CALCIO

Coppa Italia. Il Pescara fa una brutta figura anche a Cagliari: 4-2 per i sardi

Ibarbo e Thiago Ribeiro spazzano via la fragile difesa biancazzurra

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1361

Coppa Italia. Il Pescara fa una brutta figura anche a Cagliari: 4-2 per i sardi
CAGLIARI. Campionato o Coppa Italia poco importa.

 Altra goleada (subita) da parte del Pescara che crolla 4-2 senza appello a Cagliari nell'ultimo turno eliminatorio prima degli ottavi di finale. Nel primo tempo doppietta di Thiago Ribeiro al sesto e 21esimo del primo tempo. Al 33esimo il gol di Cascione su calcio di rigore. Nella ripresa tripletta di Thiago Ribeiro al 16esimo e poker di Pinilla al minuto 32. Al 34esimo il sigillo di Weiss a fissare il punteggio sul 4-2 finale.
Neanche la Coppa Italia porta un po' di sollievo ad un Pescara sempre più dimesso e giù di morale.
Biancazzurri confusionari e pasticcioni dalla metà campo in su. Cagliari che, superiore per determinazione e velocità, ha meritato il passaggio del turno sfruttando i marchiani errori della retroguardia pescarese, imbarazzante per attenzione e piazzamento e sempre in difficoltà nel bloccare le iniziative del velocissimo Ibarbo. Campionato o Coppa Italia poco conta
Squadre largamente rimaneggiate e spazio, soprattutto nel Cagliari, per coloro meno impiegati fin qui in campionato. È venuta fuori una gara discreta con entrambe le squadre per diversi motivi concentrate sul campionato. Gli abruzzesi, dopo le ultime sconfitte, se la vedranno domenica all'Adriatico contro il Genoa nel primo vero scontro salvezza della stagione. Gli isolani, pesantemente battuti 4-1 in casa dell'Udinese domenica, cercano il pronto riscatto all'Is Arenas contro il Chievo.
In avvio sembra partire bene il Pescara ma al primo affondo sono i padroni di casa a passare con Thiago Ribeiro. Subito il gol, discreta reazione dei biancazzurri che hanno messo in mostra interessanti trame di gioco e sono andati vicini al gol in un paio di occasioni. Poi il raddoppio degli isolani ancora con Thiago Ribeiro a sottolineare la scarsa consistenza del pacchetto arretrato degli abruzzesi. Nel momento peggiore il gol dell'1-2 su rigore di Cascione e gara equilibrata fino al duplice fischio.
Nella ripresa Cagliari sempre devastante nelle ripartenze e difesa del Pescara in versione presepe di Natale in ben più di un'occasione. Rossoblù che, col passare dei minuti, hanno legittimato il vantaggio rischiando poco e dilagando nel punteggio. Reazione sterile e rare iniziative invece da parte degli abruzzesi, insidiosi solo a punteggio ormai gravemente compromesso.

