grande BLS Chieti firma l’impresa di giornata andando a violare il Mandela Forum di Firenze. I biancorossi abruzzesi hanno condotto l’intero incontro, con un vantaggio quasi sempre in doppia cifra, resistendo all’assalto finale della Brandini/Claag e alzando le braccia sul 72-76.
Nessuna sorpresa nei quintetti iniziali, Diomede e Rabaglietti aprono le danze con un paio di canestri a testa, e i padroni di casa mettono la testa avanti con il dominio a rimbalzo offensivo, una costante dell’intero incontro. Rajola lavora benissimo contro la difesa avversaria caricandola di falli, Bolletta entra subito nel match e con i un ottimo Raschi il finale di quarto è tutto teatino: 13-24.
Nonostante il controllo delle plance, i toscani non riescono a replicare alle triple in serie di Gatti, Bolletta e Gialloreto, che esaltano l’ottima difesa della BLS. Firenze sembra sull’orlo del ko sul -19, ma un paio di palle perse e di falli ingenui costano un 7-0 che porta al 31-43 con cui si chiude il quarto.
Nel terzo periodo sia Sorgentone che Paolini provano a lungo la zona, ma quella fiorentina viene attaccata con azioni da manuale della BLS: la conseguenza sono i due canestri a testa dall’arco di Bolletta e Diomede, che rilanciano la fuga ospite sul nuovo +18. La difesa conserva una grande intensità, permettendo di sopperire al gap a rimbalzo, e il terzo quarto si chiude 45-61.
Il massimo vantaggio del match si registra a 9 minuti dalla fine, sul +20 firmato da Raschi. Ma dopo 30 minuti eccellenti il primo calo di tensione permette alla Brandini di dimezzare in un paio di minuti il divario. Un paio di grandi canestri di Rossi, e il quinto fallo di Sanna propiziato da Raschi, sembrano chiudere il conto, ma è ancora lunga. L’assalto finale di Firenze provoca il quarto fallo di Raschi e Rossi, a 2’ dalla sirena i punti di vantaggio sono 9, la difesa di Rajola e compagni è stoica nel resistere alla gran quantità di secondi possessi conquistati dai padroni di casa, ma neanche il quinto fallo di Rossi (uno sfondamento in contropiede) cambia il destino della partita. Nell’ultimo minuto entrambe le squadre sbagliano molto dalla lunetta, ma pur tra qualche patema la BLS difende il margine, e i ragazzi di Sorgentone portano a casa una seconda, splendida vittoria in trasferta: 72-76.

BRANDINI/CLAAG FIRENZE – BLS CHIETI 72-76 (13-24; 31-43; 45-61)

BRANDINI/CLAAG FIRENZE: Caroldi 14, Rabaglietti 15, Spizzichini 7, Casadei 22, Capitanelli 8; Giampaoli ne, Sanna 4, Braa 2, Magini, Galmarini ne. All. Paolini.
BLS CHIETI: Rajola 11, Diomede 14, Raschi 16, Gatti 3, Rossi 10; Gialloreto 11, Severini, Guma ne, Bolletta 11, Matroianni ne. All. Sorgentone.
RIMBALZI: Firenze 37 (Capitanelli 11), Chieti 30 (Rossi 10). Assist: Firenze 6 (Caroldi 3), Chieti 9 (Raschi 4).