Calcio a 5. In Serie A Pescara ed AcquaeSapone preparano il prossimo match di campionato

Biancazzurri col Verona mentre il 5 di Città Sant'Angelo fa visita al Genzano

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

921

Calcio a 5. In Serie A Pescara ed AcquaeSapone preparano il prossimo match di campionato

PESCARA. Le vittorie con la Cogianco e il Putignano hanno rivitalizzato tutto l'ambiente biancazzurro, che si appresta al confronto interno di sabato con l'AGSM Verona con la certezza di aver ritrovato la condizione giusta per risalire velocemente nella parte alta della classifica. Statistiche alla mano, i gialloblù di Marco Langè non rappresentano certo un ostacolo insuperabile. È dei veronesi il triste primato dei gol incassati, ben 34. Le cose non vanno certo meglio in attacco, dove in sette gare i veneti hanno realizzato la miseria di undici reti, per una media di un gol e mezzo a partita. L'unico pericolo è quindi quello di un approccio sbagliato, ma il buon avvio di gara col Putignano lascia ben sperare l'ambiente biancazzurro. In casa Pescara c'è fame di risultati e di vittorie e Mario Patriarca è allenatore troppo esperto per non sapere tenere desto e in tensione tutto lo spogliatoio. Nell'ultima settimna sono stati inoltre diversi gli arrivi dal mercato. Bruno e Luca Leggiero, sabato chiamati all'esordio in maglia biancazzurra, rappresentano un vero e mirato consolidamento sia sul versante tecnico che sul piano fisico. Due ragazzi di grandi qualità tecniche che potranno far bene con questa maglia.
Qualcosa si muove anche in uscita, "Batata" Alves, svincolato, si è accasato a Vicenza, e anche Sgolastra ha salutato Pescara, preferendo alla panchina un minutaggio più consistente in A2 tra le fila della Reggiana.
Turno di campionato anche per L'AquaeSapone. Digerire il ko casalingo (il secondo della stagione) contro l’Asti non era facile. Ma l’AcquaeSapone Fiderma non ha tempo di rimuginare sul passato, perché la corsa alla qualificazione alle Final eight 2013 (che si svolgeranno proprio a Pescara, PalaGiovanni Paolo II, dal 28 febbrario al 3 marzo) è in pieno svolgimento. Domenica i nerazzurri chiuderanno la giornata con il posticipo di Genzano, alle 19 e 30, contro la matricola ambiziosa Cogianco.
Massimiliano Bellarte, sulle pagine del suo sito www.bellartefutsal.com commenta la sconfitta contro la capolista e guarda al futuro: “Come ci ha insegnato Bud Collins del Boston Globe: perché rovinare una bella storia con la verità? La bella storia inizia con le difficoltà, e continua con la volontà di riprendersi quello che si è immaginato ci appartenesse. La bella storia prosegue con le conquiste, e con la temeraria capacità di risollevarsi per sopravanzare gli avversari. La bella storia si staglia contro una dimostrazione di forza, e con la consapevolezza nata dalla dimostrazione di poter competere”, dice il coach pugliese facendo riferimento alla rimonta vanificata dal finale da grande squadre dell’Asti (dall’1-2 al 4-2 in tre minuti).
Bellarte però è felice dell’atteggiamento dei suoi ragazzi: “Gli Dei del futsal sono quelli che si divertono di più al banchetto sull’Olimpo, e hanno sconfessato la teoria di Bud Collins in quattro giri di lancette. Ma in questi giorni sono andato al Palacastagna e ho ritrovato i volti nobili di coloro che hanno dimostrato di poter battagliare, assaporare la vittoria e ispirarsi con la sconfitta. Mi sono allenato con loro e migliorerò con loro”.
Domenica altra partita difficilissima, in un palazzetto caldissimo e contro una matricola che sembra avere già i requisiti di una big.
“Conosciamo il valore della Cogianco. Ma un atleta ha fra le sue caratteristiche assolute quella di reagire rapidamente e velocemente ad uno stimolo. Per di più nel futsal, una delle caratteristiche fisiche più decisive è la capacità di arresto… e di cambio di direzione. Dobbiamo reagire rapidamente, cambiare direzione. Per lasciarci alla spalle quello che è stato”.