LA PARTITA

Nel Pescara dal primo minuto via libera a Pelizzoli, Cosic, Crescenzi, Brugman, Caprari e Jonathas oltre ai “titolari” Cascione, Balzano, Capuano, Bocchetti e Nielsen. Nel Cagliari spazio alle seconde linee con Ibarbo e Thiago Ribeiro a guidare l'attacco.
Avvio di gara equilibrato con il Pescara in possesso palla a cercare di fare la partita. Al sesto minuto però al primo vero affondo il Cagliari passa in vantaggio. Devastante Ibarbo sulla destra che resiste ad una carica e serve nel mezzo un pallone perfetto per Thiago Ribeiro che a porta sguarnita insacca.
Al settimo prima risposta del Pescara con Jonathas, che di testa conclude troppo debole e centrale un traversone preciso di Balzano.
Al 18esimo dal limite da posizione decentrata Jonathas ci prova senza troppa fortuna e convinzione: palla sul fondo.
Al 21esimo l'ennesima ripartenza dei sardi è fatale per il Pescara. Ibarbo taglia la difesa biancazzurra come un burro e trova il corridoio giusto per l'inserimento di Thiago Ribeiro che a tu per tu con Pelizzoli non sbaglia. Cagliari-Pescara 2-0.
Al 26esimo sugli sviluppi di un corner per il Pescara, contropiede micidiale ancora di Ibarbo che palla al piede si fa tutto il campo, resiste all'attacco di un paio di difensori ed impegna severamente Pelizzoli.
Al 32esimo cross di Nielsen per la testa di Jonathas che da buona posizione sparacchia alle stelle.
Al 33esimo minuto cambia ancora il punteggio, questa volta in favore dei biancazzurri. Avramov ingenuamente atterra Brugman in area di rigore. Penalty per il Pescara trasformato da Cascione per il parziale di 2-1.
Passa un minuto e Dessena clamorosamente fallisce un rigore in movimento solo davanti a Pelizzoli. Palla a lato di pochissimo ed ancora una volta assist preziosissimo di Ibarbo.
Al 36esimo rasoiata da fuori di Cosic con pallone non di molto sul fondo.
Al 43esimo clamorosa palla gol per il Cagliari. Ancora Ibarbo in velocità brucia la difesa biancazzurra e mette un ottimo pallone nel mezzo col la difesa pescarese a liberare quasi sulla linea.
Al 45esimo Brugman da ottima posizione dal limite dell'area strozza troppo il tiro e spara malamente sul fondo.
Nella ripresa al quinto conclusione troppo debole e prevedibile di Cascione dal limite dell'area. Un minuto dopo solare chance per i sardi con Ceppelini, che innescato da Ibarbo appena dentro l'area di rigore calcia clamorosamente a lato.
All'ottavo tiro da fuori di Caprari deviato e fuori di poco.
Al quarto d'ora in velocità Ibarbo supera l'intera difesa del Pescara ed a tu per tu col portiere cincischia col pallone che sfila sul fondo.
Al 16esimo il terzo gol del Cagliari. Altro errore della immobile difesa del Pescara, palla nel mezzo da destra di Perico per Thiago Ribeiro che a porta vuota fa tripletta.
Al 25esimo Weiss da buona posizione conclude tra le braccia di Avramov. Un minuto dopo bella iniziativa di Pinilla che in precario equilibrio sfiora il palo dal limite dell'area piccola.
Alla mezz'ora Cagliari vicinissimo al poker. Devastante Ibarbo sulla sinistra, palla nel mezzo per Pinilla il cui tiro per 2 volte viene ribattuto da un difensore. Il quarto gol però è solo rimandato di due minuti: cross di Ceppelini per la testa di Pinilla che insacca e fa 4-1
Cagliari vicino al quinto gol e Pescara che in contropiede con Weiss realizza il 4-2 con una bellissima azione personale al 34esimo.
Al 42esimo testa di Jonathas e miracolo di Avramov.
Cagliari qualificato agli ottavi di finale dove tra una settimana incontrerà allo Juventus Stadium i bianconeri. Per il Pescara altro mesto e triste ritorno a casa in attesa del match decisivo di campionato domenica all'Adriatico contro il Genoa.

TABELLINO

CAGLIARI (4-4-2): Avramov; Perico, Del Fabro, Rossettini (35'st Camilleri), Murru; Eriksson, Dessena, Ceppelini; Ekdal (21'st Piredda); Ibarbo, Thiago Ribeiro (25'st Pinilla). A disposizione: Agazzi, Chelo, Russu, Conti. Allenatore: Pulga.
PESCARA (3-5-2): Pelizzoli; Bocchetti, Cosic (1'st Weiss), Capuano; Balzano, Brugman, Nielsen, Cascione (30'st Bjarnason), Crescenzi (16'st Zanon); Caprari, Jonathas. A disposizione: Perin, Berardocco, Vukusic, Romagnoli, Abbruscato, Soddimo. Allenatore: Bergodi.
ARBITRO: Baracani della sezione di Firenze.

Andrea Sacchini