Rugby. L'Aquila crolla 69-3 a Calvisano e precipita in classifica

Il tecnico Umberto Lorenzetti analizza il ko subito in campionato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1583

Rugby. L'Aquila crolla 69-3 a Calvisano e precipita in classifica

L'AQUILA. A Calvisano la gara è stata a senso unico, con una sola formazione in campo. Il match vero è durato solo nei primi 15 minuti, tempo di vedere il piazzato di Marcato al 3’, cui replicava Del Pinto al 8’. Poi sono venute le 10 mete con le quali i campioni d’Italia del Cammi hanno vinto il match per 69-3. Doppia marcatura per Appiani, Castello e doppia meta tecnica.
A 2 giorni di distanza è tornato a parlare il tecnico dell'Aquila, Umberto Lorenzetti, che ha analizzato il pesante ko dei suoi a Calvisano: «la nostra era una formazione giovanissima con un vissuto di alto livello sicuramente non paragonabile a quello dei nostri avversari. Questo e la conseguente gestione non efficiente dell’incontro che ne è derivata hanno pesantemente influenzato l’andamento degli ottanta minuti giocati a Calvisano».
«Inoltre, a causa di tre cartellini gialli consecutivi abbiamo giocato per mezz’ora in 14» – prosegue Lorenzetti molto amareggiato – «subendo due mete tecniche. Questi sono alcuni degli aspetti che hanno determinato la sconfitta, ai quali aggiungo troppa approssimazione nelle fasi sia di attacco che di difesa mostrata dai nostri. Ciò nonostante, posso dire di essere rimasto abbastanza soddisfatto da quanto fatto vedere da alcuni giovani neroverdi, fin’ora poco utilizzati in campionato».
L'attenzione ora è tutta rivolta al futuro: «ora dobbiamo concentrarci sulle due partite del Trofeo Eccellenza in programma nelle prossime due settimane. Saranno occasioni da sfruttare al meglio per migliorare il gioco e recuperare i troppi infortuni che abbiamo, oltre che per dare spazio e continuità agli atleti più giovani, fin’ora poco utilizzati nella competizione nazionale».
Infine la partita del Trofeo Eccellenza tra L'Aquila Rugby e la Mantovani Lazio si giocherà allo stadio Tommaso Fattori sabato 8 dicembre alle ore 15,00 e non sul campo della Mantovani come precedentemente programmato.

CAMMI RUGBY CALVISANO v L’AQUILA RUGBY 69-3 (36-3)

MARCATORI: pt 3’ cp Marcato, 8’ cp Del Pinto, 15’ m Canavosio, 24’ m tecnica Calvisano tr Marcato, 27’ m Appiani tr Marcato, 33’ m tecnica Calvisano tr Marcato, 41’ m Palazzani tr Marcato. St 2’ m Appiani, 9’ m Castello tr Marcato, 14’ m Zdrilich tr Marcato, 22’ m Castello tr Marcato, 37’ m Cicchinelli tr Marcato.
CAMMI RUGBY CALVISANO: Appiani, Canavosio, Castello (63’Picone), Frapporti, Visentin, Marcato (capt), Palazzani, Vunisa (46’ Salvetti), Cicchinelli, Zdrilich, Gerosa, Erasmus (49’Andreotti), Costanzo (41’Violi), Ferraro (41-60’Morelli), Scarsini (50’ Gavazzi) A disp: Griffen, Vilk, All. Cavinato.
L’AQUILA RUGBY: Falsaperla M. (63’Cecchetti), Del Pinto, Antonelli, Lorenzetti, Di Massimo (c), Falsaperla L. (56’ Paolucci), Santavicca (76’Fidanza); Ceccarelli, Fiore, Rathore, Vaggi (79’Callori), Wilson (46’Mancinelli), Brandolini, Cocchiaro (45’ Conti), Colaiuda. A disp: Rotilio, All. Lorenzetti.
ARBITRO: Spadoni (Padova), g.d.l. Rossi (Piacenza) e Franzoi (S.Maria Di Sala, Venezia), quarto uomo Gobbi (S.Giorgio Piacentino, Piacenza).
CARTELLINI: giallo Colaiuda,Ratmore.
MAN OF THE MATCH: Ferraro (Calvisano).
NOTE:cielo coperto e pioggia battente, 400 spettatori.

Andrea Sacchini