BASKET

A fatica l'Amatori Pescara supera 71-70 il Bisceglie

Nel prossimo turno nuova trasferta a Gaeta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1500

A fatica l'Amatori Pescara supera 71-70 il Bisceglie

BISCEGLIE. Al termine di una partita strana, difficile, insidiosa, l'Amatori porta a casa due punti sudatissimi. Il finale di Bisceglie-Amatori è eloquente: i biancorossi vincono 71 a 70 sorpassando i padroni di casa al fotofinish. Decisivo un tiro libero a 14" dalla fine realizzato da Marko Mlinar (ennesima doppi-doppia da 10+10) dopo un rocambolesco ultimo minuto.
A Pescara serviva la vittoria per ritornare seconda parimenti l'Autosoft Scauri e mantenersi a 4 lunghezze dalla battistrada Basket Nord Barese, ancora imbattuta, e il successo è arrivato. Forse non come ci si sarebbe aspettati dato il divario in classifica fra le due squadre, ma tant'è ed ora già tempo di preparare la seconda trasferta consecutiva in quel di Gaeta in programma domenica 9 dicembre.
Match dunque estremamente equilibrato, con l'Amatori che parte forte e sembra poterne controllare agevolmente l'esito (4-11 al 3'). Viceversa l'Ambrosia si risolleva e sorpassa gli ospiti chiudendo il primo quarto avanti 20-19 con un canestro regalato a fil di sirena. Pescara accusa il colpo, fatica a piazzare il contoparziale e finisce per essere distanziata dai canestri di Torresi e Caceres. Al 13' Bisceglie è avanti 33 a 26 e sembra non dare segni di cedimento, anzi se non fosse per alcuni liberi sbagliati la doppia cifra di distanza sarebbe già cosa fatta. Tuttavia, nel momento migliore per i pugliesi, le sortite di Maino, Pepe e Gilardi materializzano il break pescarese che in un minuto riporta le squadre a contatto: 42-41 al 18'.
Il riposo lungo non scuote i pescaresi che alla ripresa delle ostilità si ritrovano ancora a rincorrere i padroni di casa che con i soliti noti si riportano avanti: +10 (53-43) al 23'. Coach Trullo non può fare altro che chiamare un minuto di sospensione e strigliare i suoi che questa volta escono dal timeout più carichi. La zona in difesa, una penetrazione di Maino, quattro canestri nel pitturato (tre di capitan Di Carmine ed uno di Mlinar), più cinque liberi consecutivi (Pepe e Lagioia) riportano Pescara avanti e, chiuso il terzo quarto sul 56 pari, l'Amatori allunga: al 31' è +4 (56-60).
Bisceglie però è dura a morire, non molla la partita ed il quarto periodo è un continuo di batti e ribatti senza che le due squadre riescano a fare il break decisivo. Ci prova Girardi che ad un giro di orologio dalla fine porta i suoi a due possessi di distanza (66-70), tuttavia Cena risponde prendendo un rimbalzo in attacco e Storchi pareggia grazie a due liberi regalati dal duo arbitrale (evidente fallo su Gilardi a cui invece viene sanzionato il 4° personale). A 30” dal suono della sirena la panchina chiama minuto e prepara l'ultimo attacco: pick-and-roll Maino-Mlinar che manda il lungo croato a due passi dal gioco dai tre punti. Invece il numero 11 pescarese va in lunetta per due liberi e  ne converte solo uno: a 14” dalla fine l'Amatori è +1 (70-71). L'ultimo possesso è dunque nelle mani di Bisceglie che cerca la conclusione ad alta percentuale da sotto, ma questa volta da due passi Cena sbaglia e l'ultimo rimbalzo è catturato dall'inesauribile Pepe.
Adesso ancora tre giorni di allenamento e poi di nuovo in pullman verso Gaeta per sfidare la Iris Costruzioni.