Basket. La BLS Chieti perde 69-58 a San Severo e getta alle ortiche un'ottima occasione

I biancorossi non sfruttano il vantaggio nel terzo quarto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1052

Basket. La BLS Chieti perde 69-58 a San Severo e getta alle ortiche un'ottima occasione


SAN SEVERO. La BLS Chieti conduce per larghi tratti sul campo dell’EnoAgrimm San Severo, ma non sfrutta le occasioni per chiudere la partita e subisce il prepotente quarto periodo dei padroni di casa, che alla fine si impongono 69-58.
Rajola e Iannilli, entrambi in dubbio alla vigilia, sono in campo alla palla a due. Fin dall’avvio le percentuali di entrambe le squadre sono bassissime, ma la verve del capitano biancorosso e l’ottimo impatto di Severini (subito in campo per i problemi di falli di Diomede) compensano il buon inizio di Gueye, e dopo un quarto si è sul 13-13.
La difesa teatina è sempre attenta, e concede ad un’EnoAgrimm in netta difficoltà appena 3 punti in 7 minuti. Raschi segna i punti del +7, ma ai pugliesi sono sufficienti pochi minuti di grande intensità per recuperare. 8 punti consecutivi di Sirakov (una sentenza da 3, pur tirando sempre fuori dai giochi) valgono il sorpasso giallonero a metà gara (29-27).
La BLS riparte dalla difesa anche nella terza frazione, e nonostante Raschi e Diomede debbano restare a lungo in panchina gravati di falli, i biancorossi sembrano padroni dell’incontro grazie ai giochi a due tra Rajola e Rossi e agli 11 punti nel quarto di uno scatenato Gatti. Con San Severo sull’orlo del ko, gli ospiti non capitalizzano diverse occasioni per allungare, e basta uno sprazzo di Scarponi per riportare in equilibrio il parziale: 44-48.
Gli ultimi 10 minuti sono segnati dalle difficoltà offensive della BLS, che perde progressivamente fiducia sbagliando l’incredibile sia su azione (due soli canestri dal campo) che dalla lunetta (l’11/22 finale dice tutto). Dall’altra parte l’EnoAgrimm non fa molto meglio, ma trova un paio di fiammate che le consentono di passare a condurre con un buon margine. La retroguardia abruzzese non molla, ma le percentuali impietose di Gialloreto e compagni non consentono mai di rientrare in gara. Finisce 69-58, i biancorossi possono recriminare sulla mancanza di killer instinct, ma il successo dei padroni di casa è meritato.

ENOAGRIMM SAN SEVERO – BLS CHIETI 69-58 (13-13; 29-27; 44-48)

ENOAGRIM SAN SEVERO: Maggio 8, Gueye 22, Scarponi 13, Del Brocco 1, Iannilli 6; Mirando ne, Liguori ne, Sirakov 19, De Paoli, De Letteriis ne. All. Millina.
BLS CHIETI: Rajola 6, Diomede, Raschi 15, Gatti 13, Rossi 14; Gialloreto 5, Severini 3, Bolletta, Matroianni ne, Spera 2. All. Sorgentone.
RIMBALZI: San Severo 36 (Iannilli 14); Chieti 29 (Rossi 9).
ASSIST: San Severo 8 (Maggio 3), Chieti 8 (Rajola 3).